E’ ufficiale: Wind e 3 hanno scelto Iliad per la cessione di frequenze


Ora è ufficiale: Wind e 3 Italia hanno deciso. E’ stato il gruppo Iliad (proprietario dell’operatore Free Mobile) ad avere la meglio su Fastweb e ad aggiudicarsi le frequenze messe a disposizione dai due operatori italiani nella speranza di ottenere l’approvazione alla loro fusione da parte della Commissione Europea.

Iliad

Il contratto con Hutchison (3 Italia) e Vimplecom (Wind) prevede il trasferimento di un ampio portafoglio di frequenze (35 MHz) nelle bande 900, 1800, 2100 e 2600 MHz, per offrire servizi 3G e 4G/LTE ai futuri clienti Free Mobile. Prevede inoltre l’acquisizione di migliaia di antenne in aree dense del territorio, ovvero nelle grandi città, dove è più difficile per un operatore installarne di nuove. Nelle zone rurali, Free potrà condividere la rete del nuovo operatore che nascerà dalla fusione di Wind e H3G per poi procedere a nuove acquisizioni/installazioni.

Confermato anche l’accordo di roaming con Wind-3 per un periodo di cinque anni (rinnovabile per altri 5), per poter così offrire fin da subito ai propri clienti una copertura completa su tutto il territorio italiano. Secondo quanto pubblicato sul quotidiano francese Les Echos, l’investimento totale si aggira intorno a 1,5 miliardi di euro (450 milioni solo per l’acquisto delle frequenze).

Iliad (che ha ad oggi una liquidità di 2,5 miliardi di euro) spiega che questo grande investimento sarà distribuito su un periodo di 5-7 anni e sarà “totalmente finanziato da una significativa liquidità del gruppo”. Intanto Xavier Niel ha già fatto sapere che venderà nelle prossime settimane la sua quota in Telecom Italia, spiegando che “Non sembra saggio essere presente, anche indirettamente, con due operatori nello stesso paese”.

Se Bruxelles validerà la fusione tra 3 Italia e Wind, allora l’accordo diventerà realtà e Free Mobile potrà debuttare ufficialmente nel nostro Paese.

 

Advertisements

Potrebbero interessarti anche...