Report AGCOM: al 30 Giugno 2016 linee mobili a quota 97.5 milioni


Nell’ultimo report trimestrale pubblicato dall’AGCOM (aggiornato al 30 giugno 2016) le linee complessive in Italia hanno raggiunto quota 97.5 milioni **, 490mila in più rispetto allo stesso periodo di un anno fa (merito esclusivamente dei MVNO). TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia raccolgono insieme 90.4 milioni di linee, dato identico allo stesso periodo del 2015, mentre i MVNO (operatori mobili virtuali) hanno guadagnato +490mila linee, portandosi a quota 7.1 milioni.

SIM Italia Giugno 2016

A livello di quota di mercato, TIM è ancora prima, seguita a poca distanza da Vodafone, che ormai si avvicina sempre più (in attesa che la fusione tra Wind e 3 diventi operativa, facendo nascere una nuova realtà che si porterà immediatamente al primo post):

  • TIM: 30.5% (↓) *
  • Vodafone: 29% (↑) *
  • Wind: 22.4% (↓) *
  • 3 Italia: 10.7% (↑) *
  • MVNO: 7.2% (↑) *

L’Osservatorio ha evidenziato che, su base annua, le SIM tradizionali (voce+dati) si riducono di 2.3 milioni, mentre crescono di pari volume le sim “M2M” (Machine to Machine), la cui diffusione negli ultimi cinque anni è passata da 4.7 a 10.8 milioni. Nel segmento prepagate, cedono quote i tre principali operatori (Telecom Italia, Vodafone, Wind) principalmente a favore di H3G (+1.4%), mentre in quello business (grazie alla crescita delle M2M), Vodafone (38.4%) supera Telecom Italia (38.2%).

A giugno 2016 il 76.4% della customer base (pari a 74.1 milioni di SIM) è rappresentata da schede prepagate, mentre aumentano le schede in abbonamento (+1.5 milioni) la cui consistenza è pari a 23.4 milioni di SIM.


* Le frecce ↓ e ↑ stanno ad indicare la crescita o il calo della quota di mercato per singolo operatore mobile (e per la totalità dei MVNO attivi in Italia) rispetto al trimestre precedente (sempre basato su dati del report trimestrale AGCOM).

** Come comunica l’AGCOM, i dati riportati non sono direttamente confrontabili con quelli dei precedenti report a seguito di operazioni di riclassifica operate dalle imprese

Advertisements

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Nicola ha detto:

    Ormai gli italiani che hanno più di una SIM mi sembra di capire sono un bel po’ 🙂

  2. Andrea D. ha detto:

    Quindi mi pare di capire che per Telecom si profila non solo il rischio (anzi la certezza) di diventare secondo operatore dopo il nuovo nato dalla fusione tra Wind e 3, ma anche di essere superata da Vodafone e finire al terzo posto =D

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: