Speciale Free Mobile: la “guerra” con Bouygues Télécom e il successo in Francia


Continuiamo a raccontarvi alcuni retroscena e fatti relativi al lancio di Free Mobile in Francia, di come ha rivoluzionato il settore delle telecomunicazioni e fatto risparmiare milioni di francesi. Nello speciale documentario “la guerre des Télécom”, andato in onda martedi 25 ottobre su France 5 (uno dei canali della tv pubblica francese) si è parlato anche di come Bouygues Télécom abbia più volte puntato il dito contro Free Mobile e i suoi prezzi low cost, causa (secondo Martin Bouygues, a capo dell’omonimo impero delle tlc) dei tanti licenziamenti che l’operatore si è trovato “costretto” a fare.

Tweet Niel-Montebourg

Entrando nel dettaglio dei fatti, il documentario fa notare come Bouygues Télécom aveva due strade davanti a sé per contrastare le offerte di Free Mobile: rinunciare ad una piccola parte dei dividendi oppure licenziare fino a 1.500 persone. La scelta presa fu la seconda.

Tweet Arnaud Montebourg

Per l’allora Ministro dell’Economia Arnaud Montebourg, il settore delle telecomunicazioni stava perdendo molti posti di lavoro rispetto agli anni precedenti e proprio a causa delle tariffe low cost di Free Mobile, costringendo i concorrenti a licenziare. Non si è fatta attendere la risposta di Xavier Niel, che poco dopo (via tweet) ha fatto notare al Ministro dell’Economia come nel 2012 gli impiegati diretti del settore erano aumentati e che 5.000 nuovi posti di lavoro erano stati creati grazie a Free Mobile.

In un colpo solo, il patron di Free Mobile ha smentito tutte le principali accusa arrivate dai competitor, in particolare da Bouygues Télécom. Nello specifico, ha dimostrato che gli investimenti sulla rete di trasmissione (frequenze) non solo non sono diminuiti, ma sono aumentati (ne abbiamo scritto qui). Inoltre, il nuovo operatore ha portato alla crescita dei posti di lavoro nel settore delle tlc, molti di più di quanti se ne sono persi con i licenziamenti portati avanti da Bouygues Télécom (licenziamenti che potevano essere evitati, se avessero preso una strada diversa e avessero rinunciato ad una piccola parte dei dividendi).

Negli anni successivi, secondo uno studio di UFC-Que Choisir (Unione Federale dei Consumatori) è stato dimostrato quanto Free Mobile ha fatto risparmiare i francesi: ben 7 miliardi nei soli primi due anni di attività.

Advertisements

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Francesco ha detto:

    Documentario molto interessante. Rende l’idea di tutti gli ostacoli che anche in patria Niel ha dovuto affrontare per lanciare Free Mobile. Gli auguro di avere successo anche da noi, sperando possa offrire tariffe convenienti e non solo abbonamenti.

    • Elisa ha detto:

      Concordo. Anche la nostra tv pubblica dovrebbe regalarci certi approfondimenti, che trovo molto interessanti. Non conoscevo questa realtà dei fatti, di come Bouygues Telecom avesse giocato a fare la “vittima” e con la scusa delle tariffe low cost di Free Mobile, licenziare facile invece che abbassarsi di poco i dividendi…