L’operatore svizzero Salt punta ad espandersi anche nella telefonia fissa

A soli due anni di distanza dall’acquisto da parte del fondatore del gruppo francese IliadXavier Niel – il terzo operatore di telefonia mobile svizzero (Salt, ex Orange) punta ad espandersi anche nella telefonia fissa.

Salt.

Secondo quanto riportato dalla stampa svizzera, Salt avrebbe concluso diversi contratti con le aziende elettriche di Zurigo (EWZ), Berna (EWB), Lucerna (EWL) e San Gallo (SGSW), mentre ci sarebbero trattative in corso per le città di Basilea, Losanna e Ginevra, per l’utilizzo delle loro reti  in fibra ottica.

Con questa mossa, Salt andrebbe a fare concorrenza diretta a Swisscom, Sunrise e UPC, che già offrono la banda larga su fisso e potrà così fornire ai propri clienti servizi completi quadruple play (telefonia mobile, fissa, banda larga e internet tv). Il lancio dei primi prodotti è previsto per la fine di quest’anno.

Per i consumatori svizzeri si tratta indubbiamente di una buona notizia: avranno così una scelta più ampia di fornitori oltre ad una maggiore pressione sui prezzi (quindi maggiore risparmio).

Advertisements

Potrebbero interessarti anche...

Dì la tua o Rispondi ad un commento...