Xavier Niel (Free): stupito che dei forfait mensili in Italia vengano fatturati su 28 giorni


Durante la presentazione degli importanti dati di crescita di Free e Free Mobile in Francia, Xavier Niel  (fondatore del gruppo Iliad, che controlla i due operatori fisso-mobile) si è lasciato andare a diverse constatazioni sul prossimo lancio in Italia come quarto operatore mobile.

Innanzitutto ha confermato che l’offerta commerciale nel nostro Paese sarà avviata entro la fine del 2017, poi non sono mancati i riferimenti al nostro mercato e ai concorrenti.

Innanzitutto Xavier Niel ha spiegato che “abbiamo tutto quello che serve per creare (in Italia) qualcosa di differente, offrendo al consumatore un po’ di trasparenza e un po’ di onestà”, a margine dell’incontro con gli analisti, stupendosi anche di come alcuni pacchetti mensili in Italia vengano fatturati sulla base di 28 giorni (tematica molto d’attualità).

Poi rincara la dose aggiungendo “Voi avete decine di cose, cose del genere, che sono state inserite nelle offerte al fine di mostrare dei prezzi di facciata bassi mentre, io penso, i tre operatori mobili italiani sono tra i più odiati  d’Europa da parte dei consumatori”.

Rimanendo in tema concorrenza, i manager del gruppo Iliad non sono sembrati affatto preoccupati dell’offensiva di Telecom Italia, che vorrebbe tentare di arginare l’offerta commerciale di Free Mobile con il lancio di un operatore mobile virtuale low cost (Kena Mobile).

A tal proposito, Maxime Lombardini ha spiegato che è normale che i concorrenti si preparino, ricordando che “le condizioni di accesso sono comunque molto favorevoli” e che “gli annunci fatti (il riferimento è chiaramente a Telecom Italia) non ci impressionano, necessariamente”, oltre a ricordare che qualcosa del genere era già successa in Francia nel 2011 con “i nostri concorrenti che si agitavano, fin troppo…” (mesi prima del debutto di Free Mobile, i concorrenti avevano lanciato ognuno un MVNO low cost… ma non sono serviti a bloccare la crescita del nuovo entrante).

Insomma, TIM/ Vodafone e Wind-3, siete avvisati, rischiate di fare la stessa fine dei tre principali operatori francesi dopo il lancio di Free Mobile avvenuto nel 2012 (ovvero, una ingente perdita di linee e clienti in pochi mesi).


Rimani aggiornato con il nostro canale Telegram, oppure seguici su: Facebook | Twitter | Google+.

Advertisements

Una risposta

  1. Napo ha detto:

    Fa bene a prendere per i fondelli i concorrenti, quella della tariffazione a 28 giorni è una cosa tutta italiana (ma quanto siamo bravi a fregare le persone?!) e a fine anno son sicuro sarà un’ottima leva di marketing per Free Mobile.

    Non vedo l’ora di vedere i 3 odiati operatori italiani (a cui aggiungo anche Fastweb viste le recenti rimodulazioni in tal senso) passare dal 30% di quota di mercato a molto meno! Forza Free!!

Dì la tua o Rispondi ad un commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: