Tre rimodula ancora (anche le tariffe a consumo): un altro bel regalo ad Iliad


Gli operatori mobili italiani negli ultimi mesi stanno lavorando davvero bene per favorire l’arrivo di Iliad nel mercato della telefonia mobile del nostro Paese. Talmente bene, che ogni giorno aumentano i clienti che non vedono l’ora arrivi fine anno solo per poter fare una bella portabilità e dire addio a TIM, Vodafone o a Wind Tre e le loro rimodulazioni.

3

E proprio 3 Italia questa settimana sta mettendo ulteriore benzina sul fuoco, con delle rimodulazioni massicce senza precedenti, anche sulle tariffe base come Power10 e Power15.

LEGGI ANCHE: Iliad in Italia porterà più trasparenza e zero rimodulazioni

Ma partiamo con ordine. Solo negli ultimissimi due mesi Tre ha già rimodulato diverse offerte e aumentato il costo di diverse opzioni o servizi:

  • piani tariffari della famiglia ALL-IN (con incrementi fino a 2.99 euro ogni 30 giorni e con  extrasoglia voce e SMS aumentato a 29 centesimi al minuto o singolo SMS. Qui tutti i dettagli);
  • opzione 4G/LTE a pagamento (1 euro aggiuntivo oltre il costo della propria offerta dati);
  • aumentato il costo della sostituzione SIM, passato da 10 a 15 euro;
  • “Ti ho cercato” di 3 aumentato da 0.90 euro a 1.50 euro al mese (in caso di utilizzo).

Ora arriva anche la modifica delle tariffe a consumo Power10 e Power15 (che ad oggi erano anche tra le più convenienti sul mercato). Modifica non di poco conto, visto che le due tariffe dal prossimo 3 luglio passeranno a 29 centesimi per chiamate al minuto e per singolo SMS (20 centesimi a MB per il traffico dati) e, come se non bastasse, a questo aumento verrà aggiunto un coso fisso settimanale di 50 centesimi (oltre 2 euro al mese, 2.14 euro ogni 30 giorni per la precisione).

LEGGI ANCHE: Tutti i servizi che con Iliad in Italia non pagheremo

Vale la pena ricordare come, al costo di soli 2 euro al mese, Free Mobile (Iliad) offra in Francia ogni mese: 2 ore di chiamate gratuite verso tutti i numeri nazionali e oltre 100 destinazioni internazionali; SMS e MMS nazionali illimitati e 50 MB di traffico dati (offerta che in Italia potrebbe diventare ancora più allettante, secondo i piani del gruppo per il nostro Paese).

Insomma, dopo la fusione, Wind Tre ha presentato il brand 3 (che rimarrà ancora separato sul mercato consumer) nel segno della Trasparenza nella Comunicazione, Offerta e Caring, ma a quanto pare le rimodulazioni degli ultimi mesi ai clienti dicono ben altro.

Clienti che ben presto troveranno quella trasparenza ma soprattutto rispetto nel nuovo quarto operatore mobile italiano, che vedrà la luce verso fine anno (al più tardi entro febbraio 2018) e che sta ringraziando tutti i nostri “Big” del settore, che tra aumenti e rimodulazioni, porteranno non pochi clienti.


Per non perdere nemmeno un aggiornamento, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Domenico ha detto:

    Se Iliad non si sveglia ad arrivare in Italia col nuovo operatore, sia nel mobile che nel fisso, col cavolo che riuscirà a conquistare il 25% del mercato! Fino a quel momento i nostri operatori truffatori ci avranno rubato anche la vita oltre che i nostri soldi

Dì la tua o Rispondi ad un commento...