Xavier Niel riduce la sua quota in Telecom Italia


Xavier Niel (fondatore di Iliad, gruppo che detiene il controllo dell’operatore Free) ha cominciato a vendere la sua quota in TIM (di cui deteneva il 15,1%). La sua quota tramite la Rock Investment è pian piano scesa, portandosi prima al 6.95% (il 14 luglio) e ora sotto il 5%.

TIM

Il motivo di questo disimpegno dal capitale di Telecom Italia è naturalmente legato all’accordo siglato tra Iliad, Hutchison (proprietaria di 3) e VimpelCom (proprietaria di Wind) per l’acquisto di frequenze e antenne per diventare il quarto operatore di telefonia mobile in Italia.

Un accordo soggetto all’approvazione della Commissaria Antitrust Margrethe Vestager, che a settembre dovrebbe pronunciarsi sulla fusione Wind-3 e da cui dipende l’acquisto degli asset che le due società dovranno cedere per avere l’ok a diventare il principale operatore di telefonia mobile del Paese.

Advertisements