Margrethe Vestager: grazie a Iliad nessun aumento prezzi in Italia


La commissaria europea Margrethe Vestager ha partecipato oggi, in diretta dalla Columbia University di New York, al “Dialogo transatlantico con i cittadini”, insieme al Nobel per l’Economia Joe Stiglitz e Mario Monti, in collegamento dall’Università Bocconi di Milano.

Margrethe Vestager

Diversi i temi trattati durante l’incontro, dal caso sull’evasione fiscale di Apple, all’accordo commerciale transatlantico tra USA e UE (il TTIP) fino alla fusione tra 3 Italia e Wind.

Secondo la Vestager, la fusione tra il terzo e quarto operatore mobile italiano ha creato il problema di un aumento dei prezzi per i consumatori e per questo è stato imposto alle due società di cedere parti di attività in linea con quanto deciso dall’Antitrust europeo.

La commissaria ha poi assicurato che grazie all’ingresso di Iliad in Italia – considerata “molto competitiva” – è stato scongiurato il pericolo di aumenti. Per la Vestager “in questo modo possiamo consentire ad altri operatori di entrare sul mercato. Dobbiamo avere un approccio focalizzato sui cittadini. Nessuno può pensare di essere al di sopra della legge. Anche se la concorrenza e la normativa sono gemelli eterozigoti e non omozigoti devono andare di pari passo”.

Bisognerà ancora aspettare diversi mesi prima di vedere il lancio di Free Mobile in Italia (si parla di seconda metà del 2017), nella speranza che possa davvero portare una nuova ondata di ribassi nella telefonia mobile.

Advertisements