Il lancio del nuovo MVNO di TIM per contrastare Free Mobile rinviato in estate


L’annunciato lancio del futuro MVNO “no frills” di TIM per contrastare il debutto di Free Mobile in Italia, potrebbe subire un leggero ritardo.

Come già segnalato lo scorso novembre, Telecom sta lavorando al lancio di un suo operatore mobile virtuale (MVNO) di proprietà, con cui vuole offrire tariffe low cost e servizi base, per contrastare appunto l’arrivo dei francesi di Iliad.

Free Mobile vs TIM

Il lancio doveva avvenire ad inizio 2017 (almeno stando alle parole dell’AD Cattaneo), ma secondo quanto riporta Affari & Finanza di Repubblica di oggi, l’Amministratore Delegato di Telecom Italia cercherà di riposizionare su una fascia più alta i servizi del gruppo a marchio TIM (basandosi sul principio “more for more”, ovvero vi offriamo di più e vi chiediamo di più) mentre lancerà in estate il nuovo operatore mobile virtuale “no frills” con un altro marchio, con cui contrastare l’arrivo in Italia di Iliad e la sua Free/Free Mobile.

Il lancio dovrebbe comunque precedere il debutto di Free Mobile, che TIM vuole contrastare con questo suo nuovo MVNO. Raggiungerà questo obiettivo o farà la stessa fine di MTV Mobile? Lo scopriremo nei prossimi mesi.


Commenta questa e le altre notizie sui nostri profili Facebook, X (ex Twitter), BlueSky, Mastodon o nella Community dedicata agli utenti iliad (che conta oltre 21.000 iscritti).

Puoi seguire Universo Free anche su Google News, cliccando sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram e al nostro nuovo canale WhatsApp.

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone. Per segnalarci novità, anteprime, nuove aperture di store iliad, scrivici direttamente da qui.

Una risposta

  1. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Vi sto aspettando, con il telefono pronto. All’inizio sarà dura ma se il management sarà onesto ed i contratti chiari (non scrivete corpo 8 sul web e sulla carta e neanche PDF a 2 colonne), con mese di 30 giorni, Free avrà praterie davanti.
    Sarebbe magnifico inoltre, l’ingresso nel VoIP con accordi con Operatori LTE che potrebbero fornire come opzione vostri apparati da noleggiare ai clienti residenziali interessati alla fonia. Non faccio nomi ma non dovrebbe essere complicato arrivare a comprendere a chi mi riferisco.
    Penso anche che come fanno molti, i vostri apparati a casa del cliente, possano essere validi come Base Station per la connettività in collaborazione.
    Buona fortuna e tante buone idee.