Free Mobile (Francia) ha chiuso il 2016 con 55 negozi e 1.600 distributori automatici di SIM


Dopo aver pubblicato i dati sul rapporto di gestione dell’anno 2016 del gruppo Iliad (di cui abbiamo scritto ieri, per il fisso e il mobile), oggi sono stati resi noti anche quelli sulla propria rete distributiva.

Store Free

A fine 2016 Free contava su 55 punti vendita distribuiti in tutta la Francia (con sei nuove aperture nel corso dell’anno) e oltre 1.600 distributori automatici di SIM.

Mappa negozi e distributori automatici di SIM di Free

Proprio su quest’ultimi vogliamo concentrare l’attenzione. Si tratta di una novità lanciata da Free Mobile nel corso del 2014 (a due anni circa dal lancio in Francia).

Come è ben noto, il modello di business di Free è molto semplice: puntare tutto sull’online (attivazione e gestione della SIM e dei suoi servizi, tutto via web) senza doversi concentrare sull’apertura di centinaia, se non migliaia, punti vendita sul territorio (basti pensare, per fare un semplice paragone, che Vodafone dichiara oltre 7.000 punti vendita in Italia). Un risparmio non da poco.

Ad affiancare comunque gli attuali store c’è una fitta rete di 1.600 distributori automatici, grazie ai quali è possibile attivare una nuova SIM in pochi passaggi e in pochi minuti. Questi “box interattivi” sono presenti in tutto il territorio nazionale e ospitati all’interno di negozi di prossimità (piccoli market, tabaccai ed edicole) e nei punti vendita Free.

Distributore automatico di SIM Free Mobile

Progettato dal team di Ricerca e Sviluppo di Free, è l’unico distributore del suo genere prodotto in Francia e primo operatore mobile del Paese ad offrire questo servizio rivoluzionario già dal 2014.

Come funzionano. Il meccanismo è davvero semplice: grazie ad uno schermo touch, è possibile effettuare l’attivazione di una nuova SIM (nuovo numero o richiesta di portabilità da altro gestore) e scegliere il piano tariffario preferito. Si inserisce un indirizzo email valido e si effettua il pagamento con carta di credito. Si procede poi al semplice ritiro della SIM (disponibile in triplo taglio), il tutto in soli 3 minuti.

L’utenza sarà subito attiva e immediatamente utilizzabile. Non solo, i distributori automatici possono essere utilizzati anche in caso di furto o smarrimento della propria SIM e per emetterne dunque una nuova o per la sostituzione di una SIM guasta, così come per saldare una fattura non pagata o modificare il proprio abbonamento. Insomma, tutto quello che faresti in un normale punto vendita (o online).

Al momento non sappiamo se questa modalità di attivazione sarà replicabile in Italia, perché nei distributori automatici di Free non è richiesto nessun documento di identità (obbligatorio nel nostro Paese per attivare ed intestarsi una nuova SIM).


Rimani aggiornato con il nostro canale Telegram, oppure seguici su: Facebook | Twitter | Google+.

Advertisements