In attesa del lancio di Iliad, ecco i dati AGCOM sulla telefonia mobile in Italia al 30 giugno 2017


Ci vorrà ancora qualche mese prima di vedere operativo in Italia il nuovo operatore mobile del gruppo Iliad, nel frattempo possiamo però aggiornarvi con gli ultimi dati dell’Osservatorio Trimestrale sulle Telecomunicazioni redatto dall’AGCOM e scoprire quali sono i gestori che hanno guadagnato o perso più linee e le relative quote di mercato.

Al 30 giugno 2017, sono 98.9 milioni le SIM attive in Italia (su oltre 60.5 milioni di abitanti), con un aumento complessivo su base annua di 1.4 milioni, grazie alla crescita delle SIM M2M (+3.6 milioni di unità, per un totale di 14.4 milioni) a fronte di una riduzione di 2.2 milioni delle SIM tradizionali (solo voce e voce + dati).

Le SIM “human” (escluse le M2M, ma incluse le SIM che effettuano traffico «solo voce» o «voce e dati» e le SIM solo dati con interazione umana come ad es: chiavette per PC, SIM per tablet) sono 84.5 milioni, di cui l’85.5% prepagate e il 14.5% abbonamento.

Con il 32.1%, Wind Tre è leader di mercato (35.8% escludendo le SIM M2M), seguita da TIM (30.3%) e Vodafone (30.2%). Nel segmento MVNO, PosteMobile scende al 49.4% di quota di mercato, mentre Fastweb Mobile rafforza la seconda posizione con un incremento del 3.3% su base annua.

Nel segmento abbonamentiVodafone si conferma prima con una quota del 36.2% seguita da Wind Tre (32.3%), TIM (29.8%) e MVNO (1.7%). Nel segmento prepagate, Wind Tre detiene una quota del 36.4% (in calo rispetto allo scorso trimestre), seguita da TIM (in crescita al 28.4%), Vodafone (25.4%) e MVNO (9.8%).

Prosegue in misura consistente la crescita della banda larga mobile nel secondo trimestre dell’anno. Le SIM che hanno effettuato traffico dati hanno sfiorato i 52 milioni (+5.6% su base annua), con un consumo medio unitario di dati di 2,37 GB/mese (+41.2%).

Continua l’andamento negativo degli SMS inviati (10.1 miliardi da inizio anno) che si riducono del 18% su base annua e del 76% rispetto a giugno 2013.

LEGGI ANCHE: Aggiornamenti copertura rete Iliad in Italia

Portabilità. Su base annuale, il saldo tra linee cedute e linee acquisite risulta negativo per Wind Tre (-411.000 unità) e Vodafone, mentre è positivo per TIM (+238.000) e MVNO.

AGCOM MNP al 30 giugno 2017

I tre principali gestori italiani si ritrovano ciascuno con una quota di mercato nella telefonia mobile molto simile (intorno al 30%), con l’arrivo di Iliad questo equilibrio verrà sicuramente stravolto, soprattutto se i francesi otterranno lo stesso successo avuto in patria nel 2012 con il lancio di Free Mobile. Non ci resta che attendere per scoprirlo.


Per ricevere le ultime news, le anticipazioni esclusive e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements