TIM migliora la sua rete mobile per prepararsi all’arrivo di Iliad


TIM non vuole farsi trovare impreparata all’arrivo di Iliad in Italia (con quello che sarà il nuovo quarto operatore mobile italiano) e ha già investito per migliorare la propria rete mobile.

A sostenerlo è l’AD di INWIT (Infrastrutture Wireless Italiane, la società italiana controllata da Telecom Italia che opera nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni elettroniche), Oscar Cicchetti, che in una call con gli analisti ha spiegato come TIM ha già realizzato investimenti significativi nel miglioramento della sua rete mobile per prepararsi all‘ingresso in Italia del quarto operatore, la francese Iliad, il cui debutto è previsto nei primi mesi del 2018.

Nel dettaglio, secondo l’AD di INWIT, TIM ha già accelerato nello sviluppo della rete mobile, con un “aumento del numero dei siti richiesti a noi e del numero delle small cell”.

Non solo, sempre Cicchetti ha anche confermato che ci sono stati già dei contatti con Iliad:

Abbiamo iniziato a negoziare dall’inizio, stiamo avendo dei buoni risultati, il timing è nelle loro mani. E’ un’opportunità reale per tutti i provider infrastrutturali e dunque anche per noi.

Lo scorso mese, alcune indiscrezioni di stampa (qui il nostro articolo) sostenevano come Iliad stesse lavorando per implementare il roaming anche sulla rete TIM, oltre quello previsto con Wind Tre. A questo punto è facile immaginare che il riferimento alle negoziazioni in corso potrebbero riguardare anche questo aspetto.

Cresce dunque l’attesa per il lancio del nuovo operatore mobile, che già prima del suo debutto in Italia ha fatto mettere in moto la concorrenza, tra lanci di MVNO low cost (vedi Kena Mobile o il prossimo debutto di VEI di Vodafone ), nuove offerte tariffarie e investimenti sulla rete. Già questo è un buon inizio.


Per ricevere le ultime news, le anticipazioni esclusive e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

Una risposta

  1. Michele ha detto:

    E’ un ottimo inizio anche se il vero banco di prova sarà quando Iliad entrerà nel mercato e con che tariffe.Vedremo se gli attuali operatori prorogheranno le winback trasformandole in offerte “per sempre”(e stavolta mi sa che davvero dovranno essere per sempre)oppure si inventeranno qualche altra gabola per racimolare soldi.Di certo,per entrare nel mercato italiano non basterà una buona offerta per assorbire i delusi provenienti dagli altri operatori,ci vuole qualcosa di sostanzioso e non rimodulato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: