Salt: in calo i ricavi nel terzo trimestre 2017, ma crescono i clienti


Il terzo operatore mobile  svizzero Salt, di proprietà dell’imprenditore francese Xavier Niel (tramite la NJJ Holding) ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in flessione rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Questo almeno secondo un rapporto della Deutsche Bank pubblicato da Handelszeitung (il principale quotidiano finanziario della Svizzera).

I ricavi di Salt (ex Orange) sono scesi del 7% a 269 milioni di franchi, mentre l’utile operativo (EBITDA) ha registrato un incremento del 9,1% a 128 milioni.

Ma non ci sono solo dati negativi:  il terzo operatore telefonico svizzero nel terzo trimestre ha visto crescere il numero di nuovi clienti di 8.000 unità per quanto riguarda gli abbonamenti e +14.000 nel segmento prepagato.

Per avere un termine di confronto, Sunrise (secondo operatore per quota di mercato) ha conquistato 27.000 nuovi abbonati nel terzo trimestre, ma ha perso 9.000 clienti prepagati.

Stessa sorte per Swisscom, che ha visto crescere il numero degli abbonamenti (+30.000) ma perdere ben 38.000 clienti nel segmento prepagato (che va detto, rimane comunque quello meno redditizio per i gestori telefonici).


Per ricevere le ultime news, le anticipazioni esclusive e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

Commenta questa notizia...