In attesa del lancio di Iliad i concorrenti puntano a vincolare i propri clienti


Ne avevamo già scritto lo scorso novembre, ma con l’avvicinarsi del lancio del nuovo operatore mobile di Iliad guidato dal giovane amministratore delegato Benedetto Levi, aumentano sempre più le offerte della concorrenza che prevedono dei vincoli di durata con tanto di penale nascosta.

Gli esempi sono davvero tanti, sia tra le offerte “standard”, quelle facilmente reperibili nel catalogo di ogni singolo gestore, sia quelle dedicate a chi effettua portabilità del numero, spesso più allettanti.

Iliad TIM Vodafone Wind Tre

Abbiamo provato a consultare le condizioni contrattuali delle principali offerte di TIM, Vodafone, Wind e Tre e le sorprese non sono mancate.

3 Italia

Partiamo con la 3, primo esempio concreto di quanto detto: le offerte ALL-IN più convenienti vengono proposte con addebiti mensili su carta di credito o RID bancario. Con 5 euro al mese si possono avere 500 minuti, 500 SMS e ben 5 GB di traffico internet, ma si è vincolati per ben 24 mesi e se si decide di passare ad altro gestore, magari proprio ad Iliad, vengono addebitati 49 euro!

In alternativa, il gestore propone la stessa tariffa con addebiti su credito residuo, ma al doppio del canone: ben 10 euro con rinnovi ogni 28 giorni (non su base mensile come quella con vincolo di durata).

Questo vale per le offerte ALL-IN ma anche per le opzioni SuperInternet, come la 5GB proposta a soli 3 euro al mese, ma sempre con addebito su conto corrente bancario o carta di credito e costo di disattivazione di 49 euro se si cambia gestore prima dei 24 mesi.

Sono naturalmente solo alcuni esempi sulle offerte standard, a cui vanno ad aggiungersi le tante promo lanciate periodicamente.

Vodafone Italia

Anche Vodafone ha studiato soluzioni vincolanti simili a quelle proposte dalla 3. Se prendiamo le principali offerte a pacchetto, bisogna andare a visionare il dettaglio di ogni singola offerta per scoprirlo.

Ad esempio con Vodafone Start, vengono offerti 500 minuti di chiamate, 100 SMS e 2 Giga di internet a 12 euro ogni 4 settimane. Se si sceglie l’addebito su carta di credito o RID bancario, il costo scende a 10 euro. Ma la parte interessante è questa:

Per i nuovi clienti è previsto un contributo di attivazione di 29 euro in promozione a 3 euro, che sarà addebitato insieme al costo delle prime 4 settimane. La promozione è valida se durante la permanenza in Vodafone sulla SIM vengono effettuate ricariche per un valore di 180 euro. Altrimenti verranno addebitati i restanti 26 euro.

In pratica, anche qui se lasci Vodafone per un altro gestore prima di un certo arco temporale, arriva l’addebito, ovvero una penale celata come “contributo di attivazione”, che ritroviamo in questa offerta ma anche nella Vodafone Pro, Vodafone RED e Vodafone Shake Remix (così come per alcune offerte dedicate a chi proviene da altro gestore).

Wind

Anche Wind ha adottato il meccanismo dello scontare il contributo di attivazione in fase di acquisto di una nuova SIM o se si proviene da altro gestore (esempio molto attuale è la Wind Smart 2018 Limited Edition con 1.000 minuti, 200 SMS e 10 GB a 8 euro ogni 4 settimane). In base all’offerta attivata, se non si rimane in Wind per 24 mesi si può ricevere un addebito che può variare da 10 a 16 euro (in questo caso però su credito residuo).

TIM

Cambiamo operatore, passiamo a TIM, ma la situazione è simile a quanto già visto con Wind, Tre e Vodafone. Se decidiamo di attivare ad esempio una offerta TIM Special, scopriamo che i prezzi variano in base al rinnovo scelto:

  • “Se rinnovi l’offerta su credito residuo è previsto un costo di attivazione di 39 euro, in promozione a 5 euro€ se il numero resta in TIM per 24 mesi. In caso contrario è previsto il recupero dello sconto applicato di 34 euro…”.
  • “Se rinnovi l’offerta su carta di credito o conto corrente è previsto un costo di attivazione di 44 euro, in promozione a 5 euro se il numero resta in TIM per 24 mesi. In caso contrario è previsto il recupero dello sconto applicato di 39 euro…”

Anche altre offerte TIM prevedono il recupero dello sconto applicato in fase di attivazione se si cambia gestore prima dei 24 mesi, come i 20 euro applicati all’offerta TIM Young&Music X2 dedicata agli under 30.

Il percorso intrapreso dai nostri gestori è quindi ormai chiaro, vincolare il più possibile i clienti, proponendo offerte a pacchetto sempre più convenienti, così da disincentivare un eventuale passaggio verso il nuovo arrivato, Iliad. Ennesimo segnale che la concorrenza teme e non poco l’operatore mobile del gruppo fondato da Xavier Niel.


Rimani sempre aggiornato con le ultime notizie e le anticipazioni esclusive del primo newsblog italiano dedicato ad Iliad: unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

5 Risposte

  1. Enrico bc65 ha detto:

    Non ho la minima paura perchè stacco i rid e blocco dappertutto, col c/c postale ad esempio Fastweb non riesce a prelevare nulla perché ho fatto inserire all’ufficio postale il loro codice in una sorta di blacklist per cui cucù…. appena arriva Iliad li scarico e poi vai a cercarme per recuperare ah ah ah sono praticamente irrintracciabile. I vincoli con me non hanno mai intaccato nulla

  2. Salvatore ha detto:

    assurdo , ma il l’agcom cosa fà ? perchè sul conto è mensile e su credito residuo deve essere 4 settimane , devono fininirla con le 4 settimane , non so come sarà Iliad ma non vedo l’ora che arrivi per mandarli tutti quel paese … cambierò anche alice appena si potrà fare

  3. Emanuele ha detto:

    S C A N D A L O S I !

  4. Andrea ha detto:

    Ci stavo per cadere in pieno anche io in una di queste promozioni. Sono pazzeschi, ne trovano sempre una per fregarti!!!

  5. enrico ha detto:

    Si ma io lo sai che faccio? Finisco il crede non si prendono nulla, in seconda ipotesi gli stacco il rid oppure gli blocco il conto corrente e così rimangono al palo… Già l’ho fatto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: