Benedetto Levi (Iliad): lancio entro l’estate con prezzi bassi e trasparenti


Iliad debutterà in Italia entro l’estate: a parlare è Benedetto Levi, l’AD della società che controlla il nuovo operatore mobile e lo fa sulle colonne del quotidiano la Repubblica, confermando tutte le anticipazioni che abbiamo avuto modo di darvi negli ultimi mesi.

Benedetto Levi

Nell’intervista Levi parte raccontando un po’ della sua vita privata, spiegando che in Italia ha la sua famiglia mentre purtroppo la fidanzata è parigina ed è rimasta lì.

Parlando del lancio del nuovo operatore mobile e dei concorrenti, spiega subito che l’idea è quella di “distanziarci da loro. Faremo tutto in modo diverso e migliore, con tariffe davvero più economiche e più trasparenti, senza trascurare la qualità”.

Levi racconta anche delle diverse voci infondate diffuse in passato (molte le abbiamo segnalate anche in queste pagine, provenienti da siti che puntano solo al “click baiting”) secondo cui il nuovo operatore mobile sarebbe dovuto arrivare in Italia entro la fine del 2017:

Macché: il nostro obiettivo è sempre stato quello di sbarcare entro quest’estate, con il marchio Iliad

Alla domanda, in quanti sarete in Italia, Benedetto Levi risponde:

Al momento siamo già più dicento, distribuiti in tutta lapenisola. Stiamo assumendo moltissime persone, di fatto stiamo creando da zero un operatore che ambisce a diventare importante, anche se non posso rivelare i nostri target. Avremo anche un call center.

Levi non si sbilancia su call center e negozi fisici, spiegando semplicemente che “daremo ai nostri utenti tutti le possibilità per accedere alle nostre offerte”, ma su questo fronte come abbiamo anticipato in esclusiva, sono già diversi i call center pronti a partire dall’Italia.

Parlando poi degli uffici della sede di Milano (qui le foto), l’AD di Iliad Italia annuncia che saranno innovativi e di design:

Innovativi e di design: voglio esprimere quello spirito di start up che ancora porto dentro e che credo sia in grado di attirare talenti nel mercato

Sul fronte tariffe:

Riteniamo che ci siano molti margini per proporre tariffe più basse, senza costi nascosti, in modo trasparente. Aspetti su cui gli operatori hanno peccato molto, soprattutto nell’ultimo periodo, con mosse che all’estero sarebbero impensabili. Mi riferisco anche alla vicenda delle tariffe a 28 giorni.

Gli italiani hanno perso la fiducia negli operatori. E qui entriamo in campo noi.

L’intervista si chiude con un Benedetto Levi che conferma l’utilizzo del marchio Iliad per il mercato italiano (altra nostra anticipazione) e non manca di lanciare una frecciatina verso i concorrenti che hanno tentato o stanno tentando di ostacolare il lancio del nuovo operatore mobile.

In particolare, il riferimento è a Vodafone Italia, che ha registrato il brand “Free” (qui il nostro articolo in cui segnalavamo proprio questa notizia), lo stesso usato in Francia da Iliad ma anche ai nuovi brand lanciati da altri operatori (vedi Kena Mobile, l’operatore mobile virtuale di TIM):

Rifiuto l’etichetta low cost. Saremo un operatore normale, non virtuale, con una nostra rete. Già al lancio avremo una copertura nazionale, anche se all’inizio ci appoggeremo in parte sulla rete di Wind 3. Pensiamo di poter dare una qualità e una copertura anche superiore a quella dei concorrenti.

Non mi sorprende che gli altri operatori abbiano paura e stiano cercando di ostacolarci in tutti i modi, lanciando a loro volta dei marchi low cost. O anche, per esempio, registrando in Italia il marchio Free, che è uno di quelli di Iliad in Francia. Peccato per loro che noi qui useremo il marchio Iliad.

Non mancheremo di aggiornarvi, come sempre, su ulteriori novità e dettagli riguardanti il lancio e le tariffe del nuovo operatore mobile italiano.


Se vuoi rimanere informato su Iliad con notizie e anteprime esclusive unisciti alle oltre 1.500 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

29 Risposte

  1. pierluigi ha detto:

    sto cercando lavoro… chissà se magari vado e porto direttamente un C:V. mi danno retta e …chissà!!! magari qualcuno sa darmi qualche informazione o suggerimento?…. cmq. grazie….

  2. pierluigi ha detto:

    ….io abito in Comignago (Novara) mi domandavo se saremo coperti in questa zona… nel sito non vi è ancora una possibilità di sapere se vi è copertura nella zona interessata…. chissà se magari qualcuno leggendo sa indicarmi un link o delle risposte più esaudienti al mio quesito….. grazie!!!

  3. pierluigi ha detto:

    …a me personalmente la Vodafone ha fatto letteralmente la furba… prima con i profili tariffari e secondo con la storia che faceva pagare l’hotspot…. e che è stata poi multata dalla Agicom per illecito….
    Quindi penso cara VODAFONE passerò presto con ILIAD o con WIND …. vedremo presto chi e che cosa offrirà meglio…. cmq. cara Vodafone in ogni caso …….BY BY…!!!!!!

  4. Max ha detto:

    Ma è vero che la copertura in Francia è solo in 4G e per il roaming in 3G si paga a parte?

    • Redazione ha detto:

      No non è vero. Il roaming su rete 3G Orange è gratuito, cambia esclusivamente che sono utilizzabili meno GB di traffico dati rispetto a quanto disponibile se si è sotto copertura 4G Free Mobile.

  5. Luigi ha detto:

    Entro l’estate vuol dire entro il 21 giugno!!! Speriamo di farcela…

  6. Fabri ha detto:

    Grandi! Sempre i primi ad informarci su Iliad! E ora speriamo si sbrighino a lanciare il servizio, che ho giusto un paio di SIM da passare 🙂

  7. Assomigliano ha detto:

    Ho 5 schede Wind in famiglia. Attendo e le cambio tutte non appena parte iliad. Per tutto quello che abbiamo subito x anni, rimodulazioni, slalom tra gestori x abbassare i costi ecc.

  8. Claudio Pilotto ha detto:

    Comunque sono in ritardo siete stati proprio voi a postare la risposta di Xavier Niel “Fine di quest’anno, con un margine di circa 60 giorni prima o dopo la data del 30 dicembre 2017” . Era meglio non dare nessuna indicazione temporale

    • Redazione ha detto:

      Ciao Claudio, infatti ci siamo limitati a dare solo quella indicazione perché era una dichiarazione di Xavier Niel, poi altri siti hanno cominciato a buttare date a caso e si è creata molta confusione e false aspettative da parte diversi lettori… Da parte nostra c’è sempre stata massima attenzione in quello che viene pubblicato.

  9. dobale ha detto:

    ILIAD si presenta! Mi sembra un discorso chiaro ed onesto. Se il tutto sarà all’altezza di quanto dichiarato, daremo (spero in tanti) il ben servito ai 3 dell’ave maria! Ancora un po’ di pazienza…..:)

    • Marco Generosi ha detto:

      A posto, con rete WindTre che in gran parte d’Italia, soprattutto Wind, fa acqua da tutte le parti con un 4G da incubo!
      Mi dovranno spiegare come faranno a dare una qualità superiore a tutti.

      • dobale ha detto:

        Sono giovani ed ambiziosi; alle spalle hanno un gruppo solido, guidato da un “personaggio” che ha uno sguardo lungo sul futuro tecnologico e non di questo mondo. Come detto da altri, partono da zero; per sviluppare la loro rete ci vuole tempo, hanno fatto accordi con wind, cellnex ed altri se necessario. Vogliono partecipare allo svilippo del 5G; ……..Diamo a loro la nostra fiducia iniziale! Spetta a loro coltivarla nel tempo, con la qualità del servizio…..Sono convinto che la parola “rimodulazione” non la conoscono, a differenza di altri! Chi vivrà, vedrà! 🙂

  10. Cellomania ha detto:

    Se siete in contatto con Iliad ricordate loro di attivare l’offerta entro il 5 aprile per approfittare della possibilità di cambiare operatore senza penali grazie al cambio tariffazione da 28 giorni a mensile.

  11. Giorgio ha detto:

    Facendo una ricerca rete su Locri r.c. Ho visto questa nuova rete. Sono solo prove di copertura?.

    • Andrew ha detto:

      Se vedi “22250” o “ILIAD” è la loro rete, al momento quasi tutta in roaming (la modalità precisa si chiama RAN sharing) su Wind Tre.

  12. Ciaocirociaociao ha detto:

    Qui c e lo zampino Telecom o qualcos’altro…. È una pagliacciata questa… Va bene che quelle di fine anno 2017, febbraio marzo aprile 2018 erano voci… Ma le infrastrutture sono pronte anche perché c e la copertura wind tre… Ma dire entro l estate mi sembra poco serio… Allora dai una data il 1 agosto e poi se riesci a fare prima sbalordisci tutti ed almeno SEMBRI più serio… Cmq alla fine dico se non tocco con mano non ci credo, aspettiamo ancora e vedremo se si meriteranno una bella pernacchia o un plauso di quelli intergalattici.. Al momento non c e niente di concreto..

    • Andrew ha detto:

      Saranno sicuramente più seri delle varie Vodafogne, TIM e compagnia bella. Sulla data di lancio, non è che possiamo aspettarci miracoli, un operatore mobile mica si costruisce da zero in due giorni. Cerchiamo di essere realisti. Poi alla fine entro l’estate significa che dovremo aspettare MASSIMO tre mesi… voleranno. 😉

      • Marco Generosi ha detto:

        Più seri sulla trasparenza per forza, altrimenti come pensi che farebbero mercato su un qualcosa che è già bello che solido? Se ILIAD esistesse già da 10 anni, vedi che anche loro non si sarebbero fatti problemi. Il problema è: RETE WINDTRE… finora, in gran parte d’Italia, la rete Wind straripa di saturazione e problemi.

      • Franco Schettino ha detto:

        Non ci vuole molto ad essere più seri degli attuali operatori, che fanno cartello; a condizione di non aderire al cartello.

        Le TLC italiane stanno dimostrando di avere una grandissima paura e si comportano con stupido strabismo: aumenti ai vecchi Clienti e super offerte ai nuovi.

  13. Diego ha detto:

    Forse ci si dimentica di che cosa vuol dire fare da zero una azienda telefonica comprese le infrastrutture!!

  14. Enrico biancoceleste ha detto:

    Ancora? Adesso entro l’estate? Prima entro marzo, poi entro aprile, io mi sto seccando di aspettare sia chiaro!! Che so sti giochetti? A tirarci il collo pe l’attesa no eh!?!?

    • Redazione ha detto:

      Entro l’estate vuol dire qualsiasi data, anche domani ;). Almeno finalmente si ha una dichiarazione ufficiale e non si discute su sole date ipotetiche…

    • Edoardo M. ha detto:

      Beh, marzo ed aprile non sono mai state dichiarazioni ufficiali, quindi era ovvio che andassero prese con le pinze della voce di corridoio!!

    • pierluigi ha detto:

      …sicuramente non deve essere una cosa cosi facile, semplice e veloce l’organizzazione di tutto ciò… inoltre si sa che ci sia un giro per creare curiosità e di conseguenza tanta pubblicità quindi è opportuno avere un po di pazienza!!! ciao….da Pierluigi.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: