Xavier Niel: “Ad oggi non c’è nessuna discussione in corso tra GEDI e una società che io controllo”


Arriva a poche ore dal lancio delle indiscrezioni pubblicate questa mattina da Milano Finanza (su fonte Dagospia), relative ad un possibile interesse di Xavier Niel (fondatore del gruppo Iliad) per il gruppo GEDI, la risposta del diretto interessato.

E’ infatti lo stesso Xavier Niel a smentire in prima persona tali indiscrezioni e ha deciso di farlo in esclusiva sulle pagine di UNIVERSO Free. Ecco la risposta (che più chiara non si può) in merito:

Ad oggi non c’è nessuna discussione in corso tra Gedi e una società che io controllo

Nel frattempo il gruppo GEDI vola in borsa: intorno alle 10:05 il titolo avanza del 7,26% a 0,458 euro. L’indiscrezione sembra aver fatto bene al gruppo editoriale italiano…

In aggiunta a quanto dichiarato da Niel sulle nostre pagine, si aggiunge la breve nota stampa diffusa dal gruppo GEDI nel pomeriggio di questo giovedi 29 marzo:

GEDI Gruppo Editoriale SpA comunica che le indiscrezioni di stampa relative a presunti progetti internazionali della Società sono prive di fondamento

I protagonisti

Il gruppo GEDI controlla i quotidiani La Repubblica, La Stampa e Il Secolo XIX, le radio nazionali Deejay, m20 e Capital, oltre a periodici come L’Espresso, Le Scienze e Limes e diversi quotidiani locali (Il Tirreno, il Messaggero Veneto, la Nuova Sardegna, il Corriere delle Alpi, solo per citare quelli con maggiore tiratura) evede come azionisti principali la CIR della famiglia De Benedetti al 45,74% e la EXOR N.V. della famiglia Agnelli (di cui John Elkann è presidente e amministratore delegato) al 6,26%.

Xavier Niel è invece tra gli azionisti del quotidiano francese Le Monde e de le Nouvel Observateur.

Le Monde


Per rimanere informato con le nostre news e anteprime esclusive unisciti alle oltre 2.170 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

Commenta...