La “smemorata” Fastweb dà il benvenuto ad Iliad, l’operatore senza costi nascosti


In questa giornata che possiamo definire “rivoluzionaria”, con la nascita di un nuovo operatore mobile – Iliad – che finalmente propone non solo un’offerta realmente conveniente, ma anche zero vincoli, tutti i servizi fondamentali gratuiti e zero costi nascosti, fa un po’ sorridere la nota stampa diffusa dal concorrente Fastweb nel pomeriggio.

L’operatore mobile virtuale di proprietà Swisscom (attivo anche nel fisso/banda larga) ha dato il benvenuto ad Iliad in questo modo:

Fastweb dà ad Iliad il benvenuto nel mercato italiano della telefonia mobile e registra con soddisfazione come il nuovo operatore abbia deciso di contribuire, allineandosi alla missione di Fastweb di abolire i costi nascosti per portare più trasparenza sul mercato a beneficio dei consumatori, all’obiettivo di offrire chiarezza agli utenti.

Impegnata su questo fronte da oltre un anno come primo operatore ad aver eliminato tutti i costi ancillari come la segreteria telefonica, il servizio “richiamami” o per la consultazione del credito residuo Fastweb confida che, come da tempo richiede, la presenza di un altro operatore allineato sullo stesso fronte contribuirà ad accelerare un intervento delle autorità di settore a vantaggio della concorrenza e della trasparenza del mercato.

Non ce ne voglia l’ufficio stampa o il marketing di Fastweb che ha redatto questo comunicato (d’altronde è il loro lavoro), ma molti consumatori (e probabilmente tanti clienti ed ex clienti) ricordano ancora perfettamente che fino a circa un anno fa le offerte proposte erano tutt’altro che trasparenti, partendo dalla famosa fatturazione con 13 mensilità in un anno, a cui Fastweb si è allineata come han fatto i principali gestori (e ripresa anche oggi in conferenza stampa).

L’affermazione riportata dall’AD Iliad (che vedete qui sopra) è stata scovata dall’Antitrust nell’ambito dell’inchiesta in corso per verificare l’esistenza di un cartello tra gestori e ben fa capire la situazione del mercato della telefonia mobile nel nostro paese.

Il fatto che solo dopo che si è saputo del lancio di Iliad e dei principi su cui si sarebbe basata l’offerta (ovvero trasparenza, zero costi nascosti e zero vincoli), Fastweb abbia deciso di adeguarsi, non la differenzia più di tanto dagli altri gestori italiani che per anni hanno regalato solo brutte sorprese ai consumatori.

Sicuramente da oggi il panorama della telefonia mobile italiana subirà un grande cambiamento, si tornerà ad offerte realmente economiche e senza quei tanti piccoli costi nascosti che hanno fatto e continuano a far lievitare la spesa del conto telefonico.

E da oggi scopriremo quanti italiani sono realmente stufi di questa situazione e decideranno di passare ad Iliad (tra qualche mese scopriremo anche quali quote di mercato raggiungerà e a chi le avrà maggiormente erose).

Parafrasando un motto usato in Francia per Free… “Merci Iliad“!

via mvnonews.com


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 3.560 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

12 Risposte

  1. pierluigi ha detto:

    …l’argomento dei 2 GB da utilizzare solo in europa sono un vero peccato…. e secondo me un errore!!! perchè io vado spesso in giro per l’europa e…. 2 GB ….NON MI BASTANO AFFATTO!!!! sarebbe stato giusto lasciare i 30 GB che erano stati proposti (un pò come fanno tutti i gestori…) …anche perchè non trovo giusto limitare l’utilizzo di ciò che è parte del mio pacchetto del mio profilo tariffario e poi a fronte anche di una direttiva europea….!!!! mi spiace ma in questo punto c’è una piccola anomalia……. nessun gestore mette a disposizione alcuni GB limitandone un utilizzo inferiore per l’EUROPA…. no!…. mi spiace MA più ci penso e più lo ritengo un errore non di poco conto di ILIAD. Anche perchè parliamoci chiaro se anche, per esempio, io consumassi tutti i 30 GB in Germania non tutti i clienti di ILIAD ANDRANNO IN GERMANIA A CONSUMARE QUESTI 30 GB. Nel senso che nella media fra tutti gli utenti ci sarà solo un 3 % che utilizzerà parte dei suoi GB in un paese membro dell’Europa e forse una volta all’anno quando vanno in vacanza…. e quindi non capisco qual’è possa essere il problema per ILIAD……. ?!?

    cmq. a parte questo discorso, poi il resto mi sembra interessante…..

    • Redazione ha detto:

      I gestori che limitano i GB in roaming in UE ci sono e sono anche diversi… Fastweb Mobile (1 solo GB su qualsiasi offerta), PosteMobile, Kena Mobile etc etc

    • dobale ha detto:

      Sono appena partiti con una sola offerta! Dagli tempo che poco a poco migliorano il tutto. Metteranno tanta carne al fuoco, sono giovani ed ambiziosi! 🙂

  2. Michele ha detto:

    Grandioso!Un operatore che per anni è stato il campione dei codicilli nascosti e dell’assistenza ai clienti(in senso negativo,basta cercare in rete per leggere cose allucinanti)adesso si propone come paladino della trasparenza!
    Solo in un paese popolato per la maggior parte da consumatori con la memoria di un pesce rosso si possono dire queste cose senza essere sommersi da un uragano di pernacchie ed insulti.
    A tal proposito:spero che quanto prima Iliad sbarchi nel fisso/(web)tv perchè anche in quel settore c’è un bisogno disperato di una ventata di aria PULITA!

  3. Enrico ha detto:

    Non mi arriva l’email di conferma!!!!!

  4. Domenico 67 ha detto:

    Che ipocriti

  5. Antonio M. ha detto:

    Scusate se esco fuori argomento, ma voglio chiedere una gentilezza alla redazione, perché non fate un articolo chiarificatore sui giga totali che si possono utilizzare in Europa?
    Da ieri nel web esistono pareri discordanti e confusi.. c’è chi dice solo 2 e poi si paga e chi dice 2 poi 30 e poi si paga..
    http://www.iliad.it/roaming.html
    Da questa pagina leggendo in italiano io per esempio intendo 2 + 30 e poi pagamento.
    Grazie ancora

    • Antonella ha detto:

      Sì, sarebbe da chiarire questo punto. Confido nel fatto che Iliad presto si accorgerà di questi dettagli poco “trasparenti”. Così come: sarà attivo il 4g anche in roaming internazionale? Perché le SIM hanno IP francese? cosa non da poco, se si considera che per la fruizione di alcuni contenuti mediatici serve un IP italiano (altra nota dolente: con IP francese significa che il traffico dati viene “instradato” via Francia con conseguente aumento del ping e ridotta fluidità di navigazione). Ci sarà VoLTE?…
      Grazie alla redazione per l’ottimo lavoro effettuato negli ultimi mesi.

    • Redazione ha detto:

      Arrivata conferma anche dall’operatore: in roaming in UE sono 2 GB dedicati, i 30 GB sono solamente per il traffico nazionale

      • Antonella ha detto:

        Grazie della conferma. Sì, in effetti i 2 GB sembrano corrispondere più allo schema di “uso corretto” previsto dall’Unione Europea che prevede che: “Il volume dei dati in roaming deve essere pari almeno al doppio del volume ottenuto dividendo per il massimale previsto per i prezzi all’ingrosso (…) il prezzo del pacchetto di servizi di telefonia mobile.” (Fonte: UE) Per il 2018 il prezzo all’ingrosso è 6,00. Quindi 2×5,99/6,00=ca. 2 giga (a dire il vero bisognerebbe prendere il prezzo mensile iva esclusa). Dal prossimo gennaio il prezzo all’ingrosso diminuisce e probabilmente si adegueranno.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: