Iliad: ecco perchè riesce ad offrire tariffe così basse (senza rinunciare ai guadagni)


Iliad è sbarcata sul mercato della telefonia italiana con una tariffa dal prezzo bassissimo: per soli 5.99€ al mese, l’operatore offre minuti ed SMS illimitati, oltre a 30 GB di internet e diversi vantaggi da e verso l’estero.

Durante la conferenza stampa di presentazione, il CEO Benedetto Levi ha spiegato che tutti i servizi aggiuntivi (segreteria telefonica, servizio mi richiami, hotspot, controllo credito…) sono gratuitamente compresi, rinunciando quindi alla possibilità di lucrare su questi optional, evenienza su cui gli altri operatori telefonici fanno tradizionalmente affidamento per incrementare i propri ricavi (peraltro inserendo spesso costi nascosti).

iliad logo vetro riflesso

Complice la volontà di escludere ogni rimodulazione a cui invece le altre compagnie ci hanno tristemente abituato, il giovane manager di Iliad ha affermato come l’azienda da lui guidata si privi della facoltà di spartirsi una fetta dei 4 miliardi di euro che questi “giochetti” hanno fruttato agli altri operatori italiani negli ultimi tempi.

Ma come fa Iliad a reggersi in piedi e a riuscire a guadagnare da una tariffa scontatissima?

Iliad riesce a massimizzare i ricavi da una offerta così competitiva grazie anche alla scelta della modalità di diffusione sul territorio: oltre a puntare alle vendite online, che generano ampio margine di guadagno per l’azienda, la strategia di incremento degli introiti sta proprio nelle Simbox.

I distributori automatici che progressivamente invaderanno supermercati e ipermercati (e, se si seguirà pedissequamente il modello francese, non ci si fermerà a tali spazi commerciali) hanno un costo di gestione di gran lunga inferiore ai negozi fisici. Le spese della compagnia sono legate all’affitto delle piccole aree dedicate, oltre alla loro manutenzione e rifornimento. Nell’era del digitale, la maggior parte degli utenti sono totalmente in grado di auto-gestire l’acquisto di una SIM o il passaggio al nuovo operatore senza bisogno dell’intervento di una persona terza.

Per chi non fosse così affine alle nuove tecnologie, tutti gli Iliad Corner saranno dotati di un addetto in grado di supportare il processo di iscrizione o di rispondere ai principali quesiti dei consumatori. La loro presenza è in fase di espansione in Italia: l’elenco attuale lo trovi qui, insieme a un modulo tramite il quale puoi segnalare un nuovo Corner.

Pochi saranno invece i veri e propri Iliad Store, che si troveranno prevalentemente nei grandi centri abitati e saranno in numero molto limitato, fungendo così da centri nevralgici per ampi territori. Lo stesso avviene anche in Francia, dove i negozi di Free Mobile sono solamente 56. A titolo esemplificativo, basti pensare che una delle maggiori catene di negozi TIM in Italia – 4G Retail TIM – conta più di 220 negozi.

Il “modello Iliad“, che viene mutuato dalla francese Free Mobile, assicura la possibilità di contenere i costi e, soprattutto, di offrire una migliore esperienza al cliente, in quanto i punti vendita sono tutti a gestione diretta dell’operatore di telefonia, che assicurerà massima formazione del personale.

Nonostante l’offerta di lancio sia estremamente aggressiva, è ragionevole ritenere che i ricavi (seppur minimi) siano comunque compresi nella tariffa proposta all’utente finale anche grazie alle strategie adottate da Iliad, in contrasto con quelle tradizionalmente utilizzate dagli operatori già presenti sul mercato italiano.

E siamo sicuri che, all’esaurimento del milione di clienti che potranno sottoscrivere il pacchetto a 5.99€ al mese per sempre, Iliad non si tirerà indietro e continuerà a proporre tariffe più che concorrenziali.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 4.370 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

22 Risposte

  1. Ciro ha detto:

    Se volete risparmiare passate a Iliad se volete telefonare passate a Vodafone

    • Alice Daprà ha detto:

      Perchè dici così? Io non sto avendo problemi con Iliad, anzi! Prende la linea telefonica meglio e prima ancora di Wind (da cui provengo), nessun problema con gli SMS, il 4G si collega e funziona alla grande.
      La tua valutazione è un po’ vecchia, quindi spero che ti sarai ricreduto, perchè Iliad offre TANTO a POCO, e comunque tutto funziona alla perfezione.

  2. Ciro ha detto:

    Ma volete telefonare o volete solo risparmiare soldi
    Decidete.

  3. Andrea ha detto:

    Per Doomboy iliad non è uno sfigato operatore virtuale tantomeno un qualunque MVNO ..

    ILIAD è un operatore a tutti gli effetti..il 4° in Italia (4° al momento è per nascita)

  4. Piero ha detto:

    Salve volevo sapere se il credito residuo di Iliad si può utilizzare per pagare sul google play store e se c’è la ricarica costante dal menu della sim Iliad come ad es. BancoTim.

  5. doomboy ha detto:

    Ho lavorato nel campo in un contesto che si ispirava molto da vicino a Free… ed è finita male

    Per me, con un ARPU di 6€ non vanno da nessuna parte. Spero per loro che le cose cambino, ma senza che siano le tariffe a farlo, almeno non in maniera drastica.

    Per adesso, i limiti di un servizio a basso budget si vedono tutti, nella catena del valoro.

    • PicMauro ha detto:

      Non posso darti torto ma nemmeno ragione…. ragionando da consumatore ti dico che gli operatori li ho provati tutti, la penultima esperienza è stata Kena mobile… Low cost ma con il compromesso di una connessione dati 3G. Risultato: abbandonata Kena dopo una settimana.
      Credo che nell’era di FB, Whatsapp, Skype ecc il vero cavallo da battaglia sia una connessione 4G con tanti GB a basso costo. Da 10 giorni dal lancio, sempre in veste di consumatore, posso sostenere che Iliad sta soddisfacendo le mie aspettative.

      • doomboy ha detto:

        Il problema sta sempre nel punto di pareggio dei costi. Con una tariffa del genre, non copri le spese. Le prime conseguenze sono la scelta di fornitori scadenti (vedi la logistica), il personale sottopagato e sottodimensionato e l’assenza pressoché totale di QA.

        Non è un’ipotesi, e non lo dico con arroganza, solo con la diligenza del buon padre di famiglia. C’è un punto oltre il quale no puoi scendere, e se lo fai starai comprando qualcosa di scadente, in un verso o in un altro. Per altro Iliad è arrivata in Italia in un momento storico e tecnologico ben diverso da quello del decollo in Francia.. ormai minuti ed sms non contano più niente, non li usa quasi più nessuno. Contano I DATI. E tenere in piedi una infrastruttura che debba dare a tutti 30 GB al mese a quel prezzo, potrà essere molto, molto complicato, se non si risparmierà sulla qualità del servizio.

        Ripeto, non è per “gufare”: Ho visto morire un virtuale dall’interno, che è partito inseguendo il business model di Free.

        • Redazione ha detto:

          Il virtuale di cui forse parli ha fatto il passo più lungo della gamba, offrendo tariffe ai clienti che erano più basse di quelle che pagava al gestore di rete, quindi è un caso che con Iliad non ha la minima pertinenza. Così come è opinabile il discorso del corriere scadente… se avessero scelto SDA o un altro vettore, ci sarebbero stati ugualmente commenti del tipo “hanno scelto il corriere peggiore…”. Se al posto di Nexive avessero scelto Poste Italiane, i commenti sarebbero stati “con le Poste ti spariranno le SIM o arriveranno con comodo in un paio di mesi…”.

          Sono i classici discorsi da italiani, in cui ci si lamenta sempre, anche quando ti danno la luna. Il business model di Iliad ha solide fondamenta, come hanno dimostrato già in Francia, hanno buona liquidità come gruppo e Niel è un imprenditore che sa il fatto suo (quella dei distributori di SIM è una “genialata” non da poco, soprattutto in ottica contenimento costi).
          Ricordiamoci poi che è stato lanciato un gestore infrastrutturato e, come è successo praticamente anche ai suoi concorrenti in fase di lancio, di problemi o anomalie ne hanno registrate tutti. Diamo tempo al tempo, tra un anno o due si potrà dire se sarà un successo, un mezzo successo, o un fallimento.

  6. Thomas ha detto:

    Io per ora non ho problemi, devo peró testare i dati nella vicina Slovenia perchè chi ha già provato riferisce l’impossibilità di usare il roming. Ip ancora francese con blocco delle app geo localizzate, dicono di portare pazienza al 177

  7. Gabri ha detto:

    Ho letto che basterebbe per ora finché non faranno un fix lato server, mettere il +39 davanti perché se no il prefisso di iliad lo leggono come prefisso del Portogallo. Provate e dite… Ciaooo

  8. Maurizio Tosetti ha detto:

    Vi ricordo che esistono anche i costi di roaming Wind 3 non crefo che la tariffa di 5,99 euro duri per sempre, anzi sara’ occasionale.

  9. PicMauro ha detto:

    Per quanto riguarda l’MNP e instradamento delle chiamate sia io che mia moglie non abbiamo riscontrato nessun problema

  10. PicMauro ha detto:

    Per #Mosè: Se ti riferisci al management di Iliad rimani o ritorna con il tuo operatore di partenza. Ti posso assicurare che bene o male nessun operatore rispetta la CdS e cosa più importante noi ovvero i CLIENTI. Leggo tra i vari commenti diverse problematiche che personalmente non ho riscontrato, quindi premettendo che l’azienda iliad Italia è giovane diamogli tempo (chi ricorda il debutto di Wind?).
    Cosa importante: avete problemi? chiamate il 177 e esponete i problemi che avete riscontrato… scrivere commenti negativi e/o le vostre problematiche qui su #universoFree risulta essere poco costruttivo solo per voi.

  11. mosè ha detto:

    Salvo dimenticarsi di dire che una parte del guadagno lo fanno gestendo tutto alla carlona, infischiandosene ampiamente dei contratti, della carta dei servizi, dei regolamenti e di ogni cosa a tutela dei diritti dei consumatori.
    Un bel risparmio, fatto sulla pelle di chi avrebbe bisogno di un gestore serio e non di uno scappato di casa.

  12. Elisabetta ha detto:

    Qualcuno lo ha già messo in Toscana?come si trova? Sto cercando recensioni dettagliare… Vi ringrazio. E.D.

  13. mattia ha detto:

    stesso problema…

  14. FABIO MARELLI ha detto:

    Complimenti! Niente da dire, sono all’avanguardia rispetto alle compagnie tradizionali, e’tutto ben programmato e organizzato! Chapeu!

  15. CARMINE COLACINO ha detto:

    un solo problema per ora, il numero che ho trasferito da wind a iliad non risulta raggiungibile dai mobili wind e vodaphone, né dai fissi wind/infostrada, ormai da diversi giorni dopo l’effettiva migrazione

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: