Iliad: svelato chi progetta e realizza le Simbox


A poco più di un mese dal lancio dell’imperdibile offerta di debutto sul mercato italiano, è stata svelata l’azienda che si sta occupando – e continuerà ad occuparsi – della realizzazione delle Simbox, i totem interattivi per l’acquisto delle SIM del nuovo operatore di telefonia mobile, collocati negli store Iliad e nei Corner presenti in tutta Italia.

Corner Iliad La Romanina

L’azienda selezionata per lo studio preliminare e la realizzazione delle Simbox è il Gruppo Aures, dal 1989 leader del settore POS e sistemi di pagamento. L’azienda mette peraltro in campo un know-how di un certo livello, avendo già equipaggiato alcuni componenti degli oltre 1.500 “bornes interactives” Free Mobile in Francia.

Un impegno di un certo livello in quanto, come noto, non è stato sufficiente replicare il modello della francese Free Mobile, ma si è reso necessario – in ossequio alla legge italiana – dotare i distributori di SIM della possibilità di identificare il cliente (mediante registrazione di un breve filmato) e acquisire una copia di un documento d’identità valido.

In un comunicato rilasciato qualche giorno fa dalla stessa azienda interessata dalla realizzazione delle Simbox, si legge che:

Nell’ambito del lancio della sua offerta commerciale in Italia, il gruppo Iliad ha affidato al Gruppo Aures lo studio e la produzione di tutti i chioschi di distribuzione delle SIM, che sono e verranno installati negli Iliad Store e Iliad Corner.

Non è stata resa nota la reale dimensione della commessa, ma il Gruppo Aures assicura che l’ordine richiesto da Iliad è “significativo” e che contribuisce a rimarcare la solidità dell’azienda.

Fonte: Les Echos – Gruppo Aures


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 5.920 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

3 Risposte

  1. Asllan ha detto:

    Come mai per noi che siamo stranieri Albanesi non che nessuno offerta di chiamate gratis???? grazie

  2. fedegrt ha detto:

    Veramente i borne interactive in Francia sono fatti dalla http://www.ipmfrance.fr

    • Redazione ha detto:

      L’articolo parla delle Simbox italiane, il solo riferimento a quelle francesi è per la componentistica affidata in parte a questa azienda (non mettiamo in dubbio che la realizzazione finale per il mercato francese sia di IPMFRANCE).

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: