Copertura rete Iliad: salgono a 138 gli impianti autorizzati nella città metropolitana di Milano


Cresce ancora il numero di autorizzazioni per nuovi impianti Iliad nella città metropolitana di Milano, che – ad oggi – hanno raggiunto quota 138, di cui 69 nel solo comune di Milano. Nella vicina provincia di Monza Brianza, gli impianti autorizzati salgono invece a 18.

Queste le zone dell’hinterland milanese dove sono previsti nuovi impianti di proprietà Iliad (in grassetto le “new entry” rispetto alla nostra ultima verifica):

  • Assago
  • Bollate
  • Bresso
  • Cernusco sul Naviglio
  • Cerro al Lambro
  • Cesano  Boscone
  • Cesate
  • Cinisello Balsamo
  • Cologno Monzese
  • Corbetta
  • Cormano
  • Cornaredo
  • Corsico
  • Cusano Milanino
  • Garbagnate Milanese
  • Gorgonzola
  • Lainate
  • Legnano
  • Melzo
  • Novate Milanese
  • Opera
  • Paderno Dugnano
  • Parabiago
  • Pero
  • Peschiera Borromeo
  • Pieve Emanuele
  • Pioltello
  • Rho
  • Rozzano
  • San Donato Milanese
  • San Giuliano Milanese
  • Segrate
  • Senago
  • Sesto San Giovanni
  • Settimo Milanese
  • Trezzano sul Naviglio

Impianti Iliad Regione Lombardia

Questa la situazione aggiornata per quanto riguarda la Regione Lombardia:

  • Impianti autorizzati in tutta la città metropolitana di Milano: 138
  • Impianti autorizzati in tutta la provincia di Monza Brianza: 18
  • Impianti autorizzati nella provincia di Como: 2
  • Impianti autorizzati nella provincia di Varese: 1

Un totale di 159 impianti, a cui vanno ad aggiungersi le pianificazioni annunciate per la città di Varese (dove sono previsti 18 impianti nel corso di quest’anno) e la città di Como (qui ne sono previsti 21 impianti).

Nella sola Regione Lombardia entro la fine di questo 2018 dovrebbero quindi (il condizionale è d’obbligo) entrare in funzione quasi 200 impianti.

Si tratta naturalmente di un dato parziale, visto che mancano all’appello i dati di molte altre città lombarde, a partire da Brescia e Bergamo (dopo Milano e insieme a Monza, quelle con il maggior numero di abitanti), ma anche Lecco, Cremona, Mantova, Pavia, Lodi e Sondrio.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 6.100 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

52 Risposte

  1. bifax ha detto:

    Enel e Cassa depositi e prestiti, ne sono i proprietari alla pari in Open Fiber. Quest’ultima firma accordi con i sindaci di tutta Italia. Dai micro comuni in su, investendo e mettendo la fibra fino al piano. Noi cittadini non abbiamo alcun costo in quanto Open Fiber si fa pagare poi dai gestori di telefonia mensilmente e per sempre, quando un utente richiede al proprio gestore la fibra ftth,. Tutto qui! 🙂

  2. Giuseppe Giordano ha detto:

    Devo dire che ancora utilizzano l’ip francese,chi viene fare una verifica lascio il link,per questo ce ancora il ping altohttps://public.gfsolone.com/tools/ip/

  3. Anna ha detto:

    Da ma in provincia di Lucca 4G perfetto 👌

  4. kasbabir ha detto:

    bravissimi, sono contento per i cittadini di Milano, ma invece di aumentare i ripetitori solo nelle grosse città dove siete già presenti, perché non andate avanti anche nelle varie province dove al momento non arrivate minimamente o se arrivate andate a singhiozzo?

    • pieschy ha detto:

      Premetto ne lavoro ne pubblicizzo Iliad e mi sento “fortunato” perchè a Milano funziona bene…però voglio essere obiettivo….diamogli poveracci un pò di tempo. Io sono stato uno dei primi negli anni 90 ad avere il gsm, uno dei primi clienti Vodafone (ai tempi Omnitel) e SIP (TIM) e quando son partite funzionavano discretamente solo nei centri della grandi città. Idem per Blu (ormai defunta), Tre ha tirato 10 anni e più solo perchè andava in roaming su TIM (e fino all’ultimo anno solo per voce/sms) questi son partiti il 29 maggio cioè poco più di un mese fa e già funzionicchiano come i “classici” funzionano dopo più di 20 anni di installazioni siti etc…diamogli un pò di tempo e fiducia. Non si può pretendere che in un solo mese siano all’altezza di TIM e Voda su tutta Italia. Fra l’altro appena la sim mi è arrivata l’ho provata su un nokia 2g di 20 anni fa ed agganciava Wind in roaming quindi comunque i minuti ed sms illimitati sarebbero comunque utilizzabili e velocità a parte quindi diciamo che dove prende WindTre prende iliad. Sono nuovi ed è uno, due per qualsiasi cosa paghi quello che trovi…non è che con 6 euro si può pretendere da subito che prenda nell’aspromonte o nelle gallerie in tutta Italia. Per quello se e ma (il territorio italiano è complicato) c’è Voda o Tim ma pagando almeno 3 volte di più. Ovviamente rispondo al post ma non solo a te parlo in generale….se nel vostro territorio arriva wind/tre allora almeno per voce ed sms iliad funzionerà …per i dati amen ci si accontenta di quel che si ottiene. Quindi dipende dalla classica domanda: lo vuoi usare come telefonino? Allora OK, lo vuoi usare come sostituto della fibra ottica? Allora dipende da dove ti trovi. Per il resto son sicuro che migliorerà progressivamente ma una rete cellulare non si costruisce in un mese. Ripeto la copertura è Wind e per 6 euro al mese neanche wind stessa ti da tutto illimitato. I fondi li hanno stanziati…un po’ di pazienza per gli amici che non vivono nelle grandi aree metropolitane.

  5. Franko ha detto:

    Chiedo gentilmente se qualcuno di Torino può darmi qualche indicazione. Io sono molto deluso.

    • Iddru Sugnu ha detto:

      Deluso di che, mi ha toccato 36 mega a torino io che smanetto un “pochino” non consiglio a spada tratta iliad, ma tre tutti i gestori di telefonia è il più sincero, dice e fa quello che può dire e fare (vero-falso), come utente omnitel sinceramente nessuno mi batte, a torino son passato ad omnitel quando già a carmagnola non prendeva, ma a quel tempo il family (chi si ricorda questo termine?) non esisteva… quindi solo per avere un cellulare ETACS ( avete capito che in confronto a voi parlavo al telefonino quando molti, di voi, ma non tutti, mandavano i messaggi di fumo) dovevo pagare 150.000 lire, chiamate e sms a parte…. quindi Iliad che consiglio a me (ho 3 numeri iliad, 2 Tim, uno vodafone che ucciderò molto presto 🙂 e uno fastweb mobile a 2,95€) non lo consiglio a chi vuole la pappa pronta e pretende tutto e subito.
      Prendetevi Rubafone e PAGATE!!
      Basta poco che c’è v’ò!

    • Pietro ha detto:

      Io lo dico e ridico. Non vendo Iliad quindi parlarne bene o male non da ne leva nulla. Mi è piaciuto il commento di “Iddru Sugnu” perchè mi ricordato gli albori della telefonia quando era un lusso (sia terminali che tariffe) e per telefonare si doveva essere contorsionisti per trovare il segnale. Oggi leggo lamentele perchè un’operatore REALE dopo soli 3 mesi non schizza a 100mb. Bisogna secondo me pensare prima di lamentarsi. Lato voce visto che si appoggia a WindTre credo si possa telefonare e mandare sms in quasi tutta Italia ci mancherebbe che non funzioni a Torino. Lato velocità ci vorrebbe, prima di parlare, avere una mini-cultura su come funzionano le reti 3G/4G. Non sono linee fisse e le velocità dichiarate sono teoriche e dipendono dall’antenna, dal posto e dalla contemporaneità degli utenti. Nel caso di Iliad ha una rete proprietaria ad oggi giustamente minima ma si appoggia a Wind che fra l’altro a poco a poco sta unificando la rete con Tre e quindi anche senza il segnale “puro” Iliad le cose potranno andare solo a migliorare specie nelle aree urbane e suburbane. Poi c’è tanta ignoranza (non è offesa ma è detto nel senso di ignorare certi parametri informatici) ci montano le teste con velocità pazzesche ma via smartphone una connessione a 20 mbps ti permette di fare TUTTO in tempo reale (sullo smarphone non scarichi file da 10Gb) il criterio è: se riesci fluidamente a vedere un video o un film in FullHD 1080p senza scatti sei a cavallo per qualsiasi altra cosa….e quel tipo di uso non supera circa i 16mbps. Quindi non mi farei paranoie se con gli speedtest leggo 20/30/40 mbs. Inoltre nelle (purtroppo poche ad oggi) province dove la rete WindTre si è unificata le performance sono da paura ma ripeto la velocità è sempre variabile. Io dentro casa ad un terzo piano in prov. di Milano non scendo sotto i 40/50 (poche volte) e molto spesso supero i 100Mbps con un record per me “storico” di 146Mbps in download da dentro casa. Velocità mai raggiunta ne con Tre, ne con TIM negli ultimi 3/4 anni a parità di postazione (casa in interno). Quindi io direi diamo tempo a questo nuovo gestore. I tradizionali per creare qualcosa di capillare, relativamente funzionante ci hanno messo 10 anni facendosi pagare tariffe di 20/25 euro al mese con soglie mai sopra i 5/10Gb, senza sms, con servizi supplementari a pagamento e senza chiamate internazionali…qui si pagano 6 euro al mese….qualche “lacuna” specie che siamo all’inizio ci sta tutta. Non si può pagare pochissimo e pretendere la prima classe. Chi ha esigenze particolari si faccia i conti e scelga i contratti di Vodafone a 25/30 euro al mese.

  6. pieschy ha detto:

    Con autorizzati penso si sottointenda “installati” perchè poco interesserebbe sapere che hanno ricevuto autorizzazioni ministeriali varie. A Cesano Boscone io con Iliad navigo dentro casa fino a 60mbps e fuori ho toccato i 120mbps deduco quindi di viaggiare su antenna e infrastruttura Iliad non condivisa. Ovviamente il segnale è sempre a palla. Ragazzi non per difenderla ma ha “solo” un mese e copre bene o male tutta Italia ed ha annunciato un miliardo di euro per creare una sua infrastruttura. Di fatto se ad oggi in alcune zone non si raggiungono le velocità di cui sopra di fatto copre già tutta Italia. Ovvio sono scelte, ma a 6 euro al mese mi accollerei anche una bassa velocità. Io uso lo smartphone come telefono perchè ho la fibra quindi anche se navigasse a 10mbps non mi cambia la vita…ma i minuti sono veramenti illimitati e per il costo per me è già ok.

    • dobale ha detto:

      Dovresti comparare i valori con wind. Tanto per sapere, che valore hai di ping, nei tuoi speedtest? 🙂

      • pieschy ha detto:

        Sinceramente Wind non l’ho provata (mai piaciuto come gestore). I valori di ping a dire il vero sono elevati, da speedtest su server vodafone vanno dai 70 ai 108ms…ma gli ip ora sono rilasciati o meglio riconosciuti come Italiani tanto che riesco a guardare raiplay, infinity, skytg24 senza problema, youtube, radio in streaming. Tranne per poche applicazioni in realtime il ping elevato non dovrebbe inficiare l’utilizzo quotidiano. Poi ripeto io ho fatto prove perchè per il resto non uso iliad in sostituzione di una rete fissa.

      • bifax ha detto:

        Dobale, credimi, l’ho scritto piu volte su Universo Free e ho gli screenshot accoppiati ma qui non si possono postare: stesso telefono, stesso posto, a distanza di 2 minuti sim wind e sim iliad…. Ping dal centro di Parigi (ille de france) di 82 per iliad. Ping di 8 per wind. Speed test Ookla per entrambe: iliad 124 in dw, wind 68 in dw. Non continuate con la storiella del run roaming di iliad su rete wind, che tanto vanno uguali, per cui chi andava bene con wind andrá bene con Iliad. Wind (per fortuna) si limita a veicolare il segnale di Iliad, dove i pali di iliad non ci sono. Usando l’app Open Signal potete vedere in tempo reale il vostro cell con sim Iliad come prende il segnale: dove, come e perché. In alcuni punti io e molti ma molti altri possiamo garantire che rispetto a wind non c’é storia e… Non mi dilungo sugli speed test di confronto con Vodafone. Sono a Milano, bacino di utenza economicamente importante per iliad che per sua scelta porta a casa il 6% di margine dei nostri 5,99€ mensili, a fronte di investimenti milionari a LUNGO termine. Non pensiate che nella “Miami del Salento” o in comuni con poce migliaia di residenti, in un mese la bacchetta magica di iliad arrivi! Ci vuole tempo e pazienza. Tim non aveva il 98% di copertura nazionale dopo un mese dall’accensione. Tempo al tempo, avete “investito” 5,99 +9,99 € ? Mica andrete in rovina, rimettete la vostra sim H3G e imprecate tutto il giorno come hanno fatto ieri per assenza totale di accesso ai dati a livello nazionale… Oppure se siete masochisti, rimettete la vostra sim wind e aspettate con fiducia il prossimo black out nazionale!!! Inutile lagnarsi di iliad… Tempo al tempo!!

        • dobale ha detto:

          E chi si lagna! Bravo, hai corretto il costo iniziale da sostenere per entrare nell’ ILIADE… 🙂

        • pieschy ha detto:

          Ottimo commento! Mi piaci la penso esattamente come te. Ci si lamenta di un gestore appena nato che fa pagare una miseria ma che gia funziona bene in gran parte del paese. A prescindere che si dice sempre “quello che paghi trovi” direi che anche questo proverbio con Iliad è superato perchè in assoluta per me è il gestore che funziona ad oggi meglio sia in fonia che in trasmissione dati. Ovvio che (ma l’ho spiegato e lo hai spiegato ora anche te) i maggiori bacini di utenza (grandi città, località turistiche) sopratutto all’inizio sono più coperte rispetto a piccoli centri ma alla fine male che vada spendi 15.98 (pizza+birra) non fai immediatamente la portabilità (la si puo’ fare dopo) e se non piace ci si tiene il vecchio gestore. I disservizi nazionali di 3 e wind sono inconcepibili dopo un decennio di esercizio e stiamo a cercare il pelo nell’uovo a chi funziona bene dopo un mesetto? Suddai ragazzi anche se e quando si verificherà un problema con iliad glielo perdono appunto perchè sono nuovi…a windtre no infatti con quei gestori ho rotto per sempre, non sono affatto seri e neanche, ad oggi, economici. Ovviamente libero mercato, libere scelte, nessuno vi obbliga a passare o provare iliad.

  7. Franko ha detto:

    Sono molto deluso . A torino il 4G praticamente impossibile. Spesso va in 3g e poi in h+. Ho lasciato fastweb e sono pentito. Sono costretto ad andare in un altro gestore.Parliamo di Torino città. Pazzesco.

    • nastys ha detto:

      Solo perché va in HSPA+ anziché LTE non significa che sia lento. Ad esempio a me va a 24,9 Mbps in download in HSPA+ dove non c’è copertura LTE.

      • pieschy ha detto:

        Si infatti non capisco cosa si pretende di più non esiste solo LTE ed anche quello non è sinonimo di 100mbps. Io con TIM i 24.9 li raggiungevo in MI provincia con tutto LTE con 3 stendiamo un velo pietoso….quindi 25mbps in hspa+ è di tutto rispetto anche perchè come sempre detto non è che scarichi dvd dallo smartphone….con quella velocità se usi lo smartphone per come concepito praticamente fai tutto. Inoltre la rete è in espansione e inoltre un bundle così completo a 6 euro al mese non lo da nessuno. Se poi come sempre ci si deve lamentare perchè pagando meno di una pizza al mese non si raggiungono i 50mbps allora, scusate la cattiveria, pagate 20 euro alla Vodafone e forse viaggiate più veloci…ed anche li non ne son così sicuro.

  8. Paolo Punzo ha detto:

    A Napoli la copertura fa pena. Al Vomero quasi tutto in 3g. Mi dispiace ma se continuano ad usare i ponti Tre stanno ancora a zero. Io sono rientrato con vodafoVo che rimane la migliore con 7 euro al mese 1000 minuti e 20 giga ma in 4g praticamente dappertutto.

    • Feiore ha detto:

      Non esageriamo, non ovunque è cosi. A napoli ci sono stato, zona centrale centro direzionale. Copertura ottima con un download superiore ai 70mb

    • matteospirandelli ha detto:

      Perchè non ho.?

    • nastys ha detto:

      Comunque è molto veloce in HSPA+, sono riuscito a raggiungere 24,9 Mbps in download.

    • pieschy ha detto:

      Non vivendo a NA io non posso parlare della copertura. Però permettimi una cosa….dipende da come si usa un “cellulare”. In troppi oggi pretendono che sia il sostitutivo di telefono fisso + fibra ottica allora per quella tipologia di utenti forse il 3G è poco. Ma se usi lo smartphone per telefonare e fare quelle 4 attività (whatsapp,fb,meteo,qualche video, news) bastano velocità compatibili al 3G. Ovvio che ognuno ha le sue esigenze…ma sinceramente per me non ha senso pagare 1 euro in più per avere “solo” 1000 minuti , 10gb in meno anche se a piena velocità. Ma ripeto sono considerazioni personali quindi nessuna critica. Io di Vodafone ho fisso+fibra a casa, sto molto tempo a casa quindi le cose “pesanti” (film in streaming) le guardo in fibra…ho la fortuna che iliad mi va in 4G da dio anche dentro casa ma anche se andasse a “movimento lento” con 5,99 ho fatto quasi 4000 minuti di chiamate in un mese, internet fuori casa lo uso per quelle 4 app citate e stop. Y va bien 🙂

  9. dobale ha detto:

    Autorizzati non significa già installati. Quanto tempo intercorre tra le due cose? Quanti sono gli impianti iliad già installati, spenti od accesi che sia? Qualche bella foto (non generica) e una mappa generale, comprendente anche quelli ceduti da wind tre, sulla copertura autonoma? Capisco che la cosa è lunga ed impegnativa, ci vorrà qualche anno, ma qualche notizia in più (da parte di iliad), tutti i nuovi clienti, la meriterebbero. La mia non è una critica, bensì un auspicio. 🙂

    • Redazione ha detto:

      Infatti nell’articolo (come in tutti i precedenti) è ben specificato che si parla di impianti autorizzati, nessun riferimento a impianti installati. Ci piacerebbe dare qualche informazione in più, ma devono arrivare direttamente da Iliad, perché certi dettagli li conoscono solo loro. 😉

      • dobale ha detto:

        A mio modesto parere, su questo, dovrebbero essere meno ermetici; è nel loro interesse informare i clienti. Grazie della risposta. 🙂

    • bifax ha detto:

      Beh… Non é che ci addormenteremo con il sorriso sulle labbra sapendolo!! Il mio comune é in elenco, non in grassetto, ma non mi cambia la vita, ho un segnale perfetto, uno speed test che fa invidia a molti, spendo molto meno di prima e mi accontento così. Dubito che Iliad vada a rivelare i suoi singoli investimenti e la data di accensione di un certo palo. Si paga un servizio e in cambio riceviamo un ottimo servizio, lasciamoli fare con calma. Poi…. C’é sempre il cronico utente che si lamenterá, che ci volete fare?

  10. Andrea Casti ha detto:

    In Sardegna nulla?

  11. Zioalf ha detto:

    Provincia di Brescia?

  12. Marco ha detto:

    Ma perchè solo Lombardia (Milano nello specifico)? Nei paesi in provincia di Lecce (la nuova Miami del sud) perchè nessun upgrade di impianti???

  13. Maury ha detto:

    E nella altre città come siamo messi, ad esempio Trento e Bolzano.

  14. Feiore ha detto:

    Negli ultimi articoli si parla sempre e solo della Lombardia. Ma le altre regioni?
    Altra domanda, si sente dire che al momento le torri iliad sono ancora spente, perché? E quando saranno accese? Forse bisognerebbe fare chiarezza su questo punto, magari con un bel articolo dedicato, invece di parlare sempre e solo di autorizzazioni sulla Lombardia..

    • Trallallero ha detto:

      Lascia perdere, qui non troverai altro che lodi a Iliad, mai un accenno ai tanti disservizi, ne non quando sono in fase di risoluzione.

      • Redazione ha detto:

        Prima di offendere il lavoro altrui, magari vuoi anche dire a chi ci legge cosa fai di bello nella vita “Trallallero” e per chi lavori? Forse renderebbe tutto più chiaro a molti, chissà.

        Detto questo, qui non trovi solo lodi, sono segnalati i disservizi in corso e c’è una apposita sezione del sito proprio su questo e stiamo anche dando una mano a molti utenti a segnalare ad Iliad disservizi meno impattanti, ma che comunque stanno creando problemi o disagi ad alcuni clienti. Forse facciamo anche più di quello che dovremmo per aiutare i nostri lettori 😉

      • pieschy ha detto:

        Più che altro scherzosamente ti chiamerei Trollallero 🙂 E’ un forum ognuno riporta le proprie esperienze non ci sono lodi perchè non devo pubblicizzare Iliad ne ci guadagno nulla nel dire che qui funziona benissimo. Disservizi non ne ho mai avuto ed in meno di un mese ho fatto 55 ore di chiamate e usato 8gb di dati. Ovvio che da altre parti in Italia potrebbe essere diverso ma questo con tutti i gestori. Anche TIM in alcune parti d’Italia funziona da schifo a distanza di 20 anni e passa che è sul mercato. In ogni caso non capisco la polemica. E’ una ricaricabile. Paghi i primi 16 euro che comprendono il primo mese e se uno non si trova bene non la ricarica più. Mica è un mutuo! Fra l’altro a differenza di altri operatori puoi fare la portabilità a posteriori. Io infatti ho attivato numero nuovo senza portabilità iniziale proprio per diffidenza….per motivi miei mi tengo il numero nuovo, lo possono fare tutti ed in caso dopo averla provata fanno la portabilità. Forse e con un po’ di cattiveria il problema è di quelli che rosicano perchè paghiamo 6 euro al mese per avere più di quello che altri hanno a 20 euro al mese.

    • Redazione ha detto:

      Perché come spiegato più volte, la Lombardia è una delle poche regioni in cui i dati sono resi pubblici e aggiornati regolarmente. Altre regioni o non li pubblicano o forniscono dati vecchi a volte di anni, motivo per cui segnaliamo solo quelli più aggiornati. Quando abbiamo informazioni ufficiali o comunque certe, per poter pubblicare un approfondimento del genere, lo faremo più che volentieri 😉

      • bifax ha detto:

        Fate uno screenshot di quest’ultimo post della redazione, puó servire ad alcuni come promemoria per non continuare a leggere delle mancanze di Iliad nella Miami del Salento, in Sardegna o come mai in Croazia o Ucraina non va. Se i dati in Lombardia sono pubblici, si pubblicano i dati pubblici. Se per esempio (ripeto per esempio) in Calabria i dati non sono pubblici, non si parlerá mai qui di quanti pali di proprietá di Iliad verranno installati (sempre per esempio) in un comune in provincia di Cosenza. Basta uno screnshot e ve lo ricordetete 🙂

    • nastys ha detto:

      Iliad non può accendere le proprie antenne finché non vengono liberate le frequenze usate dalla rete separata di 3, e per farlo devono aggiornare le vecchie antenne sia di Wind che di 3 ed eventualmente riconvertirle per emettere solo il segnale di Wind (e provvisoriamente anche quello di Iliad).

      • dobale ha detto:

        Avranno delle scadenze di tempo nel liberare le frequenze? A che punto sono con i lavori? Vallo a sapere….. 🙂

        • nastys ha detto:

          Dovrebbero completare i lavori in circa 2 anni, ma in caso di ritardi eccessivi sarà possibile estendere gli accordi di RAN sharing per altri 5 anni, per un totale di 10.

      • pieschy ha detto:

        La cosa è un pò “trubola” ma per la mia esperienza in TLC posso solo dire che Iliad ha regolare licenza ministeriale per determinati blocchi di frequenza che già utilizza. il RAN non è il roaming ma solo la condivisione dell’accesso radio con la rete windtre. Per farla facile le antenne ricevono da A a Z (la faccio semplice) da A a G è WindTre da G a Z è Iliad ma dopo la mera parte radio instradamento, hlr, rete in fibra ottica (c’è la mappa sul sito) sono Iliad ecco perchè è un gestore a tutti gli effetti e non operatore virtuale. Ne scaturisce che Iliad accende già ora le sue antenne. Ha frequenze assegnate che non interferiscono con WindTre piuttosto dove non ha antenne attive condivide la semplice antenna. Spero di essermi spiegato in modo comprensibile 🙂

        • nastys ha detto:

          Beh, dipende dall’architettura usata per il RAN sharing, che in ogni caso permette di emettere sia il segnale di Wind che quello di iliad. Davo per scontato che iliad usasse le stesse frequenze di Wind (anche perché esiste ancora la rete separata di 3), ma è possibile che usi anche le proprie frequenze. Poi chiaro che iliad usa la sua core network; tra l’altro anche i full MVNO hanno le proprie infrastrutture (però in roaming). Sei sicuro che iliad abbia già acceso alcune delle proprie antenne?

          • pieschy ha detto:

            Beh non lavoro per loro quindi di sicuro non c’è niente ma come spiegato prima non essendo roaming ed essegno assegnataria di frequenze proprie sono quasi certo che “l’antenna” riceve e trasmette su una certa banda per Iliad e per il resto per WindTre dopo di che il core network è tutto Iliad. Anche vero che in altre parti probabilmente maschera tutto e va semplicemente in roaming su WindTre. Se poi sia un’antenna proprietaria Iliad o quanto detto sopra non ne sono certo perchè anche utilizzando varie utility avendo un’id operatore suo non è facile scoprirlo. Il dubbio mi viene perchè fino a poche ore fa ho raggiunto 120Mbps anche dentro casa quindi mmh direi che se fosse il tutto condiviso dubito ci si possa arrivare visto che sia con 3 che con Wind certe velocità mai notate. Altra riflessione….esiste la co-locazione dei siti in due parole nello stesso sito fisico (palo) vedi antenne di diversi gestori perchè ormai gli spazi son quelli che sono….quindi non escluderei, in forza degli accordi con WindTre e vista l’assegnazione di frequenze proprie in un “palo” (chiamiamolo cosi’) ci sia un’antenna di Wind ed una di Iliad e quindi quel “palo” a tutti gli effetti è un node-b di Iliad. Per lavorare ci lavorano basta guardare sul sito e cercano esperti in acquisizione siti, hanno il contratto con il principale installatore di antenne mobili….ed un miliardo di investimenti non sono noccioline.

        • bifax ha detto:

          Parole sante Pieschy, dovrebbero farti una gigantografia, cosi si evita di ripetere le stesse cose, spiegate da te in modo chiaro, semplice ma sopratutto ovvio.

  15. Giuseppe ha detto:

    Noi del sud siamo sempre l’ultimo carretto del carro.

    • Feiore ha detto:

      Gli ultimi saranno i primi…

    • pieschy ha detto:

      Ma non saprei e sopratutto non so le politiche dei vari gestori ma io ti posso dire che io a Milano con TIM non andavo a più di 50…a PA in periferia (casa dei miei) ho registrato fino a 150mbps….da me qui in prov di Milano (8km dal centro) hanno portato la Fibra al Cabinet (quindi VDSL) 1 anno e mezzo fa e mio padre l’aveva già da più di 2 anni…a mio padre ieri gli hanno portato la vera fibra ottica dentro casa e qui non ci sono neanche previsioni. Direi che dipende da una serie di strategie e politiche poco decifrabili ma nel campo telecomunicazioni penso che quasi quasi siamo più discriminati al nord che al sud….l’amico mio a 20 km da Milano solo da poco mesi ha l’ADSL a 20mbps…fino a 3 mesi fa solo tim ed ad 8mbps…di fibra da lui manco a parlarne 🙁

      • Luigi ha detto:

        Non è questione di nord o sud, ma di logiche di copertura. TIM come tutti gli altri operatori ha investito sulla fibra nelle principali città (io a Milano ho la fibra 1 Gigabit da quasi un anno), lasciando per ultime tutte quelle zone con meno abitanti (e quindi anche meno interessanti per un rientro dell’investimento), ovvero anche molti comuni periferici di città come Milano, Roma e sicuramente anche Palermo e via dicendo. L’unica fortuna che abbiamo sono i mega investimenti di Open Fiber anche nelle zone a basso rendimento, che nel giro di pochi anni dovrebbero essere coperte in fibra e aiutare a ridurre finalmente il digital divide…

        • bifax ha detto:

          Da me Open Fiber sta facendo un lavoro incredibile. Stada per strada, portone per portone e pianerottoli vari. A seguire una telefonata al proprio gestore telefonico, mandano il tecnico in casa a mettere uno scatolino, e la fibra diventa ftth con 948 mb/s. Da questo punto di vista iliad si troverá un’autostrada libera davanti, trovandosi le infrastrutture ftth giá fatte. Quando deciderá di entrare nel settore casa/aziende, ne vedremo delle belle!!!

          • dobale ha detto:

            Chi le paga ste infrastrutture? Tanto per sapere.. Cittadino di città sempre di serie A? Cittadino di campagna di serie DEFGHIL?… mah… 🙂

          • pieschy ha detto:

            @dobale: purtroppo è così. La logica è quella del mercato quindi si investe di più ove si può guadagnare di più ma valle per tutti i settori merceologici. Non vado ad aprire un centro commerciale di 1000mq in un paese isolato per il semplice fatto che con i pochi abitanti della zona neanche ci pago i costi di gestione, altro che guadagni. In telefonia è lo stesso. Non investo da subito in 4G+ (antenne,fibra ottica, etc.) per 1000 abitanti ma lo faccio piuttosto a MI/RM ove potenzialmente posso avere 100.000 utenze. Ma ripeto non c’entra iliad tutti i gestori hanno sempre fatto così. Nelle aree rurali a stento si riesce a telefonare con qualsiasi gestore ma nulla di molto in più. Ma ripeto è la logica del mercato.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: