Ritardi portabilità da Vodafone ad Iliad: dal 3 settembre aumenteranno gli ordinativi giornalieri (ma non basterà)


Esclusiva UNIVERSO Free | Proseguono da circa un mese i ritardi nelle portabilità del numero da Vodafone verso Iliad, ritardi che stanno coinvolgendo un numero sempre maggiori di clienti che hanno deciso di abbandonare il vecchio operatore per il nuovo entrante sul mercato.

Per fare chiarezza una volta per tutte, va spiegato che i ritardi sono dovuti ad un limite giornaliero sulle portabilità previsto dalla normativa vigente (Allegato 1 – delibera n.147/11/CIR dell’AGCOM, che potete scaricare anche da qui), che nelle ultime settimane è sempre stato superato da Vodafone (operatore “Donating”, ovvero che sta cedendo le proprie linee), causando i ritardi di cui tanto si discute.

Iliad vs Vodafone

Iliad, in questo contesto, può solo informare i propri clienti che l’allungarsi delle tempistiche nelle portabilità del numero non dipende dalla propria volontà, scusandosi per colpe che sostanzialmente non ha, invitandoli a pazientare alcuni giorni.

Secondo la delibera citata, ogni singolo operatore può adeguare la propria capacità giornaliera anche in funzione delle richieste di mercato. Ciascun operatore comunica all’AGCOM, entro il giorno 10 di ciascun mese, il numero medio giornaliero di richieste di portabilità, ricevute nei due mesi precedenti.

Fonti interne all’azienda ci confermano che Vodafone ha formalmente adempiuto al suo obbligo previsto dalla normativa, comunicando ad Iliad lo scorso 9 agosto che avrebbe aumentato la sua capacità di evasione giornaliera delle richieste di portabilità verso altri operatori di 3.000 unità, passando dagli attuali 33.000 ordinativi giornalieri ai 36.000, a partire dal prossimo 3 settembre.

L’aumento di 3.000 unità giornaliere è indicato nella delibera per quanto riguarda gli operatori “donating” con propria rete, tuttavia ogni singolo operatore – quindi anche la stessa Vodafone – ha la facoltà di incrementare la propria capacità di MNP ben oltre le 3.000 unità, se si verificano situazioni eccezionali (come sta avvenendo da diverse settimane).

Purtroppo non l’ha fatto, generando gli attuali disagi che tutti i clienti stanno subendo, con attese anche di 10 giorni per una portabilità del numero che normalmente, in situazioni ordinarie, impiega poco più di 48 ore lavorative.

La Delibera 147/11/CIR AGCOM, in due specifici paragrafi, prevede espressamente dei meccanismi utilizzabili dagli operatori “donating” (Vodafone in questo specifico caso) per poter incrementare anche di più di 3.000 unità la propria capacità di evasione:

Art. 8, comma 5: Ogni singolo operatore adegua la propria capacità giornaliera anche in funzione delle richieste di mercato;

Art. 9, comma 3: Al verificarsi di accumuli di arretrati di lavorazione di ordinativi di portabilità, gli operatori cooperano nell’adottare misure straordinarie per lo smaltimento di tali arretrati, individuando le modalità operative idonee a minimizzare gli impatti sugli operatori fissi e terze parti che partecipano al processo in atto ed a minimizzare i disservizi all’utenza.

La stessa Iliad, per poter smaltire la grande mole di richieste e tutelare i tanti utenti che stanno attendendo il passaggio del numero, ha chiesto a Vodafone circa 10 giorni fa, un intervento urgente in cui aumentare, anche temporaneamente, il numero di ordinativi giornalieri di molte decine di migliaia, ma ad oggi nessuna risposta è mai pervenuta dalla controparte.

In parallelo, mentre utenti provenienti da Vodafone stanno aspettando la portabilità, con notevoli ritardi e disagi, pensando che il colpevole sia Iliad, Vodafone ha fatto partire una campagna winback con SMS massivi diretti ai clienti Iliad, proponendo offerte ad hoc con cui tentare di farli tornare.

Questa la situazione attuale. Dal 3 settembre dunque, l’aumento di 3.000 unità giornaliere dovrebbe migliorare un pochino la situazione ma è probabile che non la risolverà, visti i numeri in ballo e i ritardi accumulati.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 7.470 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

42 Risposte

  1. Anja ha detto:

    Io aspetto più di un mese adesso alla mia portabilità del mio vecchio numero Vodafone a Iliad. Devo prendere con me sempre due cellulari. Mio marito da Vodafone a Wind ha risolto in 48 ore. Capitato anche ad altri che aspettano più di un mese?

  2. Nicola ha detto:

    Ho chiesto la portabilità da Vodafone a iliad ed in due giorni portata a termine con trasferimento del credito residuo

  3. Angelo ha detto:

    Un saluto a tutti, io sono passato da Vodafone ad Iliad il 23 Agosto (con richiesta di portatili fatta il 9 Agosto) ,lo stesso giorno ho chiamato al 177 per richiedere l’indennizzo chiedendo quanti giorni mi sarebbero dati ma l’operatore non ha saputo darmi una risposta, ovviamente gli ho fatto presente che i giorni effettivi lavorativi sono 9 ma lui insisteva che sono 7 perché i primi due giorni non si devono contare, gli ho fatto presente che sulla carta servizi c’è scritto che dopo i primi due giorni di ritardo si devono contare anche i primi due, ma niente continuava a dire che i primi due non vanno contati e comunque ad oggi 29 Agosto non ho ancora visto ne il mio credito residuo della Vodafone e neanche l’indennizzo da parte di Iliad, è normale?

    • Redazione ha detto:

      L’indennizzo è previsto entro 30 giorni dalla richiesta, accertati solamente che ci sia la richiesta correttamente inoltrata e pazienta, a leggere altri utenti di solito sono abbastanza veloci nell’accreditare l’indennizzo.

    • Mario Rossi ha detto:

      ha ragione, l’operatore donating non paga penale sui primi 2 giorni, mai. La penale scatta dal 1° giorno di ritardo solo se ne ha accumulati almeno altri 2. Così dice la legge che ha ingenerato confusione. Se la portabilità ti arriva dopo 4 giorni lavorativi 0 indennizzo. Se ti arriva al 5°, 3 giorni.

  4. Affari miei ha detto:

    Ho fatto la richiesta di portabilità il 20 di agosto. Ad oggi 27, ancora risulta in corso. Il servizio clienti di Vodafone mi ha detto che non ha ancora ricevuto alcuna richiesta da Iliad, mentre Iliad dice di averla inviata: si vede che purtroppo Vodafone utilizza metodi risalenti ai tempi dell’arca di Noe per gestire le pratiche quando poi basterebbe poco anche per automatizzare la procedura.

  5. Gaetano ha detto:

    Io non ho pietà di nessuno, dopo la portabilità Rubafone ha avuto pure la faccia tosta di propormi di tornare con loro a 7 euro al mese, chiamate illimitate e 30 giga al mese. Ovviamente non ho aderito (il costo è sempre di 2 euro superiore), poi tanto quando gli pare fanno la rimodulazione e aggiungono altri 2 euro… Va beh.

  6. mirco ha detto:

    anche un mio collega di lavoro che ha vodafone, da 2 settimane che ha fatto la portabilità ad iliad ancora vodafone deve mollarlo ad iliad, vodafone è uno schifo come tim i peggior gestori che abbiamo in italia, e l’ AGCOM dov’è? si vede che favorisce i gestori ladri, l’ AGCOM và tolta non serve a niente.

  7. Fabrizio ha detto:

    Anch’io aspetto pazientemente la portabilità da Vodafone, per il momento sto a 6 giorni lavorativi….
    Ero tornato con loro solo da un anno spinto dalla “qualità della rete” tanto pubblicizzata, ma dopo la pessima esperienza (e non mi riferisco solo alle continue rimodulazioni e ai costi altissimi) non credo che rifarò lo stesso errore.

    • Paolo ha detto:

      E se fosse una strategia per mettere in difficoltà Iliad ? Le penali per il ritardo le deve sborsare Iliad per poi rivalersi su Vodafone. Quindi Iliad deve in poche settimane rifondere magari decine di euro ai clienti, altrimenti questi se la prendono con lei. 10 giorni di ritardo sono 25€, mica poche. Vodafone poi gliele darà magari con comodo. Alla fine è Iliad che si trova in difficoltà invece di Vodafone. Penso male ?

      • Fabrizio ha detto:

        …senza contare che con questi tempi un utente potrebbe essere costretto a pagare l’ulteriore rinnovo della sua vecchia offerta Vodafone per non rischiare di trovarsi nell’ipotesi di non poter effettuare chiamate o navigare in internet con il suo vecchio numero. Alla fine penso che tutti abbiano fatto il passaggio quasi alla fine della propria vecchia offerta, non subito dopo il rinnovo, quindi secondo me se la sono studiata bene…
        PS: Caso strano un mio conoscente che è passato a Ho Mobile non ha avuto simili ritardi nella portabilità…eppure essendo due società diverse (anche se sempre appartenenti al gruppo Vodafone) l’iter a mio parere dovrebbe essere uguale a quello verso Iliad. Se manca personale i tempi dovrebbero teoricamente allungarsi per tutte le richieste di portabilità, no?

        Queste sono ovviamente tutte teorie e non ho prove per dimostrarle, ma penso sia lecito a questo punto pensare male.

        • Fabrizio ha detto:

          Finalmente dopo 5 giorni lavorativi di ritardo (esclusi i 2 giorni lavorativi iniziali) il mio numero è passato in iliad. Ho inoltrato la richiesta di indennizzo tramite il 177 ma non mi è stato fornito alcun codice di richiesta…è normale? Ad un mio conoscente l’assistenza ha fornito un codice ed ha ottenuto i soldi dopo appena 5 ore, io invece aspetto da quasi 2 giorni lavorativi….conviene inviare anche un fax per precauzione?

  8. bifax ha detto:

    Provate per un attimo a pensare a quante decine o centinaia di migliaia di €, rubafone dovrá versare sul credito residuo dei nuovi utenti Iliad per il ritardo sulla portabilitá. Provate ora a pensare a quante volte 10-15 € mensili per utente, moltiplicato per le centinaia di migliaia di utenti spariti in un solo trimestre ci sono. Aggiungete tutti quelli in coda nei negozi rubafone per passare da quest’ultima a Ho mobile. Fatto questo immaginate la somma in soldoni. Milionate di € di mancati utili, passivi in bilancio… Il tutto andrá inevitabilmente a ricadere sulla rete migliore d’italia in termini di manutenzione, innovazione, ricerca ec. Essendo una multinazionale se il grafico Italia va giu e la Groenlandia va su, poco importa, guardano il totale, ma puó anche accadere che si tiri una linea rossa sulla parola Italia. Il tempo ci dirá come andrá

  9. bifax ha detto:

    Abbiate pietá di questi Signori di rubafone: Aldo Bisio, Amministratore Delegato, Sabrina Casalta, Responsabile Strategy, Gianluca Pasquali, Direttore Commercial Opetation. Avranno saltato le ferie, non avranno chiuso occhio la notte e probabilmente si aspettano una convocazione alla Direzione Europea del gruppo. Hanno ritirato Tutte le pubblicitá in tv, e cartellonistica stradale. Hanno rallentato gli inserimenti di nuovi utenti in Ho mobile. Non hanno adottato misure straordinarie, come indicato da Agicom, per agevolare la portabilitá verso altri gestori in modo di minimizzare il disservizio all’utenza. Hanno “creato” l’ennesima rimodulazione ai propri utenti (per stare negli obbiettivi annuali e prendersi il mega premio), convinti che gli utenti di rubafone fossero un gregge di pecore che si sarebbe fatto tosare per l’ennesima volta. Ma il gregge di pecore inesorabilmente sta fuggendo in un’altra stalla, e i Suddetti Signori e Signora, li vedono sfuggire ben sapendo che difficilmente troveranno altre cariche Dirigenziali ( online in Burundi é aperta una ricerca per figure dirigenziali in una telco emergente, li magari… Potrebbero andare a far danni in team). Morale…. Pietá per questi personaggi, e solidarietá anche per le stesse figure in Tim e Wind/Tre neo acquisita dai boccaloni cinesi, mentre la proprietá russa ha fiutato al volo il disastro imminente e ha venduto. Solo pietá per lor Signori, nulla piu per gli strateghi della rapina continua con le coperture sindacali, (per loro iliad fa perdere posti di lavoro, per cui Iliad é colpevole) e renzi minuscolo (ci vorrebbe un’enciclopedia per le malefatte nel settore telco) e del gigetto nazionale che chiede di indagare sulle sim box (!) Si il Ministro del Lavoro chiede di indagare sulle Sim Box, Magari il Ministro della salute prima o poi chiederá di indagare sui nuovi punti vendita fisici di Iliad 😦

    • Ago ha detto:

      Interessante. Sembri un dipendente avvelenato:-) Effettivamente scartata l estrema stupidità era semplicemente l avidità dei bonus a far sì che si tentasse il tutto per tutto probabilmente. Le rimodulazioni post winback fanno girare le scatole anche al più tonto dei clenti.

      Difatti la nuova strategia dovessi improntarla io é far saltare un po di teste e fare le scuse ai clienti. Sfoltire le offerte e le tariffe. Evidenziare la qualità e aggiungere benefit agli utenti di lungo corso, chessó 20 min telefonate in nordamerica se sei con voda da 1 anno, 1 GB se ci sei da due ecc. Pagate di più ma vale tutti i soldi perché avete di più.. Questa la strategia. Oppure limano i costi.

      • bifax ha detto:

        Se dai un’occhiata su Linkdin Ago, troverai (sul serio) le file di quadri e dirigenti della triade “liberi subito”. Non sono un dipendente avvelenato, ma un utente che ha ancora una sim Vodafone in uso, e che gli girano perché se volessi passare a Kena mobile (hahaha) vivrei il caos causato da rubafone. Per cui aspetto, seduto sulla sponda del fiume, tanto manca poco a veder spuntare…
        Per quanto riguarda i loro costi (6000 dipendenti solo nei negozi fisici), ci sarebbe una levata di scudi del gigetto nazionale,. Giá me lo vedo: “colpa di Iliad se rubafone oggi licenzia per abbattere i costi”

        • Paolo ha detto:

          E i costi della pubblicità ? E l’irritazione per la loro App e sito dove devi sorbirti tremila passaggi per trovare qualcosa ? O l’invadenza di Happy Vodafone che serve, in cambio di regalini inutili, a Vodafone per tracciare tutto quello che fai ? E che se lo disdici ti viene riproposto in modo invadente e sgradevole ogni volta che entri nella App ,? Confrontate col sito di Iliad, pulito e semplicissimo. Il sito di Vodafone sembra un albero di Natale. Pensato per utenti decerebrati.

      • Paolo ha detto:

        Avrebbero dovuto essere corretti e dire: noi abbiamo la rete migliore quindi vi facciamo pagare un po’ di più. Non fare entrare a 10€ e poi passare a 12 e poi magari a 15. È questo che fa imbufalire la gente. E sarà dura riacquistare la fiducia dei clienti

  10. Ago ha detto:

    Comunque se sono 30.000 giorno portati a 33000 qui balla 1 milione di clienti al mese, poi certo ne arriveranno nuovi, ma deve avere un bel saldo .. La vedo grigetta sulla trimestrale.

    Comunque ci dovrebbero essere regole per cui un operatore non puó fare campagne commerciali se la portabilità sfora di molto i tempi medi. Intanto ti dai da fare a rilasciare gli… Ostaggi… Poi si tratta.

  11. Luigino ha detto:

    Scusa Arturo ma, che significa fuori Roma nessuna copertura?
    Dovresti indicare i paesi e le zone fuori Roma, in cui non riscontri la copertura.

  12. Giulio ha detto:

    Confermo quanto scritto da Luchino. Chi si trova in questa situazione si ricordi di chiedere indennizzo a Iliad a portabilità avvenuta. Basta telefonata, é un diritto espresso nella stessa delibera AGCOM e ricevete credito su SIM. Si tratta di 2,5 euro al giorno di ritardo ma va richiesto, non è automatico. Va chiesto a operatore nuovo (Iliad) anche se ritardo dovuto a quello di provenienza.

  13. Gianfry ha detto:

    In pratica Vodafone fa gli aumenti con tanto di ramanzina che predica di non apporre penali se decidi di lasciare, ma poi non ti permette di migrare tenedoti in ostaggio, secondo me più che rimborsi ci sono i presupposti per risarcimento

  14. Michele ha detto:

    Altro che indennizzo, Ladrafone ha trattenuto nel passaggio dal credito più di 13 euro non so a che titolo. Non tornerò mai più da loro dopo aver ricevuto un messaggio di aumento di 2 euro dopo soli 4 giorni dalla sottoscrizione di una loro offerta.

  15. Luchino ha detto:

    Richiedere l’indennizzo, io dopo tanti giorni di ritardo, appena passato il numero in iliad Vodafone mi ha accreditato 17,50€ sulla sim iliad.
    Dovete farvi dare l’indennizzo! Chiamate iliad a portabilità eseguita.

  16. MASSIMO ha detto:

    Gentile redazione, come posso bloccare una portabilità da Wind a iliad da me fatta 12 ore fa? Vorrei restare in Wind bloccando subito la portabilità ma sia Wind che iliad mi hanno detto che non è possibile…

    • Redazione ha detto:

      Ciao Massimo,
      le tempistiche per le portabilità sono talmente rapide, che non è più prevista come anni fa, la possibilità di bloccare il processo. Una volta trasferito il numero potrai richiedere una nuova portabilità verso Wind o qualsiasi altro gestore.

      • Ago ha detto:

        Rimettendici un 20 30 euro, 10 di SIm Iliad e un altro tot per Sim altro gestore. Ma gli sta bene. Pensaci su un secondo no? Per Wind e Iliad sono seccature. Giusto che chi sbaglia paghi.

  17. Marisa ha detto:

    Anch’io sono tra quelli che aspettano il passaggio da Vodafone ad Iliad, addirittura dopo 13 giorni, mi è stato comunicato che il numero della sim era errato, controllato più volte prima di inviare. Ho dovuto richiedere nuovamente la portabilità, adesso aspetto.

  18. Arturo ha detto:

    Con Iliad non ho nessuna copertura di internet .fuori Roma.

    • Ago ha detto:

      Fuori Roma dove e cosa, dati? Voce? 3G si ma 4G no? Io sono fuori Roma e la copertura la ho. Quindi come la mettiamo? Le esperienze vanno condivise ma perché siano utili un po di dettagli suvvia. Dubito che con 2 milioni di Sim a Ostia, Castelli Romani, Latina ecc non ci siano utenti Iliad operativi.

      • Paolo ha detto:

        Anch’io sono fuori Roma, ma a me funziona. Esattamente come funzionava Wind. Non certo rete eccellente. PS: sono in Trentino quindi fuori Roma

  19. Paolo ha detto:

    Mi spiace per chi ci lavora, ma Vodafone se lo merita. Spero che la lascino in tanti e si ridimensioni. E gli SMS sono inutili. Sappiamo tutti che OGGI ti offrono offerte vantaggiose per poi aumentare la tariffa dopo pochi mesi. A me è successo proprio così. Offerta allettante ai primi di giugno. Aumento del 20% comunicato dopo nemmeno due mesi. Ciao, ciao Vodafone

    • Maria Zazzaro ha detto:

      Anche a me stessa cosa… fine maggio portabilità di 2 sim verso vodafone poi a settembre ci sarà la rimodulazione…..che disonesti…A me dispiace perché io sono stata cliente vodafone per più di 10 anni ma personalmente pagavo 13 euro per 2 miserabili gb ……. assurdo… ora sono con iliad e sicuramente passerò anche i miei figli ( le altre 2 schede).

      • bifax ha detto:

        Beh Maria Zazzaro… Quando con una sim da wind sono passato ad Iliad il 29 Maggio, in seguito Wind mi telefonó offrendomi illimitate, 30 gb ecc a 6€. Con loro pagavo 12€ per 5 gb. Risposi che accettavo di tornare in wind con la loro proposta SE: ” i 6€ al mese di differenza in piu che ho pagato per 5 anni = 360€ me li restituite in forma di credito, visto che mi sono stati rubati, se no… Ciaone!” Nessuna tisposta stranamenre a wind cadde la linea…. 🙂

  20. Joe ha detto:

    Ricevuto l’SMS di winback da parte di Vodafone subito dopo che sono passato in Iliad. Beh, non voglio essere volgare quindi mi limiterò a dirvi di immaginare dove possono mettersela l’offerta che mi hanno proposto. Anni di aumenti e rimodulazioni, è giunta l’ora che adesso sia Iliad a spennare Ladrafone.

    • Paolo ha detto:

      Guarda, io ho tolto il consenso alle comunicazioni commerciali prima di passare a Iliad. E ho anche bloccato il numero, segnalandolo come SPAM. Mi stiano alla larga. Si sono completamente giocati l’immagine.

  21. Giulio ha detto:

    Cioè, quindi Vodafone potrebbe innalzare (e di molto) la soglia giornaliera e risolvere il problema dei ritardi, ma non lo fa. Bene, felice di averla abbandonata mesi e mesi fa, già prima dell’arrivo di Iliad. Sono proprio scandalosi.

    • Nicla Pellino ha detto:

      Non solo stanno perdendo tempo anche verso chi da Vodafone passa ad altri operatori, come il mio caso verso la 3😓..uno schifo

  22. Antonio Mastropasqua ha detto:

    Io quello che non riesco a capire è se wind3 ha perso il 2% del mercato e riesce a gestire tutte le MNP, perché vodafone che ne perde solo lo 0,8% non riesce a farlo? Ostruzionismo?

    • Redazione ha detto:

      Tieni presente che i singoli operatori, come prevede la Delibera dell’AGCOM, possono collaborare tra loro per aumentare (temporaneamente) i limiti delle unità giornaliere nei casi di situazioni di eccezionalità. Non sappiamo se è questo il caso, ma nulla vieta di supporre che magari tra Wind Tre e Iliad si siano accordati per alzare il limite giornaliero ben oltre le 3.000 unità…

    • Ago ha detto:

      Esatto. Come l invenzione di Ho con attivazioni a contagocce é ostruzionismo. Vodafone ha la rete migliore ma anche le pratiche commerciali peggiori. Anziché puntare sulla qualità e su un target clienti medio alto preferisce ingannare pure chi non può o vuole spendere soldi con pratiche discutibili.

    • Ago ha detto:

      I numeri non tornano. Avrà 15 milioni di sim, l 1 per cento sono 150.000, in un mese sono 5000 portabilità al giorno. Bazzecole se la media 33.000 e non basta…

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: