Benedetto Levi (Iliad): l’entrata nel fisso non è esclusa (in futuro)


L’entrata di Iliad nel fisso? Non è esclusa, ma in futuro. E’ lo stesso AD Benedetto Levi a non escludere questa ipotesi, in una intervista rilasciata alla rivista il Salvagente.

Benedetto Levi

Come d’abitudine, il giovane AD della filiale italiana del gruppo Iliad non si sbilancia, ma è chiaro che prima o poi arriverà anche l’ingresso in questo mercato.

Per ora il focus rimane  – giustamente – la telefonia mobile, dove sono stati investiti già 164 milioni di euro nel primo semestre 2018 (qui tutti i dati) e superato un milione e mezzo di utenti.

Diverse le conferme sulle promesse fatte da Iliad al lancio, con le offerte proposte che saranno realmente “per sempre”.

Il riferimento è anche all’attuale pacchetto da 6,99 euro al mese (ancora disponibile per 200.000 utenti):

Quello che ci teniamo a sottolineare è che questa tariffa è per tutti, senza costi nascosti, e che il prezzo è garantito per sempre, senza rimodulazioni.

Levi spiega inoltre che Iliad, a differenza degli altri gestori italiani, non fa uso di telemarketing o venditori terzi per acquisire nuovi clienti, “perché crediamo che spesso sia fastidioso ricevere chiamate indesiderate da persone che vogliono vendere qualcosa”.

Tra gli argomenti trattati, anche i ritardi che molti clienti stanno subendo nelle portabilità da altro gestore (come sta capitando ancora oggi con Vodafone), su cui Benedetto Levi assicura:

Appena riceviamo la richiesta di portabilità la mandiamo all’operatore di provenienza che purtroppo non sempre dà subito l’autorizzazione per il passaggio. Si tratta di una situazione che naturalmente a noi dispiace molto.

Per leggere l’intervista integrale sul sito web de il Salvagente, è possibile accedere a questo link.

Tutti i dati Iliad Italia e Francia nel primo semestre 2018:


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 7.660 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

37 Risposte

  1. Anna Rogato ha detto:

    Siamo tutti in attesa del passaggio a euro 7,99 50 giga. Attendiamo fiduciosamente. Anche per telefonia fissa.

  2. Anna Rogato ha detto:

    Mi trovo benissimo con Iliade, tutta la mia famiglia ha aderito a questo nuovo gestore, siamo fiduciosi che Iliade possa entrare subito anche nella telegonia fissa. Finalmente gli Italiani hanno la possibilità di sganciarsi da famosi operatori che ci stanno succhiando il sangue, basta. Iliade fai presto.

  3. lorena giusto ha detto:

    Sto aspettando con ansia che esca un’offerta per fisso +internet casa così da sganciarmi definitivamente da Vodafone.anche io attendo il passaggio a 6,99

  4. Marina Bartoccini ha detto:

    Quando potrò passare dall’offerta di 5.99 a quella di 6.99 come promesso? Mi rispondono sempre fra poco sarà vero? Gradirei una risposta. Cosa posso fare per passare a più giga? Grazie.
    Marina Bartoccini

  5. Pietro ha detto:

    Entreranno sicuramente con fisso+internet. Per loro è tecnologicamente a tendere semplicissimo e vi spiego perchè. La parte difficile è avere un buon backbone in fibra proprietaria cosa che già hanno e che stanno potenziando ma oggi devono costruire la rete mobile il che costa e tanto anche. Quando potranno prendere una boccata d’aria con gli investimenti sul mobile beh a quel punto…..avendo il backbone in fibra performante l’ultimo miglio lo prendono da TIM ne più ne meno come oggi fanno tutti gli altri gestori nel 90% d’Italia per le connessioni in Fibra (VDSL) ed ADSL. Siamo messi quasi tutti cosi’ io ho Vodafone Fibra ma in pratica da casa mia alla centrale la tratta è TIM poi in centrale viene buttato il tutto sulla fibra vodafone 🙂 Quando in quella centrale arriverà la fibra Iliad tecnicamente basterà spostare 2 fili su un permutatore ed il gioco è fatto a costo quasi zero 🙂 ma….in questo scenario potrebbero competere solo sul prezzo con gli altri gestori. Il “doppino” non permette di raggiungere il gigabit ed anche gli altri già con 25/30 euro ti danno internet a 100+chiamate illimitate italiane ed estere con la qualità spesso scarsa data propio dall’ultimo miglio TIM. A questo punto dovrebbero fare le cose in grande: portare la fibra a casa della gente quasi ovunque (cosa che ad oggi tranne il centro delle grandi città) non fa nessuno ma a quel punto i costi lievitano in modo esponenziale…..chiaro quindi che vogliono fare le cose con calma ed un po alla volta.

    • dobale ha detto:

      Con il rame, l’ultimo miglio diventa verde CuO2, tecnologia oramai verso il tramonto.(opinione personale). Dalla centrale o dall’”armadio stradale” all’abitazione vedo più lo sviluppo del wireless, meno costosa e più veloce come soluzione, rispetto alla fibra….. Sbaglio? 🙂

      • Pietro ha detto:

        Bella considerazione, si ormai il rame è obsoleto però arriva in ogni casa e tranne che per utilizzi professionali non a tutti serve il Gigabit a casa. Partiamo da un presupposto…quale è l’utilizzo più intenso da casa che si può fare con una connessione Internet? Ora rispondo…ormai si “scarica” poco perchè quasi tutto è in streaming (musica, video, film). In uno scenario simile il top e’ vedere un film in 4K (Ultra HD) in streaming fluido. Beh vi stupirete che al massimo “bastano” 25Mbps costanti quindi una normale connessione VDSL da 100mbps (anche li buffoni ad arrivarci comunque io arrivo a circa 80mbps non mi lamento) è già più che sufficente. Penso sia questo l’utilizzo più spinto che si possa fare perchè per il quotidiano (youtube,browsing,social,mail,skype,etc.) anche l’adsl a 8mbps sarebbe sufficente. Ovviamente ci possono essere altre necessità. Velocità a parte, diciamo che il bello della connessione fissa è che è costante, a differenza della connessione 4G che come abbiamo detto può esssere iperveloce o iperlenta per tanti fattori dei quali abbiamo già parlato. Con il doppino o la fibra invece è stabile ed è contrattualmente tua. Cosa significa? Che io non arrivo ai 100mbps sol perchè il doppino in rame anche lui è soggetto a disturbi atmosferici, sbalzi nelle temperature ed inoltre i nostri doppini in rame sono spesso vecchi di 30/40 anni. Nel caso della fibra FTTC (Fiber to the Cabinet) arriva la fibra ottica alla cabina dietro casa mia, li montano un DSLAM (convertitore da fibra a VDSL) e gli ultimi 200 metri li fa via rame. Il problema di velocità infatti l’ho sempre riscontrato sulla negoziazione nel tratto in rame. Ci sono state volte inizialmente che negoziavo una portante anche di 102mbps ora ahimè è scesa a circa 85mbps ma, voglio dire, arrivato al cabinet poi se ci arriva a 100 son 100 non li condivido con nessuno come succede nelle connessioni mobili.
        Il doppino ha i suoi limiti o meglio la tecnologia VDSL quindi per mantenere maggiori velocità è necessaria la FTTH (fiber to the home) in pratica che ti arrivi a casa proprio un cavetto di fibra ottica. Questo non è sempre fattibile perchè richiederebbe lavori infrastrutturali a livello di scavi, canalizzazioni (spesso strapiene e quindi da realizzare ex novo etc.)…… al gestore non conviene farlo a spese sue in uno stabile pieno di anziani ai quali probabilmente della fibra interessa poco o nulla.
        Cerco di stringere. Il Wireless sarebbe una soluzione ma a quel punto amico mio il gioco non vale la candela a livello di costi…ti spiego perchè: impossibile utilizzare le frequenze wifi che utilizziamo oggi. Ci sono troppe interferenze causate dai router wifi che quasi tutti abbiamo a casa ….infatti ad oggi in alcune situazioni anche dentro casa il wifi a 2.4Ghz performa malissimo, velocità ragguardevoli solo in 5Ghz con wifi ac (fino a 3Gbps) ma i 5Ghz hanno un range ridotto e penetrano poco quindi come potrebbero arrivare dal cabinet fino a dentro casa di tutto lo stabile nella singola stanza magari interna e non interferire anche con i router interni wifi a 5ghz che si stanno diffondendo?
        Le performance sarebbero scadenti sia (stile 4G) per il discorso copertura che per numero di utenti. Per farla semplice si pagherebbe una connessione fissa che di fatto avrebbe quasi gli stessi problemi di quelle mobili.
        L’unica soluzione Wireless che potrebbe ottimizzare il tutto e che è comunque oggi ampiamente utilizzata per l’interconnessione anche delle nostre care bts sono i ponti radio utilizzati anche dai gestori di Internet Wireless che ad oggi esistono (anche se in pochi ne sanno dell’esistenza). In pratica si mette un’antenna a 5Ghz sulla centrale TIM ed una sul tetto del palazzo che si guardano. A quel punto si riducono le interferenze e si riescono a veicolare Gigabits. Dopo di che discesa Ethernet nei singoli appartamenti che poi potranno connettersi via switch o connettere un router wifi. Quasi tutti gli ultimi computer permettono connessioni LAN a 1Gbps. Fattibile.
        Pro: si evitano gli scavi stradali e condominiali per passare la fibra ottica
        Contro: tanti perchè comunque a livello di stabile devi comunque prevedere le discese quindi canalizzare, inoltre la centrale deve essere relativamente vicina, in ogni caso c’è una trappa via radio che non sarà mai performante come una linea fisica.
        Ma torniamo sempre al discorso che muove il mondo: SOLDI e SPESE. A me piacerebbe avere il Gigabit a casa ma son sicuro che alle altre famiglie del condominio non gliene frega nulla e quindi nessun gestore spenderebbe cosi’ tanto per far contento me ed un paio di altri geek che viviamo in provincia se pur di Milano 🙂

        Concludo, mi scuso per esser stato prolisso, ho scritto di tecnologie, di come si potrebbe ma la realtà è un’altra. Io disto circa 10/15 km (stradali in linea d’aria saranno 5) dal centro di Milano ed ho la VDSL solo da 1 anno (prima max ADSL a 20mbps). Il mio amico è a circa 7km da casa mia quindi ad una 30 di km da MI Centro e SOLO da pochi mesi puo’ avere un’ADSL a 20mbps (che sai che poi se arrivi a 10 reali sei fortunato) fino a pochi mesi fa poteva scegliere solo TIM con un’ADSL da 8mbps…..e parliamo non del deserto del Sahara… che te lo dico a fà? Parliamo di Gbps quando la realtà è ben diversa 🙂

        • dobale ha detto:

          I tuoi commenti è vero sono un po’ prolissi, 😁 ma sempre “ben centrati” e istruttivi da leggere. 👍
          E io che mi lamento, vivendo in una zona montana tipo “Heidi e le sue caprette”, forse il tuo amico ha più diritto e ragione a farlo, vivendo nel retroterra della capitale economica d’Italia…….. eheheh 🙂

          • Pietro ha detto:

            Beh il digital divide è cosa saputa e risaputa. Premessa: mi piace questo forum perchè c’è gente come te (ma direi tutti) educati e sopratutto preparati e obiettivi e non è da poco. Tornando a noi: ovviamente (non è giusto ma è così) tutti i gestori propendono ad investire nelle zone densamente popolate, sopratutto per quanto riguarda il 4G/4G+. Penso per i prossimi anni esisterà solo al centro di grandi aree metropolitane. C’è un però che secondo me esula da quanto su detto. Come ti spieghi che io ho avuto la VDSL un solo anno fa, l’amico mio di cui parlavo i 20 mbps pochi mesi fa invece mio padre nell’estrema periferia di Palermo aveva i 100mbps già 2 anni fa e da un paio di mesi gli anno portato la fibra ottica dentro casa (FTTH) ? Come ti spieghi che già nel 2017 in quella zona (per nulla commerciale, direi periferica e popolare) la TIM superava i 150mbps via smartphone (vero è che è un sesto piano con bts vicina)? Diciamo che l’idea che mi son fatto è che ci sono sovvenzioni, investimenti, insomma c’è un’alone di mistero su come funzionano le reti. Insomma, fermo restando che a parità di prezzo mio padre ha la fibra, ma vive vicino le case popolari alla stenza distanza alla quale vivo io dal centro di città. Hanno e stanno investendo di più al sud. Il perchè non mi e’ dato saperlo. Mio padre non fa speedtest ma a livello copertura anche lui è passato ad Iliad e gli va benissimo in quella zona. Io l’ultima volta che ero andato giù notavo che c’era un “palo” ogni cento metri…TIM prendeva anche sottoterra cosa che qui (a parità di gestore) non esiste. Chissà come mai. E’ domanda aperta perchè stavolta non ho risposta o meglio qualla che avrei e’ meglio non dirla 😛

    • bifax ha detto:

      Eppure la soluzione c’é, non é semplice e immediata ma c’é, aspettando Iliad casa! Come Pietro abito nella prima cintura milanese, come lui ho la fibra di rubafone casa e raggiungo quando va bene gli 80 mb in download. Un giorno parlando con amici ci siamo messi daccordo per andare a sensibilizzare il sindaco e l’ufficio tecnico riguardo Open Fiber. Societá mezzo statale e mezzo Enel. Per farla breve, ha firmato l’accordo con Open fiber a costo ZERO per le casse comunali, con l’impegno di Open Fiber, di raggiungere con la fibra ottica da 1 Gb ogni appartamento o azienda nel territorio comunale. Devo dire che da un anno sembra di avere centinaia di operai specializzati cinesi per le strade, sono ovunque a scavare striscie di 25cm per 30cm di profonditá, dove inseriscono le guaine a cui fá seguito l’inserimento della fibra ottica. Crescono come funghi nuovi tombini marcati Open Fiber e nuove cabine a fianco alle storiche grigie e rosse di telecom. Una volta ricoperto di cemento il mini scavo partono in direzione dei portoni adiacenti. Presi accordi con gli amministratori degli stabili lasciano gli avvisi che tutti sognamo, sui portoni: “in data tal dei tali i nostri specializzati interverranno su ogni pianerottolo per fare arrivare la fibra ottica al suo piano gratuitamente”. Detto ció ho telefonato al numero riportato sull’avviso chiedendo se il giorno seguente il loro intervento potevo allacciarmi. Illusione! Funziona cosí: ” io ti porto la fibra al piano, POI devo far partire tutte le cabine, POI devo allacciare la centrale di zona, POI devo testare tutte le linee!!! A quel punto quando avremo finito tutto metteremo dei pannelli pubblicitari in tutto il comune, ringraziando la cittadinanza e indicando la procedura per il passaggio a 1 Gb. ” In pratica, a quel momento, basterá chiamare il proprio gestore di linea fissa ( nel mio caso non sará piu rubafone, perché applica la sua tangente mensile per questo passaggio, a differenza di altri gratuiti), richiedendo il passaggio a 1Gb. Il gestore chiama Open Fiber che mi manderá su appuntamento un tecnico che dalla cassetta sul pianerottolo mi porterá la fibra in casa, installandomi dove voglio uno scatolino. Da questo scatolino, il cavo fino al mio modem router (da Agosto la nuova normativa permette l’uso di propri modem router, prima i gestori bloccavano questa iniziativa imponendo solo i propri modem).
      In pratica un paio di anni di intensi lavori per loro, ma cosa ci guadagnano? Ogni attivazione sulle LORO linee fibra proprietarie, costituiscono un’entrata mensile diretta, per ogni utente che vuole 1 Gb di velocitá con il proprio gestore. Possiamo prevedere la fine imminente di Telecom Italia (ovviamente giá in vendita, hanno fiutato da lontano l’incudine che gli sta precipitando addosso). I gestori non hanno alcun costo ulteriore per infrastrutture scavi ecc. e pagano un tot a Open Fiber per ogni utente che viene veicolato sulle proprie linee. Fastweb (per fare un esempio) non chiede nulla per il passaggio da fibra 100/200 a 1 Gb, rubafone, per non smentire la sua nomea, chiede ulteriori 5€ al mese per avere la stessa cosa. Dunque, basta guardare sul sito di Open Fiber se il proprio comune ha siglato un accordo con loro, sono giá davvero tanti. Poi vedrete brulicare per strada (non scherzo sono ovunque, strada per strada contemporaneamente) qualche centinaio di tute arancioni. La soluzione c’é, basta che l’amministrazione locale si dia da fare, a costo zero ovviamente 🙂

      • Redazione ha detto:

        Vedrai che appena Open Fiber aprirà alla commercializzazione nella tua zona, sarà il tuo stesso operatore a chiamarti per proporti l’upgrade a 1 Gbps prima che lo facciano i concorrenti 🙂

        • bifax ha detto:

          Mi gioco la testa che andrá esattamente cosí Redazione. Guardando parecchio avanti… Immaginiamo un accordo sul tipo Wind/H3G con Iliad, ovvero un ipotetico accordo commerciale per l’entrata sul fisso sul fisso tra Iliad e Open Fiber! Levi ha le capacitá per farlo, creerebbe il caos nazionale 🙂 Gigetto di Maio direbbe la sua, i sindacati tlc insorgerebbero per la perdita di posti di lavoro (!) e la triade decreterebbe la sua imminente fine. Noi utenti finalmente avremmo mobile a costi equi, fisso a velocitá stratosferiche e costi equi. Pura utopia? Non credo, sono ottimista 🙂

          • Redazione ha detto:

            Open Fiber ha sbaragliato il mercato: i gestori si appoggiano alla loro rete con prezzi di “noleggio” nettamente inferiori a quello di Telecom Italia (non a caso corrono a migrare tutti i clienti dal rame Telecom alla fibra, dove già disponibile). Se Iliad avrà Open Fiber come partner, sarà alla pari delle attuali Tiscali, Infostrada e Vodafone a livello di copertura e con molta probabilità porterà una bella concorrenza nel fisso. Si parla ovviamente per ipotesi, ma chissà…

          • Pietro ha detto:

            Prevedere il futuro non è facile anche perchè la triade e’ una lobbies a tutti gli effetti (sopratutto ed in primis TIM) fidati che lato mobile, fisso, infrastrutture non la spodesterà nessuno anche perchè per decenni è stata dello stato e sono convinto che sotto mentite spoglie lo sia ancora. Vodafone…boh? Non ho previsioni ma alla fine è presente in mezzo mondo. Malgrado l’Italia è una bella fetta di business nella peggiore delle ipotesi potrebbe anche perderla con perdite economiche ma che non la inginocchierebbero di sicuro (ho lavorato in Vodafone Global e solo in EU copre quasi tutte le nazioni). Diverso è per Wind ormai Tre. Ormai sono totalmente cinesi, per una serie di motivi non “attaccano” sui clienti (concorrenza Iliad, performance non ottime, tariffe medie ne economiche ne esagerate, servizio clienti pessimo) mai dire mai i cinesi non son stupidi potrebbero pensare in un breve futuro di affittare o totalmente vendere tutta l’infrastruttura a Iliad e sparire dal mercato. Fra affitti o vendite di siti e frequenze e core network di sicuro non ci perderebbero troppo anche se per qualche anno gli conviene la join-venture con Iliad..ma a tendere vedo verosimile un’accordo che vantaggioso per entrambi veda i cinesini fuori a favore di Iliad che diventerebbe il primo operatore mobile. A quel punto tim resta per ovvi motivi e vodafone valuta..ovviamente sono solo ipotesi di un mentecatto 😛

      • Pietro ha detto:

        Bel commento esaustivo. Sinceramente non sapevo di questa possibilità però bisogna come hai fatto tu interpellare il comune (poi se vuoi mi dici che comune abiti). Comunque tutto corretto quello che hai scritto ma penso che anche senza premere sulle amministrazioni comunali Open Fiber lo farà. Alla fine si prende carico dell’infrastruttura della “dark fiber” che poi può rivendere a chi vuole ed a più compagnie. P.S: casualità vuole che a 500 metri da casa mia ho visto il solito scavo di 25×30 ….evidentemente si parla del corrugato blue o verde che porta la fibra ottica….magari sono propio Open Fiber e se sono a 500 metri da casa a vedere che in qualche mese arrivino dietro casa 😛

        • bifax ha detto:

          Beh Pietro “mentecatto” 🙂 🙂 🙂 concordo pienamente sulla tua analisi per il futuro delle linee fisse. Io sono a Cornaredo e tu puoi verificare sul sito di open fiber se il tuo comune rientra tra quelli con cui sono stati firmati accordi o se tali accordi ci sono ma mancano le firme. É interesse didogni amministrazione comunale aderire, visto che non costa ed in seguito all’elettorato potranno gonfiarsi il petto dicendo ” vi ho fatto portare gratuitamente internetFTTH a casa vostra!” Sul sito si trova un po tutta l’italia, dal comune rurale a quello con 500.000 abitanti. Dicono, ma é da prendere con le pinze, che per il 2025 avranno coperto tutti i comuni mal serviti. Ovvio che al nonnino la cosa non interessa, ma alla piccola, media azienda si. In casa permettere di avere su un tv lo streaming da Netflix mentre su un altro tv c’é lo streaming da amazon prime (con fibra 100/200 nemmeno con il binocolo ce la si fa) . Comunque lo scavo dietro a casa tua indica che inconsapevolmente ti stanno probabilmente portando in quella direzione.
          Ps: chiama il 190 e fatti ribassare il canone per il fisso, dicendo che vuoi il codice di migrazione. Io l’ho fatto la scorsa settimana e ho ottenuto il 34% di sconto (stranamente PER SEMPRE) da parte di rubafone! In questo momento fanno cose indicibili …. Nel bene o nel male!

          • Pietro ha detto:

            Ciao caro, ho dato un’occhiata al sito di OpenFiber ed i nostri comuni non risultano coperti (la solita scritta che presto arriverà, ci stiamo lavorando). Non ho trovato dettagli su accordi firmati o meno dalle amministrazioni comunali o tempistiche di realizzazione. Comunque vedo che procedono in modo relativamente spedito. Personalmente vivendo da solo i miei 80mbps reali (speedtest peggiore) mi bastano ma ovvio che se posso avere il gigabit allo stesso prezzo why not!

            Poi a capire le dinamiche. La mia fibra (VDSL) Vodafone è in VULA con TIM però già da più di un’anno li ho visti installare accanto al cabinet TIM quello Vodafone con relativi scavi e passaggio di loro fibra fino alle loro centrali. Quindi non mi capacito come a distanza di un’anno non spostano il mio doppino sul cabinet Vodafone…vacci a capire!

            Per il discorso chiamare il 190 per sconto mah, senza offesa, mi sembra che la fai facile. Non credo che se li chiamo e dico semplicemente che voglio migrare a quelli gliene frega nulla di scontarmi il 34%. Io pago ad oggi 110 a bimestre (55 mese) che comprendono fibra, linea, chiamate illimitate verso mobili e fissi italiani senza alcuno scatto alla risposta e chiamate internazionali verso i fissi. Sinceramente fibra a parte mi “piacerebbe” risparmiare togliendo le chiamate gratuite da fisso che tanto avendo iliad non utilizzo mai. Tuttavia ho notato che il tempo “vola” siamo a Settembre ed il mio vincolo con Voda finisce a Febbraio 2019 in pratica altre 2 max 3 bollette e poi posso cambiare o disdire il tutto quindi sbattere i pugni per qualche mese non so che reale risparmio possa darmi…magari a quei tempi forse openfiber arriva ed ho più chances. Vedremo, domani (o meglio vista l’ora direi più tardi) provo a vedere che si puo’ fare anche per risparmiare qualcosa…senza premere la mia condizione è un pò più complicata avendo lo smartphone a rare nello stesso conto che prevede penali azzi e mazzi…e non vorrei quindi incorrere in penali (i tradizionali specie se hai fissa e mobile e domiciliazione a fregarti son bravissimi) quindi non so forse è meglio che mi sto calmino e studio il tutto attentamente senno’ come spesso fanno si va per risparmiare e si spende di più 😦

          • bifax ha detto:

            Anche io come te Pietro ho il vincolo fino a Febbraio con il fisso. Volendo cambiare gestore costerebbe 4€ al mese di penale fino a Febbraio, per cui aspetto. Non ho vincolo di cellulare rateizzato in bolletta. Pagavo 91€ al bimestre ho chiamato il 190 per chiedere (sono bastardo dentro) il codice di migrazione. All’operatore deve essere scattato un allarme mentale e mi ha chiesto se poteva mettermi in contatto con l’ufficio commerciale. 5 minuti e mi richiamano dicendomi ” in effetti lei paga un po tantino” massa di rapinatori patentati! Mi ha proposto lo sconto del 34% per sempre ed ho accettato, nell’attesa di arrivare a Febbraio e guardarmi intorno. Il 190 divisione fisso ha altre direttive rispetto al 190 mobile. E diró di piu… Fatto questo ho chiamato mio genero, che ha rubafone casa, raccontandogli come é andata. Mi richiama un quarto d’ora dopo e mi dice: ” grazie, mi hai fatto risparmiare 280€ l’anno!”. Pure lui ha telefonato, ha fatto la stessa scenetta e gli hanno proposto lo stesso sconto. Io sono un recidivo, a suo tempo provai la stessa cosa con la stessa formula con Fastweb e con Sky e andó benissimo, con tanto di sconto per sempre in bolletta! Provare costa nulla, male che vada si rimane come di é, ma se va… 🙂

          • Pietro ha detto:

            Grazie per la dritta. Ho chiamato oggi Vodafone. In modo molto tranquillo ho detto “io pago 35 al mese ed in nuovi 25? Non esiste il mio contratto scade fra poco veniamoci in contro oppure a Febbraio bye bye”. Ho aggiunto che delle chiamate illimitate non mi interessava. Risultato (vedremo) le chiamate fanno parte dell’offerta e non si possono detrarre pero’ mi ha proposto il 40% di sconto da 35 a 25 mese a parità di condizioni (come i nuovi clienti) mi ha detto che sarà attivo da subito, mi manderà sms e sarà a tempo indeterminato. Vedremo io purtroppo son pessimista a ma a tornare all’arrembaggio se la prossima bolletta arriva non rimodulata verso il basso ci metto zero. In molti stanno facendo cosi’ la mia percezione (da come parlava l’operatore) è che ho il sentore che siano istruiti e preparati a concedere ai vecchi clienti un po’ di più…sanno benissimo che in caso contrario ci perderanno. Vedremo, negativo di mio, ma da un lato fiducioso.

  6. a me farebbe piacere un’offerta con meno giga
    tipo 500 minuti, 50/100 sms e almeno 2 giga a 2.99€… 50 gb mi paiono un’esagerazione, meglio internet illimitato a casa
    la connessione funziona bene dalle mie parti nessun problema; call center ottimo

    • Pietro ha detto:

      Beatrice, ovviamente sono punti di vista. Sulla seconda parte son d’accordo con te. Avendo la fibra a casa ed internet ormai presente in tutti gli uffici anche 30Gb dal telefonino vorrei vedere chi riesce ad utilizzarli 🙂 Sul discorso minuti la cosa è personale. Io telefono molto ma a dirla tutta potrei anche avere 500 minuti visto che da casa ho chiamate illimitate anche verso i mobili tuttavia a me avere “limiti” mi mette ansia e poi sinceramente perdere il tutto illimitato per andare a risparmiare nel mio caso 3 euro al mese? Alla fine sono su base annuale 36 euro di differenza non penso cambino la vita a nessuno. Un’offerta di quel tipo sarebbe magari comoda per te ma non la vedo così concorrenziale a conti fatti.

      • bifax ha detto:

        Contento che l’hai spuntata con un bello sconto da rubafone! Altri 2 amici hanno fatto la ” mossa” e hanno ottenuto!
        Se vuoi farti 2 risate cerca ancora un superstite con sim rubafone e metti in vivavoce la telefonata al 190, per la richiesta di aggiornamento al ribasso. Li la musica cambia completamente… A me é stato proposto di fare la triangolazione e rientrare (!) Perché alternative se non 2gb omaggio in piu, non possono darne!!!

        • Pietro ha detto:

          Verissimo…comunque aspetto a cantar vittoria. Ad ora solo la parola dell’operatore ma essendo un’abbonamento non vedo se mi ha “calato la testa” o se in effetti ha applicato lo sconto. Per il resto hai ragione: lato mobile se ne fregano che resti o te ne vai. Fino all’anno scorso ero sempre stato con abbonamenti mobili (che sia tim, vodafone, tre) beh passava il tempo uscivano offerte più vantaggiose io mi sentivo un pirla a pagare di più…chiamavo, chiedevo di rimodularmi al ribasso cioè in due parole pagare come da ultima offerta e mi rispondevano…e vabbè se non le conviene cambi operatore! Quando son passato ultimamente da TIM ricaricabile a Iliad ho lasciato per tutto il tempo i 2 numeri attivi…oddio una chiamata di retention a dire “vecchio cliente le scontiamo tiè 2 euro” non gliene e’ fregato nulla che andavo via. Ecco altro che Winback in futuro…se solo provano a richiamarmi un “Vaffaback” che meritano tutto 🙂

  7. Igor Baruffaldi ha detto:

    Esperienza personale ( non sono legato in alcun modo ne pagato da Iliad); ho acquistato la sim il 14 agosto e l’ ho tenuta come secondaria, dedicata ai dati per un paio di settimane cosi da testare per bene la copertura nella mia zona ( provincia di Como). Verificato che ho le stesse prestazioni di Vodafone e addirittura meglio a casa ( zona boschiva) ho deciso di effettuare la portabilità il 29 di agosto che mi è stata effettuata oggi, quindi cinque giorni in totale con un fine settimana in mezzo. Nessun problema nemmeno in Germania e Austria sia via voce che per i dati.
    Magari sarò stato particolarmente fortunato, ma con queste premesse spero davvero che Iliad entri anche nel fisso.

  8. Eugenio ha detto:

    Tutti, credo, quando appare la pubblicità togliamo la voce al televisore. Questo dimostra che il pensiero del “fastidio” che si possa dare a chi ascolta è reale. Complimenti. Aspetto anche il fisso. Grazie.

    • Vincenzo ha detto:

      A me la musica incanta 😃 sia il video che il testo di get Up sono molto belli.

      Poi lo spot pubblicitario ha un ottimo taglio nei tempi. Io l’ascolto sempre, anche se in casa sono un po stufi 😂😂😂

      • dobale ha detto:

        Metti get Up come suoneria, più nessuno poi ti chiederà con che operatore stai…… eheheh 😉

        • Pietro ha detto:

          Che sorrisone 🙂 Sai mi ricordo che fino a qualche anno fa (dai vado sul leggero che so’ che con le cose tecniche sò pesante) c’era sta moda delle suonerie personalizzate….ora non si sentono quasi più. Io le ho usate per poco ma poi son passato al “ring ring” classico da telefono e notavo che ormai non dico tutti ma quasi usano quello …come cambiano le mode 🙂

          • bifax ha detto:

            Mi vien da ridere al pensiero che mia moglie si é messa come suoneria la canzone di Baby K, che é anche la base sonora dello spot dei 30 gb gratis di rubafone in tv, che ci ha fracassato per tutta l’estate!!! 🙂

  9. Massimo Trebbi ha detto:

    Prima di affrontare nuove sfide iliad dovrebbe sistemare alcuni malfunzionamenti come l’assenza di connessione internet all’estero che può mettere in grosse difficoltà e la scarsa copertura in alcune aree in Italia. Detto questo credo che l’arrivo di iliad sia stata una benedizione.

    • Pietro ha detto:

      Quando sei all’estero ti connetti su un’altra rete non Iliad. Di fatto in quello specifico caso è probabilmente il gestore straniero che non è ancora configurato per gestire il routing dati di Iliad non è colpa della stessa Iliad. Poi controlla (sinceramente non l’ho fatto) a seconda dei paesi che tipo e che su rete Iliad ha roaming e se comprende anche i dati. Per la copertura detto e ridetto uno ad oggi (c’è anche un post di oggi sul sito) Iliad si appoggia totalmente a Wind/Tre o WindTre (se le reti sono unificate) quindi se non prende in alcune zone giusto per far l’avvocato del diavolo, è perchè non prendono i gestori su elencati. In seconda battuta Iliad esiste da soli 3 mesi, la sua copertura autonoma non è partita, diamogli un po di tempo e teniamo un po di pazienza. Nella vita ho imparato che e’ tutta una questione di compromessi. Non si può pretendere di pagare 6 euro avere tutto illimitato e che prenda anche sotto terra a 100mbps. Non ci riesce neanche Vodafone, fidati anche se paghi 50 euro al mese 🙂

  10. Danilo ha detto:

    Sarò uno dei primi a fare la linea fissacon iliad appena sará disponibile.
    Continuate così

    • Vincenzo ha detto:

      Io il secondo allora! Spero veramente che dopo questo anno di rodaggio col mobile il 2019 ci porti Iliad in casa.

  11. Carmelo Tuscano ha detto:

    aprezzo l’onesta delle loro offerte.che ci hanno liberato dalla tirannia delle tre sorelle,continuate cosi che farete tanti soldi,il rispetto del cliente prima di tutto noi non siamo stupidi.aspettiamo con ansia il fisso e internet,.

  12. Franco Schettino ha detto:

    Speriamo al più presto!

  13. Antonio Mastropasqua ha detto:

    Si ma i vecchi clienti quando potranno passare alla nuova tariffa???? Oggi è il 4 settembre!!

  14. Pietro ha detto:

    Mi piace sto tipo e penso manterrà le promesse. Mi piace l’impegno a non rimodulare, mi piace che non rompano le scatoline con telemarketing. A proposito avete notato che anche a fronte portabilità non si ricevono ne chiamate di telemarketing ne sms pubblicitari? Evidentemente hanno un filtro “magico” perchè lo stesso numero che ho portato anche in passato su altri operatori continuava a ricevere sms promozionali del gestore precedente. Piccoli dettagli che però contano.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: