Rete Iliad: al 30 giugno 2018 totale dipendenza dal roaming Wind Tre, rete proprietaria verrà lanciata nelle aree più densamente popolate


Dal rapporto semestrale pubblicato oggi dal gruppo Iliad, emergono dati importanti e diverse risposte ad interrogativi che in molti si sono posti dal lancio del nuovo operatore mobile.

Non solo numeri, come la forte crescita e il raggiungimento di oltre 1,5 milioni di utenti ad inizio agosto, in poco più di due mesi, ma anche preziose informazioni sulla copertura della rete.

Come già precedentemente annunciato, Iliad conta su una dorsale in fibra ottica di quasi 10.000 km. per interconnettere le principali città italiane con i due centri nevralgici di Milano e Roma.

Mentre a fine 2017 erano stati trasferiti quasi 300 siti da Wind Tre alla filiale italiana del gruppo francese, a fine giugno 2018 Iliad si è assicurata 1.100 siti che sono stati trasferiti o in fase di integrazione (di cui 750 già dismessi).

Il dato più importante che emerge è la conferma che ad oggi, o meglio al 30 giugno 2018, Iliad non ha attivato nessun impianto di trasmissione di proprietà, ma è stata totalmente dipendente dal roaming su rete Wind Tre.

Rete IliadUna apposita struttura dedicata, all’interno di Iliad, si sta occupando dello sviluppo dei siti di proprietà e della gestione di quelli ceduti da Wind Tre – principalmente nel periodo 2018/2020 – a cui si aggiungono anche quelli previsti dagli accordi con tower company (Cellnex) e operatori infrastrutturati.

Rollout rete mobile Iliad

Iliad ha inoltre comunicato che il lancio della rete proprietaria si concentrerà sulle aree più densamente popolate, così da massimizzare la percentuale di copertura.

Stando agli ultimi dati pubblicati dall’azienda e alle dichiarazioni del CEO e Presidente di Cellnex di alcuni mesi fa (gruppo spagnolo di infrastrutture per le tlc wireles), il secondo semestre 2018 sembra essere quello decisivo per lo sviluppo della rete proprietaria e la messa in funzione dei primi impianti Iliad nelle principali città italiane.

Altre risorse utili


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 7.670 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

28 Risposte

  1. Rino ha detto:

    Salve, oggi 11/09/2018 ho ancora problemi a Salerno con la rete 4G… Spero che la Iliad risolva presto !

  2. CHRISTIAN PICCHION ha detto:

    Se a qualcuno interessa dare via la scheda parlo di quella da 5, 99 euro al prezzo che l’ha pagata sarei interessato. Io l’avevo ordinata ma non mi è mai stata recapitata potrei quella nuova Tra l’altro con 10 Giga in più Forse più vantaggiosa però per me non sarebbe così perché facendo tre quattro volte al giorno trasferimenti di chiamata a fine mese inciderebbe su costo mensile perché purtroppo con l’offerta nuova a €7 il trasferimento di chiamata è a pagamento e non mi sembra che ci sia verso che lo cambino A meno che qualcuno sappia il contrario mia email

    • Redazione ha detto:

      Christian non si pubblicano mail …

    • Redazione ha detto:

      P.s. te lo diciamo per motivi di privacy e perché una mail pubblica significa esporti a una valanga di spam. Se non è un problema pubblicala pure, l’importante che tu sia consapevole. P.s. quello che fanno altri siti non ci interessa, la privacy prima di tutto. 😉

    • CHRISTIAN PICCHION ha detto:

      Grazie alla redazione per gentile concessione la mia email christianjhnn@gmail.com

      • bifax ha detto:

        Ciao christian, mi pongo una domanda magari banale: quando acquisto una sim mi viene fatto il terzo grado, fornendo documento, verificando che sia io quello nel documento ecc. A prescindere che anche se ho pagato 9,99 la sim di Iliad, essa stessa non é di mia proprietá, ma di Iliad, se io cedessi a te la mia sim (é solo un banale esempio) tu andresti in giro a telefonare con una sim intestata ad altra persona. Si lo so che lo fanno tutti tra marito e moglie o genitori e minori ma…. Se tu dal tuo cell con la mia Sim premi il comando che fa esplodere un palazzo, in galera ci vado io!!! Per cui, come da post precedente di universo free, ti consiglio di andare su Ebay e porre li la tua richiesta, visto che di sim illecite e anonime (non iliad per quanto ne so, perché Iliad non ha bisogno di questo), ne trovi in quantitá

      • Pignolo ha detto:

        Oggi ho imparato che è possibile il subentro per una SIM … non si finisce mai (di imparare). 🙂

        • Cosimo festa ha detto:

          É un modulo di reale utilizzatore della sim ma l’intestatario resta lo stesso. E quindi anche le responsabolitá civili penali ed economiche.

  3. nastys ha detto:

    Considerando che il roaming 2G su rete Wind rimarrà per sempre e che il RAN sharing per la rete iliad 3G/4G rimarrà in alcune zone, la copertura di Iliad può solo migliorare. Spero che migliori anche la velocità in alcune città.

  4. Squemba Lemba ha detto:

    Non si sa niente se verona verrà coperta meglio in termini di velocità ???? Perchè 2 mega in download son pochetti per un 4g °__°per non parlare dell’upload

    • Redazione ha detto:

      No…bisogna solo pazientare e attendere o la copertura diretta o che Wind Tre unifichi la rete in zona migliorando di conseguenza anche le prestazioni per i suoi clienti e per quelli Iliad in roaming.

    • Augusto ha detto:

      Spesso è conveniente switchare manualmente su rete 3g, perché un 3g che prende bene (ed è più facile che accada rispetto al 4g) è più veloce rispetto ad un 4g che prende male

  5. Angelo ha detto:

    Io sono vicino Grosseto e ho in zona due ripetitori Vodafone e wind tre su Tim inwitc’è probabilità che possa subentrare iliad

  6. Catello Pezzatini ha detto:

    Purtroppo del problema che migliaia di clienti che risultano troppo spesso irraggiungibili sotto copertura 4G non se ne parla quasi, sarò costretto ad abbandonare Iliad dopo aver dato fiducia per 3 mesi e senza aver mai avuto supporto dal servizio clienti.

  7. Carmelo ha detto:

    Quando ci sarà maggiore copertura 4G

  8. Sandro drago ha detto:

    Sono utente Iliad, anche mio figlio e sto spingendo pure alcuni miei amici a farlo, voglio proporre casa mia che si trova in un punto strategico per l’installazione di un ripetitore, se interessa alla società, ovviamente.

  9. franco ha detto:

    La Sardegna rientra nel programma riservato alle aree densamente popolate? Se Si quali comuni? Grazie.

  10. Carmelo ha detto:

    Si sanno quali città sono state scelte per i primi impianti?

    • Redazione ha detto:

      Si parla di aree a maggiore densità abitativa, quindi è scontato che saranno le principali città e poi pian piano si andrà su tutto il resto (come già visto e rivisto con i precedenti gestori… e strategicamente incontestabile come scelta).

  11. Gianluca ha detto:

    Quanto tempo ci vorrà per avere iliad con la linea fissa?

  12. dobale ha detto:

    Dell’accordo con inwit si sa qualcosa? Tutto tattica, o c’è del vero?…..nella mia zona c’è solo il traliccio inwit, con su tutte e 3 le sorelle; quindi se non c’è accordo con inwit “resterò” a vita (almeno 10 anni) in ran sharing wind? Tra quattro anni non vedrò il 5G sui 700 MHz?…….☺️

    • Redazione ha detto:

      Nel report si citano gli accordi con società delle torri, senza pubblicarne i nomi. Noi abbiamo segnalato ovviamente Cellnex perché l’informazione era ormai stata confermata dai diretti interessati mesi fa. Si parla sia di società delle torri che operatori infrastrutturati… tutto può essere (e magari anche di più di quel che si sa fino ad ora) 🙂

      • dobale ha detto:

        Grazie, mi era “scappato” sia il plurale che operatori infrastrutturati; quindi può essere Tim e di conseguenza Inwit….🙂

  13. Presumo che forse si intendeva “indipendenza”, non “dipendenza”.
    Oppure ho compreso male io?

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: