Asta 5G: la banda 700 FDD in mano ad Iliad, TIM e Vodafone


Si è conclusa questo giovedi 13 settembre la prima parte di rilanci dell’asta per le frequenze 5G messe in gara dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

Secondo quanto dichiarato in una nota ufficiale, dopo la sesta tornata di rilanci, si è chiusa la procedura di gara per la banda 700 FDD (Frequency Division Duplexper i blocchi generici, con un introito totale di 1.363.436.396,00 euro (a cui si aggiunge il blocco riservato già aggiudicato alla società Iliad Italia S.p.A. per un importo pari a 676.472.792 euro).

5G Iliad

Tutti i blocchi per la banda 700 FDD risultano quindi aggiudicati – alla data del 13 settembre – alle società Vodafone Italia S.p.A., Telecom Italia S.p.A. e Iliad Italia S.p.A.

Assegnazione frequenze banda 700

Risulta ancora aperta la procedura per l’assegnazione della banda 700 SDL (Supplemental DownLink) e, a detta del MISE, “appare vivace la competizione sulla banda 3700 MHz”. Qui è prevista una vera e propria “battaglia” tutti contro tutti.

L’ammontare totale delle offerte vincenti a conclusione di questa prima giornata è stato pari a 2.826.412.258,00 euro, con un incremento di 345.409.454,00 euro rispetto alle offerte iniziali.

Ricordiamo che la banda 700 MHz, è attualmente utilizzata dai broadcaster televisivi e sarà disponibile non prima di luglio 2022 (con concessione valida fino al 2037). Ecco nel dettaglio le assegnazioni di questa banda:

  • Iliad: lotto riservato costituito da due blocchi inscindibili da 5+5 MHz per un investimento di 676.472.792 euro
  • TIM: due lotti da 5+5 MHz ciascuno per un investimento di 680.200.000 euro
  • Vodafone: due lotti da 5+5 MHz ciascuno per un investimento di 683.236.396

Alle ore 10.00 di venerdì 14 settembre, riprenderà la seduta dedicata ai miglioramenti competitivi, ovvero a tutta una serie di rilanci per aggiudicarsi le frequenze rimanenti. Queste segnalate qui di seguito, le offerte iniziali su tutte le frequenze messe in gara dal MISE.

Asta 5G offerte iniziali


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 7.830 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

11 Risposte

  1. Leo ha detto:

    REDAZIONE scusate una cosa… Ma ILIAD ha un blocco da 20mhz, non da 10mhz🤔

    • Redazione ha detto:

      Ciao Leo,
      ci siamo riletti tutto il bando per sicurezza, dopo la tua segnalazione, ed effettivamente hai ragione, ma il collega ci aveva già anticipato correggendo l’articolo. Grazie comunque per avercelo fatto notare, ora controlliamo che non ci siano altri refusi.
      https://www.universofree.com/wp-content/uploads/2018/09/Lotti-frequenze-asta-5G.png

  2. Antonio Mastropasqua ha detto:

    …A meno che tra wind3 e iliad non continui un comune accordo sulla rete anche in futuro 😁

  3. vescovi giovanni ha detto:

    ottimo per iliad.

  4. Fede ha detto:

    Che batosta per Wind Tre, rimasta con nulla in mano su una banda molto importante per la futura copertura di rete in 5G. Sono proprio curioso di vedere ora come se la caveranno i 5 gestori sulle restanti frequenze e chi avrà la meglio.

    • Jocker ha detto:

      Andrà in Ran Sharing su Iliad:-) Comunque se ho ben capito Vodafone e Tim hanno 2 lotti ciascuna sui 700, Iliad solo 1. Ergo Tim e Vodafone hanno il doppio dei canali. O mi sfugge qualcosa? Liberi per il resto dal 2022 (ora sono frequenze TV) … E’ lunga … Per il momento si dovrebbe partire nel 2020 sempre lunga e serve cambiare un bel pò di cellulari. Poi come tutte le offerte di punta costerà un pò di più.

      • Antonio Mastropasqua ha detto:

        No i blocchi sono 4.. 1 iliad, 1 Vodafone, 2 Tim

        • Redazione ha detto:

          Quello di Iliad, come ha fatto correttamente notare LEO è un lotto complessivo da 20 MHz, ovvero composto da due blocchi da 5+5 MHz (10 MHz in downlink + 10 MHz in uplink).

          TIM: due lotti da 5+5 MHz ciascuno
          Vodafone: due lotti da 5+5 MHz ciascuno

          https://www.universofree.com/wp-content/uploads/2018/09/Assegnazione-frequenze-banda-700.png

      • Fabio ha detto:

        Ma che ranr sharing, semmai sarà iliad a cedere in cambio della rete 😉 ma avete idea di che cosa ci vuole per raggiungere una rete come quella di wind3, 15000 siti! Vi do una notizia, così apro il dibattito. Wind3 sta puntando tutto sulla 3700mhz e infatti è in testa e la sta pagando anche cara. Il 3700 è meno potente ma molto più pulito del 700mhz, inoltre, considerate che il 700 verrà svuotato non prima del 2022 (dunque neanche sviluppo ci si potrà fare) il 3700 già nel 2019 verrà conseganto. Secondo me wind3 sta facendo benissimo a puntare sul 3700, ci vorrà qualche BTS in più ma a vantaggio della qualità del segnale. Senza dimenticare le date di consegna, il 70omhz nel 2022 è un azzardo.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: