Asta 5G vicina ai 3,5 miliardi di euro, grazie alla competizione sulla banda 3700 MHz



Si è conclusa alle 17:15 la quarta giornata della fase dei miglioramenti competitivi per la procedura di assegnazione delle frequenze per il 5G, che ha visto partecipare le società Iliad Italia, Fastweb, Wind 3, Vodafone Italia e Telecom Italia.

5G Iliad

A conclusione di questa giornata, l’ammontare totale delle offerte ha raggiunto quota 3.496.302.258 euro, con un incremento di 1.015.299.454 euro rispetto alle offerte iniziali.

Continua quindi la competizione sulla banda 3700 MHz, che ha raggiunto un ammontare complessivo di 1.292.700.000 euro mentre non risultano ancora offerte per la banda 700 SDL.

Nell’aggiornamento pubblicato il 19 settembre dal MISE, con i dettagli sui rilanci, si scopre che in banda 3700 MHz Telecom Italia non è più in testa per un lotto da 80 MHz, superata da Wind Tre che, per il momento, è in testa anche per quanto riguarda un blocco da 20 MHz. Ci sono poi Vodafone Italia per un blocco da 80 MHz e Iliad Italia per quello da 20 MHz.

Asta 5G rilanci 18 settembre 2018

Asta 5G rilanci del 18 settembre 2018 | MISE

Ricordiamo che fino ad ora risultano assegnati tutti i blocchi per la banda 700 FDD alle società Vodafone ItaliaTelecom Italia e Iliad Italia, nel dettaglio:

  • Iliad: lotto riservato da 10 MHz per un investimento di 676.472.792 euro
  • TIM: due lotti da 5+5 MHz per un investimento di 680.200.000 euro
  • Vodafone: due lotti da 5+5 MHz per un investimento di 683.236.396

L’asta prosegue domani – mercoledì 19 settembre 2018 – dalle ore 10.00, con nuovi rilanci.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

3 Risposte

  1. Giorgio ha detto:

    Questa asta sta andando meglio del previsto per lo Stato, ma anche troppo per le lunghe. Se continuano così con quello che spenderanno per le licenze non avranno più soldi per gli impianti ????

  2. dobale ha detto:

    Tranquilli……che poi, i soldi spesi in più, li recuperano a forza di rimodulazioni……
    Tanto paga sempre Pantalone…. ALLEGRIA! ????

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: