Fastweb si aggiudica lo spettro 5G Tiscali per 198 milioni di euro



Prima la smentita, poi l’ufficializzazione: ed ecco confermate le indiscrezioni di pochi giorni fa che annunciavano un possibile miglioramento dell’offerta di acquisto da parte di Fastweb per lo spettro 5G (40 MHz in banda 3.5 GHz) e l’unità FWA (Fixed Wireless Access) di Tiscali.

E’ infatti di pochi minuti fa il comunicato stampa congiunto TiscaliSwisscom (il gruppo tlc svizzero che controlla l’italiana Fastweb) in cui viene svelato il prezzo d’acquisto, lievitato da 150 a 198 milioni di euro.

Il comunicato

Con un comunicato congiunto, Swisscom (il gruppo tlc svizzero che controlla Fastweb) e Tiscali hanno ufficializzato l’accordo dello scorso 30 luglio sullo spettro 5G e infrastruttura Fixed Wireless Access (FWA), non più per 150 milioni di euro, ma per 198 milioni, confermando le indiscrezioni dei giorni scorsi. Ecco, di seguito, il comunicato integrale.

Fastweb ha raggiunto un accordo definitivo per l’acquisizione del comparto wireless fisso di Tiscali e la piena proprietà dello spettro 3,5 GHz. Come annunciato il 30 luglio 2018, con questa transazione, Fastweb si assicurerà un accesso a lungo termine al prezioso spettro 5G.

Con l’odierna approvazione da parte del CdA di Tiscali dell’offerta vincolante presentata da Fastweb, le due società hanno finalizzato le condizioni per l’accordo secondo cui Fastweb acquisisce la licenza per lo spettro detenuta da Aria (una società affiliata, integralmente controllata da Tiscali) per 40 Mhz nella banda 3,5 Ghz unitamente al comparto Fixed Wireless Access (FWA) di Tiscali, che comprende infrastrutture FWA (835 antenne) e 34 impieghi equivalenti a tempo pieno.

Al contempo, Tiscali stipulerà un contratto wholesale con Fastweb che le garantirà pieno accesso all’infrastruttura della rete di Fastweb basata su fibra.

Fastweb finanzierà l’operazione con le sue risorse liquide disponibili. Il valore della transazione ammonterà approssimativamente a 198 milioni di euro, composti da 130 milioni di euro in contanti (di cui 50 nel 2018 e 80 nel 2019), un accordo wholesale di 4-5 anni per un valore totale di 55 milioni di euro e 13 milioni di euro di debiti nei confronti di fornitori.

Gli altri 45 milioni di euro indicati nell’accordo comunicato lo scorso 30 luglio riflettono le recenti dinamiche di mercato e andranno a rafforzare il piano di rilancio di Tiscali, agevolando pertanto l’implementazione del piano di ristrutturazione di Tiscali.

La stipulazione – soggetta a un piano di ristrutturazione di Tiscali – è prevista per le prossime settimane, come inizialmente programmato.

A questo punto la domanda più che scontata è: che fine farà il ricorso al TAR di iliad e Vodafone (qui tutti i dettagli) contro l’acquisizione da parte di Fastweb di questi 40 MHz in banda 3.5 GHz, ad un prezzo inferiore di quanto speso dai principali gestori per aggiudicarsi i lotti in banda 5G messi all’asta dal MISE?

via mvnonews.com


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+