Free (gruppo iliad): in Francia leggero calo nel fisso, mentre è boom attivazioni nella fibra ottica


Il gruppo iliad ha pubblicato in serata i risultati relativi al terzo trimestre 2018 sia delle attività francesi (Free e Free Mobile) che di quella italiana (qui trovate il nostro articolo con tutti i dettagli).

Se nel mercato italiano i primi 4 mesi dal lancio di iliad sono stati un successo, Oltralpe dopo anni di crescita, è stato registrato un calo nel numero di abbonati a Free, l’operatore di telefonia fissa, banda larga e IPTV.

Dal 30 giugno al 30 settembre l’operatore ha perso 14.000 abbonati, un dato inferiore a quello dei due trimestri precedenti, dove aveva perso rispettivamente 19.000 e 28.000 abbonati.

Free segnala, tuttavia, che durante il terzo trimestre si è registrato un miglioramento nelle acquisizioni lorde (ovvero escluse le disattivazioni) a seguito del riposizionamento delle tariffe.

Sono infatti state lanciate nuove offerte da 9,99 euro/mese a 19,99 euro/mese per i primi 12 mesi (successivamente il costo varia dai 24,99 euro/mese ai 44,99 euro/mese in base all’offerta scelta).

Nonostante questo calo del numero di abbonati nel fisso, Free può comunque gioire sul fronte della fibra ottica, dove risulta essere il primo operatore alternativo, con un trimestre da record in termini di reclutamento di nuovi clienti (oltre 100.000 nuovi abbonati per un totale di 835.000 in FTTH).

Obiettivo a lungo termine per il gruppo, raggiungere una quota di mercato del 25% sia nel fisso che nel mobile.

Altre risorse utili


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Commenta...