iliad, MVNO e ritorno alla fatturazione mensile: per i tre big 302 milioni di euro di ricavi in meno


Una nuova “guerra dei prezzi”, o più semplicemente un mercato che, grazie all’arrivo di iliad, ha visto crescere la concorrenza, con relativo crollo dei prezzi.

I consumatori ringraziano, mentre i tre grandi “big” della telefonia mobile piangono, con un calo dei ricavi da servizi di 302 milioni di euro su base annua.

offerta iliad conferenza

E’ quanto emerge da una analisi pubblicata questa mattina nell’edizione in edicola de Il Sole 24 Ore, dove vengono analizzate le perdite di TIM, Vodafone e Wind Tre, con un confronto tra il terzo trimestre 2018 e quello del 2017.

A causare queste perdite naturalmente l’arrivo di iliad, con il conseguente drastico abbattimento dei prezzi, ma anche i nuovi MVNO “low cost” voluti da TIM e Vodafone per contrastare il nuovo entrante sul mercato (parliamo naturalmente di Kena Mobile e ho. Mobile), senza dimenticare il ritorno alla fatturazione su base mensile (invece che su 28 giorni).

I numeri del trimestre luglio-settembre parlano chiaro: -8.9% di ricavi per i tre gestori di rete, pari a -302 milioni di euro. Nel dettaglio, 33 milioni di euro di ricavi da servizi in meno per TIM (-2,7%), -111 milioni per Vodafone (-10%) e 158 milioni in meno (-14,6%) per Wind Tre.

Questo naturalmente nel solo comparto mobile, sarà interessante vedere se un effetto simile si avrà anche nella telefonia fissa e internet a banda larga, una volta che iliad deciderà di sbarcare anche in questo settore.

A quel punto l’impatto sui conti (visto che i tre big citati sono tutti presenti anche nel fisso) potrebbe essere ancor maggiore. Ma qui solo il tempo potrà darci una risposta.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

13 Risposte

  1. John ha detto:

    Iliad ultimamente va benone, https://www.speedcheck.org/result/208712547 infatti mi sono preso un modem 4g con una sim in più da 50gb accostato a linkem che pago solo quando ho bisogno di più internet.
    Nel mio numero principale però tornerò a coopvoce poiché offre un bonus da 30 euro ed una buona offerta da 8 euro al mese, levando poi il fatto che si ricarica con la spesa e rete Tim.

  2. Francesco ha detto:

    Iliad la più pessima rete al mondo che ho avuto la migliore è ho mobile

    • Pietro ha detto:

      Ormai son stufo di commentare chi sa solo criticare. Un’operatore Virtuale contro uno reale che si appoggia oggi alla rete WindTre che come antenne e numero di clienti è diventata la prima in Italia? Che dire ognuno sceglie. Io mi trovo con Iliad meglio che addirittura con Vodafone…ma se ti piace HO resta con loro.

      • bifax ha detto:

        Onestamente Pietro, sarai stufo di commentare chi sa solo criticare, ma… A leggere qui, le critiche sono in aumento! Tutti denigratori? Sicuro sicuro? Certo che elogiare la rete numero uno in Italia per numero di utenti, che ha ceduto mezzo milione di suoi utenti disperati a Iliad (me compreso) per lo schifo qualitativo che offre oggi Wind/tre, sa di anacronistico! Tu Pietro, ti trovi bene con Iliad, ma essere stufo di commentare critiche, solo perché tu ti trovi bene, mentre molti, ma davvero molti se ne vanno da Iliad per la scarsa qualitá su determinati territori, sa di insofferenza, e di non voler accettare chi, al contrario di te, non si trova bene con Iliad, e apertamente lo scrive senza farsi alcun problema. Per fortuna c’é libertá di scelta e grazie a Iliad, oggi TUTTI i gestori, mvno compresi, propongono le stesse condizioni economiche e optional vari, di Iliad, in modo che chiunque oggi si indirizzi verso il gestore che risponde alle proprie aspettative, sia per qualitá che per economicitá. Se ci si fa caso, le offerte di Iliad sono ancora in corso da parecchio tempo, il che stá a dire che c’é stato un evidente rallentamento delle nuove utenze. Sommando anche le portabilitá in uscita e le sim inattive che da Ottobre non sono state ricaricate in Iliad, si ha un quadro chiaro di come si siano riprese le altre compagnie telefoniche dal grosso scossone iniziale. 302 milioni di mancati ricavi della trade con il ritorno (per fortuna) alla fatturazione mensile, ma a quanto ammontano i mancati ricavi di Iliad al 30 Novembre? L’AD Levi ha il polso della situazione istantanea, come é logico e, come riportato qualche giorno fa dal Sole 24, l’obbiettivo semestrale al 31 Dicembre ormai é una chimera, dopo il primo trimestre (giugno, Luglio, Agosto) con obbiettivi pienamente raggiunti. Dunque, Settembre, Ottobre e Novembre hanno fornito ricavi nettamente inferiori alle aspettative, perché? Fatevi una domanda e datevi una risposta, sicuramente molti utenti Iliad sono soddisfattissimi, ma… Non tutti, alla luce di quanto visto piu piu su. Forse sará il caso di concentrarsi sui PROPRI “pali”, invece di rivolgersi a pubblicitá milionarie in tv, nuove costose postazioni simbox, nuove sedi di vendita, se poi il risultato é mediamente penoso a macchia di leopardo sul territorio, grazie anche ad un run sharing da mettersi le mani nei capelli con una Wind/Tre che ha perso ben mezzo milione di utenti a favore di Iliad, e questo la dice lunga. Come dice qui sotto Mercedes, dobbiamo ringraziare Iliad per lo scossone che ha dato, e per quanto ne so, sono tanti ma tanti tanti gli utenti della triade che con poca spesa hanno fatto una triangolazione su Iliad (accrescendo il numero di utenti di Iliad) per poi rientrare dal proprio gestore (incasinando i piani di Iliad) ottenendo finalmente gli stessi Gb offerti da Iliad, con una spesa similare e una affidabilitá di un paio di decenni. Se poi fra 6 mesi ci fosse una rimodulazione? Amen, tanto tutti questi di cui sopra hanno risparmiato dai 6 ai 10€ cadauno. Ne passa, a forza di rimodulazioni prima di arrivare a cifre improponibili.

        • Patrick ha detto:

          Bifax, non ti offendere, ma il tuo discorso è un po’ da ingenui. Cosa significa “mancati introiti di iliad al 30 novembre?”. E’ un discorso senza senso: tutte le società al debutto, tanto più un operatore mobile che deve anche costruirsi una propria rete, hanno sempre i conti in rosso (e per anni, non mesi. Senza andare troppo indietro, vai a vedere quelli della 3)… gli altri gestori quando sono nati secondo te dopo sei mesi erano già in pareggio di bilancio? Ma non diciamo castronerie per cortesia.

          Quando una azienda viene fondata viene fatta una analisi dei costi, quanto budget deve essere investito in ogni singola voce, marketing e pubblicità compreso. Un’azienda quando si affaccia su un mercato (tanto più uno importante e competitivo come le telecomunicazioni), deve mettere in conto una enorme spesa in pubblicità o non va da nessuna parte.

          Stai facendo i banalissimi discorsi da bar che si leggono in certi forum di telefonia, dove di cavolate ne girano dalla mattina alla sera. La triangolazione? Secondo te sono tutti andati a triangolare con iliad o magari l’ha fatto giusto qualche centinaio di persone, gli smanettoni che non hanno di meglio da fare dalla mattina alla sera e che ritrovi nei forum già citati?

          Chi ci guadagnerà realmente saranno quegli utenti che hanno attivato la prima e convenientissima offerta da 5,99€, perché se non si faranno tentare dalle offerte degli altri gestori, tra qualche anno se la godranno pienamente (e chi è passato in TIM, Vodafone etc etc probabilmente avranno già subito una rimodulazione).

          Per iliad l’obiettivo iniziale era quello di farsi conoscere e crearsi una importante base clienti in pochissimi mesi e c’è riuscita (nonostante qualcuno la dava per fallita ancor prima di partire). Se d’ora in poi la crescita sarà molto più lenta e graduale, stai tranquillo che è una cosa che hanno già messo in conto dallo scorso maggio, perché è così che va un mercato competitivo… intanto continuano ad investire nella rete distributiva e sulla rete di trasmissione, il resto mi sembrano sempre e solo critiche prive di fondamento (e molte chiacchiere da bar).

          Vedrai che continueranno a crescere, con numeri inferiori rispetto al lancio (ovviamente, lì c’era anche l’effetto “new entry”), ma continueranno a crescere, in proporzione anche alla campagna pubblicitaria che è stata già ridotta nelle ultime settimane, poi arriverà il lancio nel fisso e lì avranno un’altra ondata di acquisizioni, ci saranno le offerte convergenti e cominceranno a fidelizzare i clienti.

          Tempo al tempo, non fate l’errore di sottovalutarli (visto anche chi c’è dietro ad iliad), hanno fatto un investimento di un certo tipo e sono qui per rimanere, con buona pace dei concorrenti che continueranno ad avere una bella spina nel fianco.

          p.s.guarda Fastweb.. trasparenza trasparenza (scimmiottando iliad e pensando di farsi una nuova verginità)… son durati qualche mese, hanno già iniziato a rimodulare e a fare sorprese ai clienti.

          • dobale ha detto:

            @Patrick
            Concordo in pieno il tuo ragionamento….
            Anche parlando di triangolazione è bene sapere, che relativamente, è per i pochi “appassionati /sgamati /fissati etc.”
            In genere, per l’utente “medio” , solamente il cambio comporta “fatica”…… 🙂
            PS: per “triangolare” non si usa certo l’Iliade, meglio qualche “virtuale” con costi di attivazione azzerati….😉
            Altro discorso è “la prova” o il “testare” l’Iliade….😎

            • Pietro ha detto:

              Concordo. Il discorso della triangolazione oggi è relativo perchè ci sono 2 fattori. Il primo è che devi subire un doppio disservizio.La portabilità è relativamente veloce ma per ogni cambio operatore per 2/3 giorni stai con numero provvisorio. Significa che o cammini con 2 telefoni oppure devi usare il numero provvisorio per avvalerti della nuova tariffa “vantaggiosa”. Dopo che fai ? Altri 10 giorni per ricambiare verso il “vecchio” operatore? Altro disservizio. Per non dire che qualsiasi gestore ti fa pagare almeno e nella migliore delle ipotesi 10 euro per la sim. Triangolare quindi significa pagare almeno 20 euro e per cosa per avere 2 euro in meno al mese sulla tariffa base del nuovo operatore?
              Alla fine su base annua cosa risparmi 4/5 euro se consideri quanto hai pagato le due sim?
              Oggi penso che non abbia propio senso. Una cosa era anni fa. Se triangolavi perchè da un lato pagavi 20 e facendo sto giretto alla fine 10 si ci può stare ma oggi che si parla di 2/3 euro di differenza fra una tariffa e l’altra di qualsiasi gestore spenderne 20 e stare in ballo 1 mese con 2 portabilità non ne vale la pena. Testare si infatti è stato il mio approccio. A giugno ho preso Iliad e l’ho tenuta col numero nativo per 2 mesi in modo da testarla per benino….l’ho dato ai contatti più importanti il 351…gli altri amen…chissene. Dopo 2 mesi che sono stato soddisfatto del servizio ho richiesto la portabilità del mio storico 335. A differenza di altri, ad esempio, Iliad è l’unico gestore che ti permette di far la portabilità successivamente all’attivazione della sim.
              Quindi la puoi provare, se soddisfatto porti il numero sennò la butti nel WC e stai col tuo vecchio numero ed operatore. Alla fine spendi meno di triangolate, quadrangolare o quanto altro 🙂

              • dobale ha detto:

                Forse bifax, nel suo ragionamento, parlava di una “triangolazione involontaria”…..
                I dati di questa, non ci sono….
                Dire “molti” o “pochi” è il nulla…
                C’è chi triangola a costo zero o quasi, possiede un dualsim, ha diversi numeri, qualche sim “dormiente” nel cassetto etc etc..
                Iliade non è la sola che permette la portabilità in un secondo momento….
                Quindi ad ognuno il “suo”, se no è la solita storia, trita e ritrita….
                Potessi ritornerei agli anni 80, 30 e “rotti” anni in meno, 3-4 gettoni in tasca, e tutto risolto….😁😎

          • Pietro ha detto:

            La penso come te. Una start-up per i primi anni (altro che mesi) è sempre in rosso. Iliad è entrata in modo aggressivo per accaparrarsi clienti e ci è anche riuscita. Dati economici a parte nessun gestore in meno di 6 mesi ha fatto 2mln di clienti neanche TIM,VODA,TRE,WIND ai loro albori quindi da questo punto di vista è un successo per loro. Logico che in un mercato saturo non ci si può aspettare un ritmo di crescita come nei primi mesi ne tantomeno grandi ricavi considerando le tariffe basse, le spese di ran sharing, la pubblicità e la costruzione di una nuova rete. Ma era tutto calcolato. Insomma non parliamo della pincopallo s.r.l ma di un gestore che in Francia da più di un decennio ha un suo affermato business…sprovveduti non lo sono affatto. Se ci si fa caso rispetto all’offerta di lancio (5.99 che ho e mi tengo stretta a vita) anche loro hanno progressivamente aumentato i prezzi livellandosi con, ad esempio, gli mvno. Resta il fatto che son più trasparenti e che è veramente tutto incluso ed il “per sempre” è clausola contrattuale. Sembra poco? Per me solo questo me lo fa preferire agli altri gestori. I problemi di gioventù ci stanno tutti ma con il tempo verranno risolti. Tutte le altre considerazioni le ri-ri.ri.ri.ripeto. Forse perchè vengo dagli anni 90 ove se già pagando un botto se telefonavi dal mobile di andava di cul….e solo nelle grandi città. Forse per questo mi sento di dire che lato fonia funziona bene ed in tutta Italia lato dati è storia a se e dipende da dove ti trovi. Ma ricordiamoci che vale per tutti i gestori. Lato mobile nessuno per contratto garantisce in ogni parte copertura e sopratutto velocità minime di navigazione. E’ intrinseco nelle reti mobili non poterla garantire. Per 6 euro/mese non c’è di meglio. Ora ovviamente gli scettici che leggono questi post da Giugno…aspettano e sperano …peccato che quando si decideranno verso Iliad penso non sarà vantaggiosa a livello economico come lo è fino ad oggi…fatti loro? Si. 🙂

        • Pietro ha detto:

          Ciao caro, ben riletto dopo un po 🙂 Le tue considerazioni sono giuste. Cerco di provare a fare considerazioni non fatte (sennò mi sembra anche a me di aver l’alhzaimer a ripetere le stesse cose). Che le attivazioni dopo il primissimo periodo abbiano subito un freno (lo do per buono) fra nuove attivazioni e chi “scappa” ci sta anche. A prescindere di chi si lamenta del servizio (diciamo che ci credo? Ok) c’è da dire che Iliad si è trovata ad operara in mercato ormai saturo. Anche psicologicamente non tutti hanno voglia di sbattersi ogni 2/3 mesi a cambiare gestore (che sia virtuale o reale). Forse (e spero sia così) visto che ormai la guerra dei prezzi si gioca sul 1/2 euro in meno al mese la gente ha capito che pagare 20 euro di attivazione sim alla fine vanifica su base annua il presunto risparmio quindi in molti restano con il propio operatore. Per il discorso copertura, mi devo ripetere ahimè. C’è una bella differenza fra il RAN sharing ed gli operatori virtuali. Gli operatori virtuali hanno una bassissima priorità di accesso propio per non offuscare le reti “madri”. Il RAN sharing è un noleggio e malgrado sia io che te che molti non capiamo economicamente il meccanismo tranquillo che se WindTre ha perso mezzo milione di clienti a favore di Iliad di contro non so quanto ne guadagna dalla stessa Iliad per il noleggio/uso dell’infrastruttura. Evidentemente la stessa avrà fatto i suoi conti e di sicuro (parlo di WindTre) non ci perde più di tanto. Che poi a livello di rete WindTre non sia il max perfettamente d’accordo ma dovrei avere accesso ai parametri di rete dei vari virtuali per poter emettere un verdetto. Se mi parli di TIM e Vodafone nativi probabilmente ci sta tutta che il servizio è migliore se parliamo di Kena ed H.O. dubito seriamente che siano qualitativamente migliori di WindTre per i motivi scritti in precedenza. TIM (esempio)non può erogare la stessa qualità di servizio via Kena Mobile facendo pagare meno rispetto a quanto la stessa offre sulla rete madre facendo pagare di più. E’ ovvio che una differenza ci sarà sennò tutti i clienti TIM andrebbero su Kena mica so scemi 🙂 Per Iliad è diverso. Si probabilmente anche lei avrà forse minore priorità sulla rete WindTre? Bohh per quanto da me notato no perchè l’accordo commerciale è diverso rispetto agli mvno. In ogni caso, e concordo con te, Iliad ha comunque dato uno scossone al ribasso delle tariffe della telefonia mobile. Grazie a questo scossone anche chi sceglie altri gestori virtuali o reali oggi paga meno rispetto all’anno scorso. Il resto è, ovviamente, giudizio o meglio opinione, che viene dalla propria esperienza. Non dubito che ci siano clienti delusi da Iliad, non dubito che ci saranno zone “morte” di copertura ma lo stesso vale per tutti gli altri gestori. Diciamo che il gestore perfetto non esiste o meglio va cercato accuratamente a seconda di dove si vive e delle propie abitudini. Io (e lo sai) non vendo Iliad ne nessun altro gestore, provo ad essere obiettivo e ti posso parlare della mia esperienza localizzata a dove vivo. Non posso dire che Iliad non funziona, anzi posso dirti che a parità di luogo (casa mia) ho provato da decenni sia Iliad che TIM che Tre è l’ultima nata funziona decisamente in modo migliore anche della blasonata TIM. Ad oggi credo che Iliad (e quindi WindTre) non abbia problemi di copertura a livello di territorio e di chiamata vocale. Certo ci può essere il posto dove navighi a 200mbps e quello a 1mbps ma questo succede anche con tutti e dico tutti gli altri gestori. Ovviamente ognuno è libero di scegliere ciò che vuole e pagare quanto vuole. E’ ovvio che è una rete in divenire e che quindi può avere problemi (da me mai notati) ma per 6 euro al mese anche e se dovessi navigare ad 1mbps è più che bene. Praticamente uso il telefono come una radio faccio almeno 2/3 ore di chiamate al giorno da Giugno e tranne pochissime volte mai un problema di linea, di segnale….mi trovo bene anche a livello dati anche se ,ripeto, mi interessa poco. Altri amici che sono su Iliad stracontenti in varie parti d’Italia. Poi ripeto non pubblicizzo nessun gestore…..ognuno scelga quel che meglio gli si aggrada 🙂

  3. Salvatore ha detto:

    Spero presto che iliad arrivi anche come gestore per rete casa ! Per dare il colpo finale!!!!

  4. Mercedes ha detto:

    A questo mondo va tutto storto o quasi. Si parla sempre di perdite dei ricavi, degli smisurati profitti delle aziende e mai si parla delle perdite che subiscono i cittadini.da parte degli insaziabili disonesti.
    Noi diciamo Grazie a ILIAD, perché che ha tirato il freno e ha portato una ventata di modernità e di progresso in questo senso.

    • Pietro ha detto:

      Condivido in toto. Hanno rubato a noi cittadini per 20 anni con tariffe costosissime. A differenza di Iliad che anche in startup (e quindi con costi notevoli per la realizzazione della sua rete e per il costo di noleggio della rete WindTre) si dimostra competitiva, i tradizionali con rete realizzata ed attiva da almeno 10 anni e quindi costi quasi esclusivamente di manutenzione, hanno continuato fino all’arrivo di Iliad a spillar soldi più che potevano. Gli esempi della truffa perpetuata non si contano. Dalla tariffazione a 28 giorni a quantità irrisorie di GB, alle continue rimodulazioni, alla scomparsa degli SMS che non capirò mai. Sono poco utilizzati oggi, le infrastrutture a regime da decenni ed invece di regalarli ti chiedevano di pagare e neanche poco. Alla fine, vero che si usano poco ma ai gestori oggi non costano niente….chissà perchè però saranno desueti ma per smaronarti con le nuove offerte gli stessi gestori usano solo SMS. Ai servizi supplementari a pagamento (segreteria, trasferimento di chiamata, e molti altri) insomma hanno succhiato il “sangue” in ogni modo. Non parliamo delle cosidette “offerte” solo se resti per 24/30 mesi oppure solo se fai la portabilità. Ci voleva una smossa perchè gli italiani (me compreso) siamo caproni sempre bravi a subire. Di altri furti ed anomalie potrei elencarne a decine…ivi compreso un povero cristo (me) che ha dovuto “faticare” a forza di raccomandate per vedersi restituire dopo 30 mesi di contratto 50 Euro già pagati per 2 anni dopo la fine del contratto. Iliad è trasparente e malgrado quello che molti (secondo me interessati) dicono dalle mie parti funziona meglio anche di Vodafone mai un problema e dentro casa fino a 200mbps sono arrivato…che poi non funzioni in aspromonte (e’ solo un’esempio) non me ne può fregà de meno visto che ne ci abito ne ci vado. Anzi la rete Iliad può solo andare a migliorare mentre le altre stagnano a livello di nuove installazioni. Alla fine il mio è un servizio personale, non sono reperibile e non lo devo essere 24/7 quindi anche e se Iliad pecca qualche volta amen….richiamano o richiamo dopo un pò. Non sono neanche il finto furbetto che sol perchè costa poco pensa di sostituire adsl/fibra ottica, risparmiare ma poi pretende ipervelocità sempre ovunque e comunque. L’ho sempre detto lo smartphone e’ smartphone…se già arrivi a 10/20mbps per quello che si fa con un dispositivo mobile è già tanto. Io resterò con Iliad per me gli altri gestori possono anche fallire chi se ne frega insieme ai loro “virtuali” (mai avuto e mai avrò un gestore virtuale). Saluti 🙂

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: