Rete iliad: nuove autorizzazioni su Brescia, Varese, Monza Brianza e Milano (con ulteriori novità)



Aumenta quasi settimanalmente il numero di impianti iliad autorizzati in tutta la Lombardia (dati ARPA), il che fa ben capire quanto il nuovo operatore mobile sta lavorando per lanciare la sua rete proprietaria, con una sorpresa che riguarda Milano e alcuni comuni dell’area metropolitana.

Partiamo con gli ultimi dati aggiornati ad oggi, dove registriamo una crescita di impianti su diverse province, come quella di Milano, Brescia, Varese e Monza.

Milano città passa da 107 a 109 impianti autorizzati, mentre in tutta la città metropolitana salgono a 230. La provincia di Monza Brianza passa da 55 a 57 impianti, di cui 6 in città.

Anche nella provincia di Varese c’è stata una ulteriore crescita, passando da 15 impianti autorizzati a 17. Tra le città più popolose della Lombardia che anche Brescia, con due impianti in città (+1 rispetto a due settimane fa) e uno che riguarda la frazione di San Martino della Battaglia (Desenzano del Garda).

A livello regionale, questa è la situazione ad oggi:

  • Impianti autorizzati in tutta la città metropolitana di Milano230
  • Impianti autorizzati in tutta la provincia di Monza Brianza57
  • Impianti autorizzati nella provincia di Varese17
  • Impianti autorizzati nella provincia di Pavia7
  • Impianti autorizzati nella provincia di Como3
  • Impianti autorizzati nella provincia di Bergamo
  • Impianti autorizzati nella provincia di Brescia: 3
  • Impianti autorizzati nella provincia di Cremona1

Il tutto per un totale di 320 impianti su 8 diverse province (nessuna novità al momento per quanto riguarda quelle di Lodi, Sondrio, Lecco e Mantova).

Come accennavamo ad inizio articolo, una novità riguarda la città di Milano e alcuni comuni dell’hinterland. Qui infatti da diversi giorni è cambiato lo stato di alcuni impianti, passando da “Acceso SCIA” ad “Acceso”, ovvero lo stato in cui si trovano gli impianti operativi degli altri gestori.

“Acceso SCIA” significa che l’operatore mobile (in questo caso iliad), ha inoltrato la SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività – di fatto un’autocertificazione con cui vengono inoltrate alle autorità preposte tutte le informazioni dettagliate richieste, compresi eventuali elaborati tecnici e planimetrici e sui cui ARPA Lombardia può effettuare successivi ed eventuali verifiche di competenza.

Impianti iliad Acceso

Nei prossimi giorni proveremo a verificare se gli impianti segnalati sono già realmente operativi e se la rete iliad è già accessibile ai clienti o meno. In caso di riscontro positivo, non mancheremo di scriverne su queste pagine.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

8 Risposte

  1. Alberto Milito ha detto:

    In Calabria quando non funziona internet ma daiiii

  2. Claudio D'Amico ha detto:

    Sim box in Unieuro e quasi tutti al Nord antenne proprietarie al centro sud nemmeno l’ombra

    • Beppe ha detto:

      Ma non sparare cavolate… è pieno di segnalazioni in puglia e altre città del centro e sud Italia per le frequenze, Simbox iliad sono presenti in tutte le regioni, sono arrivate pure nella regione che non esiste (il Molise), magari prima di aprire bocca informarsi meglio no?

  3. Salvatore ha detto:

    E’ certamente positivo che aumentino impianti proprietari della Rete ILIAD.
    Ciò che non comprendo, se non per una differenza economico-industriale, èl amancanz a quasi assoluta di notizie analoghe per le regioni del Mezzogiorno d’italia.
    Eppure, in molte zone, l’indice di abitanti per Kmq è molto superiore a quello che si registra globalmente nell’area Nord-Ovest, Nord e Nord-Est.
    Se esiste una programmazione delle future installazioni, sarebbetr ASPARENTE pubblicare un cronoprogramma con l’indicazione delle future relative sedi.

    • Stefano ha detto:

      Lo penso anche io, però nota che anche al nord sono praticamente tutte a Milano, quindi è bene chiedersi perché ce l’hanno solo con Milano

      • Redazione ha detto:

        Al nord non sono tutte e Milano, ci sono anche tante altre città. L’azienda partirà – come ha detto – prima dalle città più popolose, per raggiungere nei tempi previsti gli obiettivi di copertura sulla popolazione.

  4. Stefano ha detto:

    è possibile sapere la posizione esatta degli impianti? A Brescia la copertura è vergognosa, con ampie zone con totale assenza di segnale, mi piacerebbe capire se li stanno posizionando nei posti dove servono (a me)

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: