Buon compleanno Free! 20 anni fa nasceva un operatore rivoluzionario


Era il 18 febbraio del 1999 quando Xavier Niel ha dato il via alla sua avventura nella telefonia fissa con il marchio Free, a cui è seguito il lancio del servizio Internet il successivo 26 aprile.

Free fu tra i primi operatori – insieme a World Online e Freesurf, che hanno debuttato sul mercato pochi giorni prima – ad offrire un accesso internet senza più il costo della connessione al minuto (France Telecom faceva pagare ogni minuto di collegamento al costo di una chiamata locale più un canone fisso mensile).

Free

Fu subito un successo, tanto che venne doppiato l’obiettivo dei 400.000 abbonati in un anno. Nel 2003 nasce poi la prima offerta Triple Play in Francia, con internet, telefonia fissa e tv digitale a 29,99 euro al mese.

Fin da subito, il nuovo gestore si è contraddistinto per dei costi mensili più bassi rispetto alla concorrenza, politica poi applicata negli anni a venire anche con Free Mobile (che ha debuttato in Francia nel 2012) e, naturalmente, con iliad Italia lo scorso maggio.

A 20 anni dalla nascita, oggi il gruppo iliad conta solo in Francia circa 20 milioni di clienti tra fisso e mobile, continuando a proporre una offerta completa al miglior prezzo, senza mancare di innovare (come avvenuto con il recente lancio della Freebox Delta).

Lo scorso 10 gennaio era invece stata la volta dei 7 anni di Free Mobile, occasione in cui lo stesso Xavier Niel ha anticipato quella che sarà una nuova rivoluzione nel mobile (ne abbiamo scritto nel dettaglio lo scorso dicembre):

Andremo a creare un nuovo modello nel mobile, a tutti i livelli […] a livello di terminali, a livello di offerte, nella distribuzione, un sacco di cose…Abbiamo fatto una rivoluzione nel 2012 e stiamo cercando di reinventarci ogni 6 o 7 anni.

Entro l’estate 2019 verrà svelato il mistero di questa nuova rivoluzione nel mobile, mentre non possiamo che augurarci che in futuro anche in Italia arriverà presto una offerta a marchio iliad nel fisso e fibra ottica (attesa da molti consumatori).

Buon compleanno Free… anzi joyeux anniversaire!


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook e Twitter

5 Risposte

  1. paolo ha detto:

    come tutti gli italiani non possiamo che sperare che finisca la stafotte nza dei soliti operatori dalle clausole microscopiche e dei se mi lasci ti uccido .speriamo in una semi rivoluzione come nel mobile saremmo disposti anche a un periodo di rodaggio come e avvenuto per iliad purché finiscano tutte le trappole dei vari contratti che escono solo quando sono a nostro discapito.
    paolo

  2. Eddie ha detto:

    Auguri Free ! Grazie per aver costretto la triade ad abbassare le tariffe, rendendo cosi’ di fatto VERA la libera concorrenza ! Spero che al piu’ presto si possa avere anche la fibra con ILIAD ! p.s. anch’io ricordo che verso la 2 meta’ degli anni ’90 telecom faceva pagare CARISSIMA la sua LENTISSIMA connessione internet ( per scaricare un software max da 1,4 Mb da salvare su Floppy, occorreva almeno mezzora e un mutuo in banca ).

  3. feiore ha detto:

    E tra 20 anni come sarà messa iliad qui in Italia??

  4. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Eh! Mi avete fatto tornare in mente le antiche sofferenze con i modem 14.400 e le continue disconnessioni per farti pagare lo scatto alla risposta. Poi, disperato, comprai uno US Robotics con connessione seriale, non USB e la linea cadeva meno frequentemente. Però il telefono era sempre occupato. E la bolletta comunque arrivava salata. Molto salata!
    Vi voglio bene, cari di Universo Free però, cavolo, non mi tornate indietro di 20 anni, che mi fate sentire vecchio! Maleficent!

    • Redazione ha detto:

      Bollette moooolto salate! Chi ha più di 40 anni oggi, conosce bene le “sofferenze” delle prime connessioni internet con modem 56k o ISDN (per i più fortunati) :-).

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: