L’operatore irlandese Eir (gruppo iliad) conferma il lancio del 5G nel 2019



L’operatore telefonico irlandese Eir, acquisito nel 2018 dal gruppo iliad e da Xavier Niel (tramite la sua holding personale NJJ) ha comunicato ieri i risultati finanziari del’ultimo trimestre del 2018, con ricavi stabili su base annua e utili in aumento.

Nel dettaglio, i ricavi si sono attestati a 322 milioni, mentre gli utili (EBITDA) sono aumentati di 19 milioni di euro (+15% su base annua), mentre sono diminuiti i costi operativi di 19 milioni (a 105 milioni di euro).

Eir financial highlights ultimo trimestre 2018

Alla fine del 2018 Eir contava 936.000 clienti a banda larga (+25.000 su base annua), di cui 670.000 collegati in fibra. Nella telefonia fissa l’ARPU è cresciuto a 49,8 euro (era 49,3€ nello stesso periodo dell’anno precedente).

Nel segmento mobile, Eir a fine 2018 contava 1.045.000 clienti (53% dei quali con una offerta in abbonamento, il restante con formula prepagata). Il consumo di traffico dati ha subito un incremento del 15%. Sempre su base annua, l’ARPU è cresciuto da 24,5 euro a 24,7 euro.

Copertura 4G Eir

Fergal McCann (responsabile rete mobile) e Carolan Lennon (CEO Eir). Photo Credit: Fennells

Investimenti fisso e mobile

Carolan Lennon, amministratore delegato di Eir, ha affermato che il gruppo ha speso 1,5 miliardi di euro in infrastrutture per le telecomunicazioni in Irlanda negli ultimi cinque anni e continuerà a farlo, mettendo un altro miliardo di euro di investimenti nei prossimi 5 anni.

Di questi, più di 500 milioni verranno utilizzati per costruire una rete in fibra ottica (FTTH) che coprirà 1,4 milioni di abitazioni con velocità fino a 10 Gbps. Entro giugno 2019 la banda larga in fibra ad alta velocità coprirà oltre l’80% delle abitazioni irlandesi (circa 1,9 milioni di abitazioni e aziende).

Nel mobile, entro due anni Eir coprirà il 99% della popolazione in 4G (contro il 96% attuale) e entro la fine di quest’anno verrà lanciato il 5G nelle principali città d’Irlanda.

Servizio Clienti

Il tallone d’Achille dell’operatore è stato in passato il suo Servizio Clienti, per questo motivo la Lennon ha affermato che una delle sue “priorità” in qualità di amministratore delegato è quella di contrastare la pessima reputazione nell’assistenza al cliente, investendo innanzitutto in nuove assunzioni (750 operatori nei customer care creati all’interno delle sedi regionali di Cork, Limerick e Sligo, di cui 300 assunti e formati nell’ultimo trimestre 2018).

“Crediamo fermamente che questi cambiamenti porteranno a una migliore esperienza per i clienti di Eir a lungo termine”, ha affermato Carolan Lennon.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook e Twitter