Salt (di Xavier Niel) lancia la nuova offerta tariffaria a partire da 19,95 franchi al mese



Salt, l’operatore mobile svizzero di proprietà di Xavier Niel, dopo aver presentato i risultati finanziari relativi al 2018 (qui il nostro articolo dedicato), ha comunicato oggi i nuovi pacchetti tariffari attivabili da lunedi 18 marzo 2019.

Nuove Offerte SaltSi parte dal pacchetto più economico “Start“, che prevede 1,5 Giga di traffico internet in 4G+, chiamate illimitate verso numerazioni Salt, 30 minuti verso tutte le altre numerazioni in Svizzera e SMS/MMS illimitati a 19,95 franchi al mese.

Salt Basic, al costo mensile di 34,95 franchi prevede 5 Giga di traffico internet in 4G+, chiamate illimitate verso tutte le numerazioni svizzere e SMS/MMS illimitati in Svizzera (proposto al prezzo scontato di 24,95 franchi al mese per i clienti sotto i 30 anni).

Salt Swiss, al costo mensile di 59,95 franchi prevede navigazione internet in 4G+ illimitata, chiamate illimitate verso tutte le numerazioni svizzere e SMS/MMS illimitati in Svizzera, più 500 MB, 60 minuti di chiamate e SMS/MMS illimitati da utilizzare in roaming in UE, Stati Uniti e Canada (proposto al prezzo scontato di 49,95 franchi al mese per i clienti sotto i 30 anni).

Salt Europe, al costo mensile di 89,95 franchi prevede navigazione internet illimitata, chiamate e SMS/MMS illimitati sia in Svizzera che in roaming in UE e negli Stati Uniti d’America, oltre a chiamate e SMS/MMS illimitate verso UE e USA. Questo abbonamento è proposto al prezzo scontato di 79,95 franchi al mese per i clienti sotto i 30 anni.

Salt World, al costo mensile di 119,95 franchi prevede navigazione internet in 4G+ illimitata, chiamate illimitate verso tutte le numerazioni svizzere e SMS/MMS illimitati in Svizzera, oltre al roaming illimitato in 160 paesi con 1 Giga di traffico dati, 100 minuti di chiamate e SMS/MMS illimitati da e verso oltre 120 paesi.

Prezzi decisamente convenienti per il mercato svizzero e che rispecchiano il costo della vita dei nostri “vicini di casa”, decisamente più alto di quello italiano (con enormi differenze per quanto riguarda il mercato della telefonia mobile).


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook e Twitter

6 Risposte

  1. Manlio Alfieri ha detto:

    Franchi? 🙄

  2. Pignolo ha detto:

    Ho sbagliato a postare… il post precedente era riferito ai 100000 utenti francesi… non agli svizzeri.

    • Redazione ha detto:

      In ogni caso la risposta è la stessa: quelli sono i prezzi in Francia, in Italia creeranno una offerta diversa, come hanno fatto per il mobile. I mercati sono diversi, così come prezzi ed esigenze dei consumatori.

  3. Pignolo ha detto:

    Beh… Svizzera fin che vuoi, ma considerato che in Italia dubito fortemente stenderanno cavi propri e che per la FTTH dovranno comunque andare su OpenFiber che trovano già pronta negli scantinati degli edifici, quei prezzi (il doppio dei nostrani) non hanno alcun senso nel nostro mercato, anzi … considerato quanto detto e che le connessioni in FTTH saranno-sono comuni alla stessa rete (in altre parole Vodafone, 3, Wind vanno tutti ugualmente bene o male) l’unica discriminante sarà il prezzo e la trasparenza.
    Se ricordo bene OpenFiber chiede al gestore telefonico 11€ a connessione come “affitto”, le connessioni attualmente meno care mi pare costino 26€/mese … si fa presto a fare i conti, o stanno sotto al margine dei 10€ e non mi chiedono penali per la disattivazione o sarà una bella “gara” ritagliarsi una fetta del mercato nostrano.

  4. Franco ha detto:

    Vorrei anch’io gli stipendi della Svizzera.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: