AGCOM: TIM prima nelle SIM complessive, iliad a quota 3,2% (4% nelle SIM Human) e vola nelle portabilità


L’AGCOM ha pubblicato oggi il nuovo report trimestrale sulle comunicazioni, con tutti i dati dei principali gestori di rete (Wind Tre, TIM, Vodafone e iliad) e degli operatori mobili virtuali, aggiornati al 31 marzo 2019.

Le SIM complessive attive in Italia sono salite a 104 milioni, di cui 82,2 milioni SIM “Human” (in calo) * e 21,9 milioni M2M (Machine to Machine).

I quattro gestori di rete mobile al 31 marzo 2019 detenevano le seguenti quote di mercato: TIM al 30,5% (in calo rispetto al 30,7% del trimestre precedente), Vodafone scende dal 29,2% al 29.1%, attestandosi poco sopra a Wind Tre (in calo dal 29.2% al 28.9%).

Linee operatori mobili I trimestre 2019

Sul fronte iliad, la quota di mercato raggiunta nel primo trimestre 2019 è stata del 3.2%. In crescita gli operatori mobili virtuali – MVNO – all’8,3% (erano all’8.1% nel trimestre precedente).

Se si prendono in considerazione solo le SIM “Human” *Wind Tre è ancora prima con una quota di mercato del 32.1% (in calo rispetto al 32.8% del trimestre precedente), seguita da TIM con il 27.9% (stabile rispetto alla precedente rilevazione).

Vodafone scende al 25.5% (era al 25.7% nel trimestre precedente), mentre iliad segna il 4% e gli operatori mobili virtuali (MVNO) crescono ad una quota del 10.4% (era del 10,1% nel trimestre precedente).

Chi sale e chi scende

Ecco chi sale e chi scende a livello di quota di mercato rispetto al trimestre precedente:

SIM complessive

  • Wind Tre ⇓
  • TIM  ⇓
  • Vodafone ⇓
  • iliad ⇑
  • MVNO ⇑

SIM Human *

  • Wind Tre ⇓
  • TIM ⇔
  • Vodafone ⇓
  • iliad ⇑
  • MVNO ⇑

Portabilità del numero

Come segnala AGCOM, con riferimento agli ultimi dodici mesi, il saldo tra operazioni «recipient» e «donating» risulta negativo per tutti i principali gestori: Wind Tre (-1.796.000 unità), Vodafone (-726mila unità) e TIM (-317mila unità). Mentre è importante il saldo positivo di iliad, con +2.499.000 unità.

Portabilità I trimestre 2019

Linee in entrata e uscita (in %), marzo 2019

Banda larga mobile

Nel primo trimestre del 2019 le SIM che hanno effettuato traffico dati erano 54,6 milioni (+3.9% su base annua), con un consumo medio unitario di dati di 5.44 GB/mese (+55% in un anno).

La crescita di iliad

Continua la crescita di iliad, che al 31 marzo 2019 aveva raggiunto il 3.2% di quota di mercato nelle SIM complessive e il 4% per le SIM Human *. Il nuovo operatore mobile, come si può notare anche dal grafico dedicato alle portabilità del numero, è stato l’unico ad avere un saldo positivo (di oltre 2.4 milioni di linee) insieme al segmento MVNO nel primo trimestre di quest’anno.

AGCOM ha anche comunicato i dati di Kena Mobile e ho. Mobile (i due “virtuali” rispettivamente di TIM e Vodafone nati per contrastare la crescita di iliad in Italia), che insieme hanno totalizzato 2.2 milioni di clienti.

La stessa Authority italiana che continua però, imperterrita, a inglobare i dati delle SIM di Kena Mobile e ho. in quelli di TIM e Vodafone (le società controllanti), invece che nel segmento MVNO, come dovrebbe essere e come fanno notare i colleghi di MVNO News, da sempre molto attenti su questo fronte.

Mettendo insieme i dati AGCOM e le trimestrali Vodafone, è possibile scindere i dati dei due MVNO, che a fine marzo 2019 avevano lo stesso numero di clienti: 1.1 milioni a testa. Per quanto riguarda ho. Mobile, Vodafone ha comunicato proprio oggi che il numero clienti è cresciuto a 1.2 milioni a fine giugno (qui maggiori dettagli).

* Per SIM Human si intendono tutte le SIM, comprese quelle “solo dati” ma con interazione umana (es: internet key, SIM in tablet…) con esclusione delle M2M (Machine to Machine).

via mvnonews.com – dati AGCOM


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

3 Risposte

  1. Ciro ha detto:

    Domenico, capisco le problematiche di Monteruscello … Ma immaginerai sicuramente che c’é da potenziare sicuramente prima, bacini di utenza ben superiori ai 30.000 abitanti! 🙂

  2. Roby Kassis ha detto:

    se gli operatori non virtuali continuano a aumentare i prezzi iliad decollerà di molto

  3. Domenico ha detto:

    ×ILIAD BISOGNA POTENZIARE LA ZONA DI Monteruscello

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: