Fastweb è il quinto operatore mobile infrastrutturato d’Italia, dopo Wind Tre, TIM, Vodafone e iliad



Era inizio 2017, quando Fastweb contestò il via libera della Commissione Europea alla fusione Wind Tre e al successivo ingresso di iliad come quarto operatore mobile infrastrutturato (“sfida” persa proprio dalla stessa Fastweb con il gruppo guidato da Xavier Niel).

Ai tempi, per Fastweb l’investimento di Iliad in Italia era destinato a naufragare, perché il modello francese super low cost non era replicabile – a detta del gestore controllato da Swisscom – nel mercato italiano e perché «non c’è un reale incentivo a realizzare un’infrastruttura».

Oggi, ad oltre due anni e mezzo da quei fatti e da quelle dichiarazioni, arriva la conferma (dopo le indiscrezioni diffuse in giornata da Bloomberg) che il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), ha autorizzato Fastweb a diventare il quinto operatore mobile italiano infrastrutturato dopo Wind Tre, TIM, Vodafone e iliad.

Chissà se chi si lamentava dell’eccessivo numero di operatori mobili infrastrutturati ai tempi in cui è stata data conferma dell’ingresso di iliad nel mercato italiano, avrà qualcosa da ridire anche ora. A seguire, il comunicato stampa ufficiale diffuso questa sera.

Fastweb sede Milano

Il comunicato stampa

Fastweb diventa il quinto operatore mobile italiano in seguito al rilascio della relativa autorizzazione generale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico. La società consolida così il proprio posizionamento come operatore  convergente completando la transizione da MVNO a player mobile infrastrutturato.

“L’autorizzazione del Mise segna per noi il passaggio conclusivo grazie al quale aggiungiamo l’ultimo tassello alla nostra strategia convergente” ha dichiarato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb.

“Da sempre operatori sul fisso con una rete in fibra di ultima generazione ora lo diventiamo anche nel mobile facendo leva su tutti i nostri asset infrastrutturali per giocare un ruolo di primo piano in vista dell’arrivo del 5G”.

Fastweb ha avviato il percorso che l’ha portata a conseguire l’autorizzazione da operatore mobile infrastrutturato nel 2016 con il primo accordo siglato con Tiscali che gli consentiva di utilizzare le frequenze di quest’ultimo nelle aree urbane. Con il secondo accordo raggiunto l’estate scorsa, Fastweb ha definitivamente acquisito il pacchetto di frequenze di Tiscali, ovvero 40 Mhz nella banda 3.5-3.6 Ghz.

Una porzione importante di spettro 5G a cui si sono aggiunti 200 Mhz in banda 26GHz acquisiti nell’ambito della recente asta 5G. Un portafoglio frequenze che consentirà a Fastweb di realizzare rapidamente, a partire dal 2020, una rete 5G anche grazie all’accordo di co-investimento siglato a fine giugno con Wind Tre.

via mvnonews.com – fonte: comunicato stampa


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

6 Risposte

  1. George F ha detto:

    Mauri, probabile un accordo con Poste Mobile ???? ???? ???? per mettere le sim box in 20000 uffici postali. Scherzo dai, é logico che si creino accordi e si metta legalmente in difficoltá chi é arrivato a sparigliare le carte, facendo perdere utenti e tanti euro alla triade. Sicuramente nell’investimento di Iliad era giá previsto di correre da sola. In Francia, Svizzera ecc. La capogruppo Salt é rimasta indipendente evidentemente per propria scelta, di conseguenza in Italia disporrá della propria forza economica.

    • Mauri ha detto:

      La vedo molto dura Italia e Svizzera non sono la stessa situazione

      • George F ha detto:

        Infatti da noi il budget dichiarato é nettamente inferiore a quanto investito in un territorio montano come la Svizzera

        • Redazione ha detto:

          George F o Michael, quando commenti ti consigliamo di utilizzare lo stesso nome ed evitare mail di fantasia, altrimenti il rischio di essere scambiato per un troll e non veder pubblicati i tuoi commenti diventa molto reale. A buon intenditore…

  2. Mauri ha detto:

    Ok quindi si è unita a Wind3 . Abbiamo il duetto Tim-Vodafone e Fastweb Wind. Iliad che farà?

  3. dobale ha detto:

    “INFRASTRUTTURATO” è un parolone ….. ????

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: