Fastweb rinuncia al ricorso al Tribunale UE contro la fusione Wind Tre (e l’arrivo di iliad)



Era il gennaio del 2017 quando Fastweb aveva fatto ricorso al Tribunale della UE contro la decisione della Commissione di autorizzare la fusione tra Wind e H3G subordinandola a una serie di obblighi per l’ingresso sul mercato di un nuovo operatore – iliad Italia – e mettendo nel mirino anche la cessione ad iliad degli asset ridondanti.

Fastweb vs Iliad

Secondo quanto riportava ai tempi Il Sole 24 Ore, Fastweb contestava (tra i vari punti) il via libera della Commissione UE nella convinzione che l’investimento di Iliad fosse destinato a naufragare, perché il modello francese super low cost non è replicabile nel mercato italiano e perché «non c’è un reale incentivo a realizzare un’infrastruttura».

Oggi queste parole sono state smentite nei fatti, con oltre 4 milioni di clienti raggiunti in soli 14 mesi dal lancio e 2.400 siti installati (qui il dettaglio completo) ma, soprattutto, c’è la conferma che il procedimento si è concluso con la rinuncia da parte di Fastweb lo scorso 2 luglio 2019.

E’ questa infatti la data riportata nel report pubblicato oggi dal Gruppo Iliad, dove sono evidenziati i principali contenziosi in sospeso al 30 giugno 2019:

Il 14 gennaio 2017, Fastweb ha presentato un ricorso presso il Tribunale dell’Unione Europea contro la decisione della Commissione europea, del 1° settembre 2016, che autorizza, a determinate condizioni, la creazione di una società tra Hutchison e VimpelCom in Italia. Il procedimento si è concluso con il ritiro di Fastweb del 2 luglio 2019.

Come è ormai noto, i rapporti tra Fastweb e Wind Tre sono decisamente cambiati nel corso del tempo, tanto che a fine giugno è stato annunciato un accordo per la realizzazione di una rete 5G condivisa e accelerarne quindi lo sviluppo.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

3 Risposte

  1. Stupidweb ha detto:

    Fastweb è un gestore risibile nel protrarre la propria sopravvivenza nonché nel marketing. Oggi poteva esserci lei al posto di iliad. È sicuramente destinato a scomparire i prossimi anni specialmente con l’importanza del mobile.

  2. Gian86 ha detto:

    Buongiorno, solita previsione sbagliata della commissione Europea!

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: