Stop all’antenna iliad a Montesilvano (Pescara): il cantiere resterà fermo



La scorsa settimana abbiamo segnalato l’ennesimo caso di proteste da parte di residenti per una nuova installazione di una antenna iliad (a Villa Canonico, una frazione del Comune di Montesilvano, in provincia di Pescara).

Oggi torniamo sull’argomento, perché stando a quanto scrive nuovamente il quotidiano locale Il Centro, ieri mattina il sindaco del Comune di Montesilvano ha incontrato alcuni residenti del quartiere dove era in corso la protesta e un responsabile della società iliad Italia.

Stando a quanto trapelato, il Comune di Montesilvano ha chiesto ad iliad la possibilità di spostare in un altro luogo l’antenna incriminata (in via Basilicata) e da parte del gestore di telefonia mobile, c’è stata la disponibilità a fare nuove valutazioni con i tecnici, fissando un nuovo incontro per la prossima settimana.

Con l’occasione, il sindaco ha dichiarato che lavorerà insieme ai tecnici comunali ed esperti alla redazione di un piano antenne (definito prioritario) che gli possa consentire di fissare delle regole per il futuro.

Proteste per nuova antenna iliad

Proteste della scorsa settimana per nuova antenna iliad | Immagini de Il Centro

Dopo l’incontro di ieri, l’unica certezza al momento è che il cantiere di via Basilicata, dove stava sorgendo la nuova antenna iliad, resterà quindi fermo.

Per la copertura di rete diretta di iliad, in questa zona del pescarese, si dovrà dunque attendere ancora un po’ (è possibile consultare la mappa aggiornata con tutte le nuove attivazioni della rete proprietaria iliad a questo link).


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

Una risposta

  1. Franco Paronesso ha detto:

    Le lobby, hanno trovato il modo di ostacolare I clienti Iliad. Non fanno manutenzione alle antenne che Iliad usa in prestito dalla WIND. Perció propongo ad Iliad, di promuovere una class action contro le lobby. Noi utenti la firmiamo, 4 milioni di firme potrebbero bastare e garantite il supporto legale a vostre spese.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: