Rete proprietaria iliad: oltre 800 gli impianti attivi. Ecco gli ultimi dati sulla copertura



La rete proprietaria iliad continua a crescere e questa volta, con l’ultimo aggiornamento di oggi, sono oltre 800 gli impiatti attualmente operativi (801) in diverse zone d’Italia, con una maggiore concentrazione (come facilmente immaginabile) nelle principali (e più popolate) città.

LEGGI ANCHEIliad e Nokia insieme per lo sviluppo della rete 5G in Italia (dal 2020)

Nel nord Italia la maggiore concentrazione è registrata a Milano, seguita da Bologna e Venezia (qui la mappa sempre aggiornata).

Rete iliad Nord Italia

Rete proprietaria iliad – Update del 19 settembre 2019

Nel centro e sud Italia oltre alla Capitale, l’area del barese è la seconda per numero di impianti attivi, seguita da Napoli. In Sicilia il numero di impianti raggiunge quota 30.

Rete iliad Centro Sud Italia

Rete proprietaria iliad – Update del 19 settembre 2019

Rispetto alla nostra precedente analisi del 28 agosto, in poco più di 20 giorni sono 87 i nuovi impianti attivati. Se verrà mantenuta l’attuale media di circa 30 attivazioni a settimana, per fine anno non dovrebbe essere difficile arrivare a cifre intorno a 1.200/1.300.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

10 Risposte

  1. Mimmo ha detto:

    Alla fine voglio capire ma conviene passare a Iliad oppure no?

  2. Domenico ha detto:

    Il sito Lte Italy secondo me non è per nulla affidabile, perchè effettuando la stessa ricerca su un sito più “importante” (arpa) il risultato è completamente diverso!
    Esempio: Lte Italy dice Bts Iliad ad Ozzano dell’Emilia (Bo), mentre per Arpae non esiste nessuna Bts Iliad

    • Redazione ha detto:

      I dati che trovi sul sito di ARPAE sono aggiornati con poca regolarità e possono riguardare anche l’anno precedente quello di consultazione. I dati LTE Italy che trovi sulla mappa pubblicata sul nostro sito sono aggiornati quasi quotidianamente. In alcuni casi il posizionamento non è preciso al millimetro, ma serve per dare una indicazione sulla zona in cui è stato attivato l’impianto. I dati arrivano dal database del Servizio di Localizzazione di Mozilla (MLS), dunque in alcune zone d’Italia può essere maggiormente preciso, in altre meno (dipende da quanti utilizzano il browser Firefox nelle singole città e se hanno attivo il servizio di localizzazione).

  3. Davide ha detto:

    Una curiosità.. se dichiarano 1200 siti installati come mai solo 800 accesi? Problemi di autorizzazione o altro?

    • Chiara ha detto:

      domanda interressante!! nessuno lo sa?

      • Redazione ha detto:

        Non c’è solo l’antenna fisica o il palo che viene installato in un determinato punto, ci sono anche le autorizzazioni, le verifiche dell’ente regionale per la protezione ambientale (ARPA), i collegamenti alla fibra ottica per poter funzionare…

  4. c.la ha detto:

    vi segnalo che anche il ripetitore della zona industriale di Ponte Rizzoli (BO) è passato ad Iliad circa due settimane fa: per due giorni c’era una gru con il cestello al lavoro e la copertura era assente, ora netMonster segnala il codice a 7 cifre.
    L’antenna è quella all’uscita della complanare sud, tra via tolara di sotto e via della chimica

  5. Giò Lanza ha detto:

    Peccato che nelle zone di attivazione delle nuove antenne a Milano, la mia città, la potenza del segnale (rete internet) sia tragicamente precipitata rispetto a quando si appoggiava su Wind… 🙁

    • larissa ha detto:

      Sei ottimista Gio Lanza. Ho un dual sim e ho dovuto acquistare una sim di altri perché dove sono io a Milano, ora Iliad é a zero. Ho chiamato per il disservizio 10, 9,8,7,6,5,4,3,2,1 giorni fa e la risposta é sempre grazie per l’info, provvediamo subito…

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: