Ricariche da 5 e 10 euro con credito decurtato di 1 euro: denunciate TIM, Vodafone e Wind ad Antitrust e AGCOM



Dalle rimodulazioni alla fatturazione a 28 giorni (su cui molti utenti stanno ancora attendendo i rimborsi), sembra non esserci scampo per i clienti di diverse compagnie telefoniche.

Adesso si è tornati indietro di oltre un decennio: era infatti il 2007 quando il Decreto Bersani aboliva ufficialmente il costo fisso applicato su tutti i tagli di ricarica per tutti i gestori, ora TIM, Vodafone e Wind hanno trovato il modo per inserirli nuovamente.

Sì perché questi tre gestori hanno deciso di creare nuovi tagli di ricarica da 5 e 10 euro che prevedono un euro in meno di credito disponibile, con la scusante di offrire per 24 ore o più minuti e traffico dati omaggio.

La prima a muoversi e a segnalare all’AGCOM questa nuova pratica è stata l’associazione consumatori Altroconsumo, in riferimento alla Ricarica+ di TIM e alla Giga Ricarica di Vodafone:

Se ricarichi online 5, 6, 17 o 22 euro oppure se acquisti una ricarica in negozio da 10 euro ti viene applicata Ricarica+, un servizio obbligatorio che prevede giga e traffico senza limiti per 24 ore al costo di 1 euro. Un servizio non richiesto che l’utente subisce senza che possa fare nulla (se non evitare quel tipo di ricariche). L’abbiamo segnalata al Garante.

Fai una ricarica da 5 o 10 e ti ritrovi con soli 4 euro o 9 euro di traffico disponibile. È l’ultima trovata di Vodafone che, senza il consenso dell’utente, trattiene un euro dai tagli di ricarica più economici dando in cambio 3 giga per la navigazione da smartphone. Lo abbiamo segnalato all’Agcom.

Anche il Codacons ha deciso di protestare contro questa nuova pratica dei tre gestori e parla di “un nuovo espediente per sottrarre soldi agli utenti attraverso servizi non richiesti che riducono il credito delle ricariche telefoniche”.

Per questo motivo ha inviato un esposto all’AGCOM e all’Antitrust in cui chiede di aprire una istruttoria su TIM, Vodafone e Wind per la possibile fattispecie di pratica commerciale scorretta.

“In sostanza – spiega il Codacons – se l’utente ricarica la propria SIM di 5 euro utilizzando queste nuove ricariche, riceverà solamente 4 o 3 euro di credito, perché i restanti 1 o 2 euro verranno usati dagli operatori per attivare in modo automatico promozioni o bonus, come chiamate e traffico internet illimitati per 24 ore.

La stessa cosa avviene con la ricarica da 10 euro: solo 9 euro si trasformeranno in credito sulla Sim, mentre 1 euro sarà incamerato automaticamente dal gestore per servizi “premium”».

Insomma, un altro modo per fare cassa. Ma quali sono i tagli di ricarica contestati? Vediamoli nel dettaglio.

TIM Ricarica+

TIM. Il taglio Ricarica 5+ ha un costo di 5 euro ma fornisce un credito residuo di 4 euro. Per 24 ore TIM attiva una promo che permette di avere minuti e Giga illimitati (fino alle 23:59 del giorno successivo alla ricarica).

Il taglio Ricarica 10+ ha un costo di 10 euro ma fornisce un credito residuo di 9 euro. Per 24 ore TIM attiva una promo che permette di avere minuti e Giga illimitati (fino alle 23:59 del giorno successivo alla ricarica).

Il taglio Ricarica 17+ ha un costo di 17 euro ma fornisce un credito residuo di 15 euro. Per 48 ore TIM attiva una promo che permette di avere 20 Giga di traffico dati.

Il taglio Ricarica 22+ ha un costo di 22 euro ma fornisce un credito residuo di 20 euro. Per 48 ore TIM attiva una promo che permette di avere 20 Giga di traffico dati.

Questi tagli sono disponibili nei negozi TIM e presso Edicole, Bar e Tabaccai abilitati. Acquistando questo tipo di ricarica, i clienti partecipano all’estrazione di diversi premi, tra smartphone, tablet e ricariche omaggio.

Vodafone Giga Ricarica

Vodafone. Situazione simile per il gestore inglese, che propone Giga Ricarica 5 e Giga Ricarica 10.

Nel primo caso al costo di 5 euro si usufruisce di 4 euro di credito effettivo e per un mese vengono messi a disposizione 3 Giga di traffico dati.

Nel secondo, con 10 euro di spesa si hanno 9 euro di ricarica e sempre 3 Giga di traffico dati incluso per un mese.

Wind Special

Wind. Il gestore propone Ricarica Special sempre nei tagli da 5 e 10 euro. Come per TIM e Vodafone, anche qui il credito effettivo scende rispettivamente a 4 e 9 euro e per le 24 ore successive alla ricarica, si usufruisce di Giga e minuti illimitati.

Da oggi bisognerà dunque fare più attenzione al tipo di ricarica che si va ad acquistare, onde evitare di scoprire di avere meno credito a disposizione di quello acquistato.

Come promesso da sempre, iliad è estranea a questi “giochetti” e insieme agli operatori mobili virtuali (e per il momento sembrerebbe anche 3 Italia), non propone questa tipologia di ricariche.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

2 Risposte

  1. Piero DiMartinofficial ha detto:

    🛂🛃👮👏👏👏 Era ora ❗

  2. Gianluca ha detto:

    Ho iliad, quindi no problem 😉

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: