Vodafone Italia: nel segmento mobile clienti ancora in calo (-1,5 milioni su base annua), cresce invece ho.



Dopo il Gruppo Iliad, con la filiale italiana in continua crescita con oltre 4,5 milioni di clienti al 30 settembre 2019, oggi anche Vodafone Group ha annunciato i dati relativi al terzo trimestre di quest’anno.

Per quanto riguarda Vodafone Italia, nel segmento mobile viene registrato un nuovo calo, con il numero di clienti che è sceso a 20.192.000 clienti, contro i 20.624.000 del trimestre precedente (-432.000) e 21.648.000 dello stesso periodo di un anno fa (con una perdita di quasi 1,5 milioni di clienti su base annua).

Un calo di clienti che ha portato anche ad una conseguente diminuzione dei ricavi da servizi nel segmento mobile del 6,9% su base annua (6,5% nel terzo trimestre 2019), influenzati anche dalla pressione sull’ARPU (i ricavi medi per unità). Qui il trend è però in leggero miglioramento, grazie agli aumenti dei prezzi che hanno coinvolto alcuni segmenti di clientela.

Ricavi Vodafone Italia III trim 2019

Va un po’ meglio all’operatore mobile virtuale ho., controllato da Vodafone Italia tramite la società VEI Srl, che nel terzo trimestre 2019 contava 1,4 milioni di clienti (200.000 in più rispetto al trimestre precedente).

Come comunicato dal gruppo, nell’ultimo semestre (al 30 settembre 2019) c’è stato un sostanziale aumento dei prezzi per tutti i principali brand, mentre è rimasto fortemente competitivo il segmento a basso valore del mercato prepagato, che ha portato ad una diminuzione della customer base attiva, solo parzialmente mitigata dal successo del second brand ho.

Per quanto riguarda i risultati complessivi e sulla telefonia fissa e broadband, rimandiamo al comunicato stampa diffuso oggi da Vodafone Italia e che potete consultare integralmente qui di seguito.

Vodafone Italia chiude il semestre al 30 settembre 2019 con ricavi da servizi a 2.424 milioni di euro in calo del 3,5% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente (Q1: -3,8%, Q2: – 3,2%).

La performance del semestre risulta ancora influenzata dalle dinamiche competitive sul segmento mobile, compensate in parte dalla crescita dei ricavi e della base clienti di rete fissa.

I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 585 milioni di euro (+9,2%). Continua la crescita dei clienti di rete fissa che superano 3 milioni, di cui 2,8 milioni in banda larga in crescita del 8,3% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente (+218.000). I clienti che hanno scelto la fibra Vodafone sono 1,8 milioni.

ho., il second brand di Vodafone, che risponde alle esigenze di clienti interessati ad una offerta essenziale, ha raggiunto 1,4 milioni di clienti.

L’EBITDA è pari a 1.006 milioni di euro (-3,5%). Nel semestre Vodafone ha annunciato il lancio del 5G su rete commerciale nelle prime 5 città: Milano e 28 comuni dell’area metropolitana, Roma, Torino, Bologna e Napoli, a cui seguiranno le prime 100 città italiane e principali località turistiche entro il 2021.

Vodafone ha inoltre reso disponibile il roaming 5G per i clienti 5G Vodafone in Germania, Spagna, Gran Bretagna e Italia.

Nell’ambito della sperimentazione 5G a Milano e area Metropolitana, Vodafone sta ultimando i 41 progetti 5G , di cui 39 già realizzati. Tra questi per la prima volta in Italia sono stati presentati l’intervento di chirurgia da remoto e le prime soluzioni di guida assistita su rete 5G. Sempre a Milano, grazie al 5G di Vodafone, è stata giocata la prima finale di eSport live su rete 5G in Europa.

La rete 4.5G è disponibile in 227 città, di cui 28 a 1 Gigabit al secondo. La copertura della rete 4G raggiunge  il 98,3% della popolazione in 7.399 comuni, di cui 3289 in 4G+.

A luglio 2019 Vodafone ha annunciato la firma degli accordi con TIM per la condivisione della componente attiva della rete 5G, della rete 4G e l’ampliamento dell’attuale accordo di condivisione delle infrastrutture di rete passiva. TIM e Vodafone integreranno le rispettive infrastrutture passive di rete in INWIT, dando vita alla più grande Towerco italiana e la seconda in Europa con oltre 22.000 torri. L’operazione sarà perfezionata una volta ottenute le autorizzazioni necessarie.

I servizi in fibra di Vodafone raggiungono oggi oltre 21 milioni di famiglie e imprese, di cui 7 milioni di unità immobiliari attraverso la propria rete ultrabroadband e la partnership strategica con Open Fiber. L’accordo con Open Fiber, già in essere in 271 città, è stato esteso a luglio ai 7.635 comuni delle “aree bianche” con l’obiettivo di raggiugere oltre 19 milioni di unità immobiliari in tutta Italia.

Tra le più significative iniziative commerciali si segnalano: Vodafone Infinito, la prima generazione di offerte con Giga illimitati per rispondere all’evoluzione delle abitudini digitali dei clienti;  Giga Family, la nuova piattaforma che mette a disposizione in una unica soluzione Fibra e 5G, e Vodafone Power Gaming la prima offerta interamente dedicata ai gamer.

Vodafone Business, forte di una leadership nel mercato IoT con 94 milioni di oggetti connessi nel mondo ha recentemente annunciato a livello globale accordi di collaborazione strategica con AT&T sul NB-IoT e con Geotab, una delle società più innovative nel fleet management”.

via mvnonews.com – dati Vodafone Group


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

Una risposta

  1. Eros ha detto:

    Al di la dello “spottone” riportato, qualche giorno fa ho chiesto a un rivenditore ho. Se potevo passare da Vodafone a ho. La risposta disarmante é stata “si certo”. Valli a capire, che manovre in perdita fanno all’interno del gruppo

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: