Rimodulazioni Vodafone: in arrivo aumenti fino a 4,98 euro al mese sulle (ex) offerte Digital, Special 600 e Special 1000 4GB



Non siete ancora stufi delle rimodulazioni? Bene, Vodafone ha il regalo perfetto per voi: dal 27 marzo 2020 ben tre offerte (la Vodafone Digital, la Special 600 e la Special 1000 4GB) cesseranno di esistere e ai clienti coinvolti verrà attivata l’offerta Easy Special, con un costo maggiorato fino a 4,98 euro al mese (+59,76 euro l’anno).

Parliamo dunque di un aumento non proprio irrisorio. La comunicazione è stata pubblicata proprio quest’oggi sul sito Vodafone Informa. Ecco il testo completo dell’annuncio:

Per favorire la transizione verso servizi di nuova generazione, Vodafone ha intrapreso un processo di aggiornamento e semplificazione delle proprie offerte e a partire dal 27 marzo 2020 le offerte Vodafone Digital, Special 600 e Special 1000 4GB non esisteranno più e verranno sostituite dalle offerte Easy Special con 50 Giga o Giga illimitati e avranno un costo maggiorato, da 1,50€ a 4,98€, rispetto al costo sostenuto sino a quella data.

I clienti interessati dalla modifica riceveranno una comunicazione personalizzata con le specifiche indicazioni di costo eventualmente applicate. Qualora la comunicazione di cui sopra fosse relativa a una modifica indicata come con prezzo bloccato per 24 mesi, si intende esclusa la facoltà di Vodafone di applicare l’art.15 (modifiche del contratto) delle Condizioni Generali di Contratto per il periodo indicato.

Vodafone riserverà, inoltre, ai clienti interessati la possibilità di attivare un’offerta alternativa chiamando il 42590. I clienti interessati dalla modifica e che avranno ricevuto la citata comunicazione personale via SMS potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza costi di disattivazione né penali fino al 26 marzo 2020, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali” attraverso i seguenti canali:

scrivendo a variazioni.vodafone.it o via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it,

inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea, Torino, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo reperibile in tutti i negozi Vodafone.

I clienti che hanno un’offerta che include telefono, tablet, Mobile Wi-Fi o che prevede un contributo di attivazione a rate, potranno continuare a pagare, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento scelto. In alternativa, potranno indicare nella richiesta di recesso che intendono pagare l’eventuale apparato o contributo di attivazione in un’unica soluzione.

Rimodulazione Vodafone 27 marzo 2020

Dopo la recente rimodulazione di TIM (che entrerà in vigore il 27 febbraio) e quella di Fastweb Mobile (che scatterà il prossimo 20 marzo), ora è nuovamente la volta di Vodafone.

Nel frattempo, anche grazie a queste rimodulazioni, continuano a crescere i clienti di iliad, che ha ormai superano quota 5 milioni (in soli 18 mesi dal lancio).


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

2 Risposte

  1. Michele ha detto:

    Per me il vero mistero resta il fatto che Iliad,ad oggi,abbia “solo”cinque milioni di clienti.In un paese normale,popolato da esseri senzienti ci sarebbe dovuto essere un esodo di massa in stile Mosè e le acque del mar Rosso.Potenza del marketing:fanno credere da anni a milioni di gonzi che sono dei privilegiati e che hanno qualcosa che è solo per loro.E questi ci credono pure!Per cui,se devono pagare un pò in più per avere le stesse cose di prima pagano volentieri.Poi se glielo spieghi ti rispondono :”gnegnegne…ma vodafonn è più veloce..gnegnegne tim fa questo e quello”.Poveri fessi!

    • Redazione ha detto:

      Ciao Michele, devi anche tenere conto della forte concorrenza che c’è da sempre (più i “recenti” operatori nati per proporre offerte aggressive proprio per rallentare la crescita di iliad) e come in Italia c’è ancora una parte di consumatori che non ha mai fatto una portabilità del numero o nutre qualche timore ad effettuarla.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: