Inchiesta Altroconsumo: maglia nera a Vodafone e TIM per i comportamenti scorretti nei punti vendita



Per Altroconsumo non ci sono dubbi, Vodafone e TIM escono con le ossa rotte nell’inchiesta pubblicata oggi dalla nota associazione consumatori, che assegna ai due gestori un punteggio mediocre per quanto riguarda i comportamenti scorretti nei punti vendita, sia propri (gli store ufficiali) che in quelli dei rivenditori.

Altroconsumo ha diviso l’inchiesta in due parti: in una ha analizzato la qualità della rete di 11 operatori telefonici (TIM, Vodafone, Wind, Tre, iliad, PosteMobile, Fastweb, ho., CoopVoce, Kena Mobile e Tiscali Mobil), nell’altra i loro punti vendita in sei città diverse (Milano, Torino, Padova, Roma, Napoli e Palermo).

L’inchiesta nei negozi

In questo caso è stata realizzata visitando 180 punti vendita tra store ufficiali e rivenditori degli 11 operatori già citati. Nel 26% dei casi gli addetti alle vendite non hanno esplicitato neppure il nome dell’offerta.

Per quanto riguarda i costi di attivazione, composti il più delle volte da tre voci (costo d’entrata, costo della SIM e prima ricarica), ben il 60% dei negozi non riesce a quantificarli correttamente. La rete di vendita è particolarmente impreparata anche sui costi extra-soglia: il 60% del campione li ignora o li sbaglia.

Stesso discorso per le penali che sono ancora un punto interrogativo per molti venditori, in special modo quelli di Wind e Vodafone (oltre il 50% di risposte errate). Diffusa è poi la cattiva abitudine di non consegnare materiale stampato (su cui sono riportati condizioni, costi, penali e altro) al cliente che chiede informazioni: viene sempre prediletta la forma orale.

In fase di attivazione, in sei casi su dieci viene fatto firmare un modulo prestampato con il consenso al trattamento dei dati personali che non prevede alcuna possibilità di escludere certe finalità. Altra nota particolarmente critica è la mancata consegna della copia del contratto firmato, cosa che purtroppo è avvenuta il 50% delle volte.

In questa indagine, gli operatori che ne escono meglio sono PosteMobile e Tiscali Mobile, seguiti da iliad e Fastweb.

Indagine negozi operatori di telefonia mobile

Inchiesta Altroconsumo negozi telefonia mobile

La qualità della rete

Se Vodafone e TIM sono maglia nera per quanto riguarda i comportamenti scorretti nei punti vendita, va decisamente meglio sul fronte della qualità della rete.  Le valutazioni sono state fatte per mezzo di CheBanda, l’app gratuita di Altroconsumo, disponibile sia per Android sia per iOS.

I 120mila test effettuati dagli utenti di CheBanda hanno consentito l’elaborazione di una classifica nazionale per i maggiori operatori telefonici, quelli in possesso di una propria infrastruttura di rete. Al primo posto troviamo Vodafone, seguita da TIM, Wind-Tre e iliad.

INVIA il tuo speed test iliad e consulta i risultati migliori

Non avendo raccolto un numero sufficiente di test sugli operatori mobili virtuali (MVNO), Altroconsumo ha provveduto a fare direttamente ulteriori misurazioni nelle sei città dell’inchiesta, includendo anche queste realtà

Con ulteriori 7.440 nuovi test è stato possibile elaborare una seconda classifica, comprendente anche i “virtuali”. Le differenze sulla qualità di connessione hanno fatto emergere il problema della cosiddetta “strozzatura”, la limitazione di banda che caratterizza, secondo Altroconsumo, gli operatori mobili virtuali (o almeno alcuni di loro) rispetto alle compagnie a cui si appoggiano.

Velocità reti operatori telefonia mobile

Non solo, a volte anche tra i vari gestori virtuali che si appoggiano alla stessa rete ci sono notevoli variazioni, come ad esempio tra 1Mobile e Lycamobile (entrambi su rete Vodafone), con prestazioni molto diverse tra loro (come si può vedere dal grafico realizzato da Altroconsumo).

Tutti i risultati di questa indagine saranno disponibili nel numero di Aprile di Inchieste, anche per i non soci Altroconsumo.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

12 Risposte

  1. Domenico ha detto:

    È evidente che molti vivono su un’altra pianeta, si critica tanto non costa nulla. io ho molti mesi 4 SIM di POSTEMOBILE e mi trovo BENISSIMO, PRENDO OVUNQUE. NON HO PIÙ I PROBLEMI CHE AVEVO CON TIM E VODAFONE. CHIAMARLI DISONESTI È DIR POCO.

  2. Gabriele ha detto:

    Proprio Altroconsumo ha evidenziato l’accelerazione di W3 negli ultimi sei mesi.
    Tra l’altro proprio negli ultimi due mesi c’è stato il sorpasso nei confronti di TIM.
    Chi ha una SIM W3 si é reso conto del cambiamento.
    Sull’articolo confermate la cosa con lo schema ma scrivete altro… andrebbe modificato per correttezza.

  3. Francesco ha detto:

    Postemobile trasparenza informazioni!? hanno abbindolato nna marea di vecchietti miei clienti obbligandoli a fare postemobile per ritirare la pensione!

    • Renzo ha detto:

      Concordo in pieno! Tanto più che oltre ad avere “il piede in due staffe” (rete Vodafone e rete Windtre, ma questi sono affari loro) , c’è la lieve anomalia che le sue sim non scadono…

  4. Nuccio ha detto:

    D’accordo fanno quello che vogliono promettono e dopo modificano tanto cosa vuoi che sia una misera multa

    • Renzo ha detto:

      Certamente! Il fatto è che, tutte queste multe, anche se non così grosse, poi le scontiamo noi clienti e/o utenti finali. In un modo o in un altro.

  5. Andrea ha detto:

    Coopvoce è eccellente in tutto. Correttezza, cordialità, servizi, non rimodulano l’offerta. Attivazione e trasparenza perfetta. Non sono d’accordo con il risultato.

  6. undertherain ha detto:

    Voglio vedere se ancora qualcuno riesce a parare il culo a mamma TIM.

  7. Renzo ha detto:

    Falsata direi: non credo proprio che CoopVoce meriti la terz’ultima piazza. Anzi.

    • GianMc ha detto:

      Guarda che leggi il grafico al contrario o peggio… Coop voce é a pari copertura di tim (ed é logico visto che utilizza la stessa rete senza strozzature) e si trova in alto alla classifica, ci sono reti migliori di Tim ma questo lo si sapeva gia ma comunque é una buona rete.

    • GianMc ha detto:

      Per la parte alta dell’inchiesta, é comprensibile che coop voce abbia numeri “bassi” del resto é pur sempre un supermercato che fá le sim e le vende con l’addetto alle vendite. Qualche lacuna su domande precise é comprensibile.

      • Renzo ha detto:

        Sì posso aver anche letto male il grafico, ma temo proprio che tu non sia molto aggiornato: il Servizio Clienti CoopVoce è l’unico che continua a raccogliere premi e certificazioni di qualità. Inoltre, gli addetti alle vendite, come li chiami tu, sono gli unici che se non sanno, chiamano seduta stante il 188. In più di 13 anni che seguo la telefonia mobile, non mi è mai capitato con un dealer e/o negoziante TIM, Vodafone e/o Wind.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: