AGCOM sanziona TIM, Vodafone, WINDTRE e Fastweb per 9 milioni di euro



Nuove sanzioni, questa volta da parte dell’AGCOM, per i principali operatori telefonici che non hanno emesso rimborsi automatici ai clienti che hanno subito la fatturazione a 28 giorni (l’ennesima tra l’altro, dopo quella inflitta dall’Antitrust ad inizio anno).

Nel dettaglio, a TIM SpA è stata inflitta una sanzione da 3 milioni di euro, a Vodafone Italia SpA una sanzione da 2,5 milioni di euro, a Wind Tre SpA da 2 milioni di euro e a Fastweb SpA da 1,5 milioni.

AGCOM

Sanzioni arrivate per non aver rispettato le precedenti delibere dell’AGCOM, confermate anche da una sentenza del Consiglio di Stato dello scorso febbraio.

I quattro gestori dovevano restituire ai clienti i giorni erosi dal ciclo di fatturazione di 28 giorni nei tempi e nelle modalità previste dall’Autorità, ma così non è stato. Inoltre, nel ricorso di Vodafone al Consiglio di Stato, quest’ultimo aveva sentenziato che i clienti vanno rimborsati e in modo automatico (non solo per chi ne fa esplicita richiesta).

Dunque, come previsto, la mancata applicazione dei rimborsi porterà i quattro operatori sanzionati a dover sborsare un totale di 9 milioni di euro, sempre che non decidano di impugnare le delibere AGCOM davanti al TAR del Lazio entro 60 giorni dalla notifica.

Una piccola nota di chiusura: mentre ieri l’AGCOM aveva reso disponibile sul proprio sito tutte e quattro le delibere (una per singolo operatore: Delibera n. 75/20/CONS per TIM SpA; Delibera n. 76/20/CONS per Fastweb SpA; 77/20/CONS per Vodafone Italia SpA e 78/20/CONS per Wind Tre SpA), questa mattina non risulta più visibile quella riferita a TIM, raggiungibile comunque a questo link diretto.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

3 Risposte

  1. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Milioni di Euro di multa per chi ha incassato molti milioni più di quanto dovrebbe pagare? Ma per favore! Oppure alla Totò “ma mi faccia il piacere!” Ed anche la possibilità di ricorrere al TAR? Poveri noi!

  2. Mercedes ha detto:

    Buon Giorno!
    NON è GIUSTO. I SOLDI DELLE SANZIONI DEVONO RISARCIRE CHI è STATO DANNEGGIATO.
    Si legge sempre che: AGCOM ha sanzionato per decine e decine di milioni, le varie aziende telefoniche: questo sta ha significare che queste Aziende, in ultima analisi, hanno arrecato danni agli Utenti. Orbene dopo le sanzioni: gli Utenti restano, derisi e mazziati, mentre altri incassano il malloppo sottratto agli Utenti. Ciao! Ciao.

    • undertherain ha detto:

      Io con TIM dopo PEC ho preso il maltolto relativamente a bollette FTTC, ma sapessi che sbattimento.
      Per fortuna ora con FTTH Open Fiber.
      A mai più TIM schifosa.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: