Free Mobile (Gruppo Iliad): il roaming 2G/3G con Orange proseguirà fino al 2022. Ritardi per l’asta 5G



L’ARCEP (Autorità di regolamentazione delle comunicazioni elettroniche e servizi postali francesi) ha comunicato ieri sera che Free Mobile vuole continuare ad usufruire del roaming su rete 2G/3G Orange ancora fino al 31 dicembre 2022 e il contratto già firmato tra i due gestori dovrà ora passare al vaglio della stessa Authority.

Il contratto di roaming tra Free Mobile e Orange era stato stipulato inizialmente nel 2011, per consentire all’operatore mobile fondato da Xavier Niel di poter offrire i propri servizi su tutto il territorio francese, in particolare in quelle aree in cui la copertura era insufficiente.

Dopo il debutto nel 2012, lo stesso contratto tra i due operatori è stato rivisto nel 2016, al fine di iniziare una graduale estinzione del roaming riducendo la velocità massima a disposizione dei clienti.

Dal primo gennaio 2020 la velocità disponibile su rete 2G/3G di Orange è scesa a 384 Kbps e, secondo i nuovi accordi, sarà così anche per tutto il 2021 e il 2022.

Nonostante una rapida implementazione sia del 3G che del 4G in tutta la Francia (e probabilmente anche per i potenziali rallentamenti dei lavori, legati all’attuale pandemia), il Gruppo Iliad ha ben pensato di estendere il contratto per altri due anni, tutelando innanzitutto i clienti che al momento vivono in zone poco coperte dalla rete proprietaria.

A marzo, secondo i dati dell’ANFR (Agence Nationale des Fréquences) Free Mobile aveva messo in servizio ulteriori 251 siti 4G, per un totale di 15.586, contro i 21.830 di Orange, 19.000 di SFR e 18.188 di Bouygues Telecom.

Per quanto riguarda invece il 3G (parte dell’accordo di roaming), Free Mobile sempre a marzo ha messo in servizio ulteriori 137 siti, portandosi ad un totale di 17.524, contro i 24.280 di Orange, 21.709 di SFR e 20.795 di Bouygues Telecom.

5G Free Mobile

Ritardi per l’asta 5G

Nel frattempo, sempre in settimana, l’ARCEP ha confermato ufficialmente che tutti e quattro i gestori di rete mobile (Orange, SFR, Bouygues Telecom e Free Mobile) sono stati ammessi all’asta 5G che subirà però un ritardo.

Inizialmente prevista per questo mese di aprile, si dovrà attendere la fine della pandemia da Coronavirus, quando la stessa Authority fisserà una nuova data.

Si prevedono quindi importanti ritardi nell’implementazione del 5G in Francia, rispetto ad altri paesi, Italia compresa, dove iliad ha annunciato il lancio dell’offerta commerciale per il secondo semestre 2020.

 


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Baloo ha detto:

    Eh già, altri due anni e mezzo con una data inutilizabile: quando si è connessi su un antenna Orange la data non funziona proprio, da oltre un anno (ed nel 2017- 2018 faceva proprio pena)
    Un app sugli iphone (FMobile 2) permette di evitare queste dannatissime antenne Orange, purtroppo niente su android, ahimè
    Un vero peccato, perchè la rete 4G/3G propria di free mobile è eccellente, se non la migliore in Francia
    Pazienza per altri due anni e mezzo dunque..

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: