Scambiano una antenna 4G iliad per 5G, a Treviso residenti in rivolta



E’ successo in un quartiere di Treviso, città già nota per i vari interventi da parte del Comune contro nuove installazioni richieste da iliad come da altri gestori (qui solo uno degli ultimi casi) e con una giunta da sempre contraria al 5G (non ci sono ancora richieste per nuovi impianti con queste tecnologia).

No impianti iliad

Stando a quanto riportato dal quotidiano il Gazzettino, alcuni residenti sono stati allarmati dall’arrivo degli operai (con camion e due scavatori) in un cantiere dove si stavano gettando le fondamenta per l’installazione di un pilone per una antenna iliad.

Il pensiero dei residenti è andato subito al 5G, per cui ormai sembra esserci una vera e propria psicosi, mentre in realtà si tratta di una antenna 4G autorizzata dalla precedente giunta e contestata dall’attuale.

In poco tempo si è così creato un assembramento di persone e una discussione (definita pacifica) tra operai e persone del posto, con successivo intervento di due pattuglie dei Carabinieri, polizia locale e una volante della Polizia, che hanno provveduto a verificare le autorizzazioni del cantiere e ad identificare tutti i presenti invitandoli a tornare nelle loro abitazioni.

Come in altri casi simili, gli abitanti contestano la vicinanza dell’antenna con altre presenti in zona e promettono di riunirsi in un comitato e organizzare una raccolta firme per chiederne lo stop.

Ma sarà tutto inutile, perché l’operatore ha tutte le autorizzazioni e anche con l’aggiunta di quell’impianto, i valori dei campi elettromagnetici rimarranno sotto i livelli di legge.

E proprio su questo punto, come abbiamo scritto lo scorso febbraio, si è scoperto che i valori dei campi elettromagnetici nella città di Treviso variano dallo 0,5 ad un massimo di 2V/metro, su un limite previsto dalla rigidissima normativa italiana di 6V/metro (i dati sono consultabili anche sul sito del Comune).


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

13 Risposte

  1. Manila Sheehan ha detto:

    Con il 5G si sta ripetendo quanto già accaduto con il movimento No Vax e tutta la caciara contro i vaccini.
    Per coerenza se siete contrari alle antenne e non avete fiducua della scienza buttate i telefoni e quando state male non chiamate il medico
    L’ignoranza di ritorno e la sfiducia totale nella scienza e di quello che ci hanno insegnato già alle scuole elementari.
    Chi, come i nostri nonni, ha vissuto la fame la carestia e le guerre, era entusiasta della scienza dei progressi della
    medicina e della tecnologia perchè percepiva la differenza con quello che c’era prima.
    Mia nonna, che aveva visto morire sei figli su dieci per malattia prima dei cinque anni diceva che i vaccini erano un
    dono della Vergine Santa. Noi che abbiamo vissuto con la tecnologia la diamo per scontata e non ne apprezziamo
    l’importanza. Vorrei ricordare a profeti del ritorno alla natura duri e puri che cento anni fa quando non esistevano
    medicina, vaccini telefoni ed onde elettromagnetiche la vita media delle persone era di 40 anni. Auguri a tutti e buon
    medioevo.

  2. Angelo Martino ha detto:

    Rigidissima normativa? ? Sta scherzando spero!!!!

  3. Livio Lucaci ha detto:

    Sono un fisico e elettrotecnico …smettetela di buttare giù antenne ,non e pericoloso anzi stiamo migliorando sempre più e per colpa di certi non possiamo farlo velocemente .Se non sapete di cosa si parla STATE ZITTI !

  4. mirco ha detto:

    Noi italiani siamo molto stupidi

  5. Armand ha detto:

    Io da antennista posso confermarvi che maggior parte delle antenne 4g sono predisposte a supportare anche il 5g

  6. Antonio ha detto:

    NO QUESTO È UNA PESSIMA NOTIZIA.!!!! È L INIZIO DELLA FINE LO VEDRETE DOPO CON I VS OCCHI SVEGLIAAAA !!

  7. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Zingaretti nel Lazio ha firmato una ordinanza che obbligherà gli over 65 alla vaccinazione obbligatoria antinfluenzale e polmonite.
    Tra Governatori e Sindaci, ormai il primo che si sveglia, comanda.

  8. Edoardo M. ha detto:

    Cristo, quanto mi rammarica leggere queste cose… Tutti quei soggetti si meriterebbero di venire lasciati senza internet e telefono. Voglio poi vedere come fanno ad inviarsi i buongiornissimi con gli altri complottisti da tastiera.

  9. Davide ha detto:

    Non ci sono parole, ognuno dovebbe impare a fare il suo e non guardare sempre l’altro e gridare al lupo al lupo!
    Lasciateli lavore diamine!

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: