Gruppo Iliad: la Corte d’appello di Parigi aumenta la sanzione a Maxime Lombardini per il caso T-Mobile USA



Non sempre ricorrere in appello porta bene. Ne sa qualcosa l’ex Direttore Generale e attuale vice presidente del Gruppo Iliad, Maxime Lombardini.

Lo scorso anno l’AMF – l’Autorità francese dei Mercati Finanziari – aveva sanzionato Lombardini per 600.000 euro, a causa di una indagine aperta nei suoi confronti e del Gruppo Iliad per errate comunicazioni finanziarie riguardanti il tentativo di acquisizione del 56,6% dell’operatore nordamericano T-Mobile USA per 15 miliardi di dollari da Deutsche Telekom (nell’estate del 2014).

Maxime Lombardini Gruppo Iliad

Il vice presidente del Gruppo Iliad aveva formalmente contestato le accuse di insider trading nel periodo in cui ci fu il tentativo di acquisizione di T-Mobile USA, definendole infondate e successivamente aveva fatto ricorso.

Secondo quanto riferisce Bloomberg, a distanza di oltre un anno, la Corte d’appello di Parigi ha sentenziato che per la “particolare gravità” della colpa, l’ammenda non fosse abbastanza alta da avere un effetto deterrente e che doveva essere quindi aumentata.

Per questo motivo i giudici hanno quindi deciso di aumentare la sanzione a 800.000 euro. Il Gruppo Iliad era invece stato sanzionato per 100.000 euro.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Baloo ha detto:

    Sembrerebbe giusto sapere quanti soldi si è fatto con questa mossa illegale, non vi pare ?!

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: