Il Gruppo Iliad ha la fiducia degli investitori e annuncia di aver emesso con successo un prestito obbligazionario di 650 milioni di euro



Tramite un comunicato stampa diffuso questa sera, il Gruppo iliad ha annunciato di aver collocato con successo l’emissione di un prestito obbligazionario per un importo di 650 milioni di euro.

Xavier Niel

Con questa emissione, il Gruppo Iliad rinforza la sua posizione di principale emittente senza rating sul mercato europeo delle obbligazioni senior, con un saldo di oltre 3 miliardi di euro. L’ultima emissione di obbligazioni di Iliad è avvenuta nell’aprile 2018.

Questo prestito ha una scadenza di 6 anni (scadrà il 17 giugno 2026) e una cedola annuale del 2,375%. Secondo il Gruppo Iliad, questa operazione ha riscosso un grande successo, con una domanda vicina ai 2 miliardi di euro.

La forte domanda da parte degli investitori per questa operazione attesta la solidità della strategia e delle prospettive del Gruppo Iliad, così come della qualità della sua struttura finanziaria.

Questo prestito consente al Gruppo Iliad di trarre vantaggio da un mercato solido per aumentare la propria liquidità e prolungare la scadenza del proprio debito. Sostiene il suo sviluppo in Francia e in Italia e l’ulteriore dispiegamento delle infrastrutture Fibra e Mobile.

Il Gruppo Iliad persegue quindi con sicurezza il potenziamento del suo piano Odissea 2024 (qui maggiori dettagli).

BNP Paribas, BofA Securities, Crédit Agricole CIB, CIC, LandesbankHessen-Thüringen Girozentrale (Helaba), HSBC, ING, Natixis, Société Générale, SMBC Nikko e UniCredit sono i Joint Lead Manager della transazione.

Fonte: comunicato stampa Gruppo Iliad


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta...