Mediawan (Xavier Niel) si espande anche in Spagna e Germania, a luglio l’OPA



Mediawan – società fondata nel 2015 da Xavier Niel (Gruppo Iliad), Pierre-Antoine Capton e Matthieu Pigasse con lo scopo di acquisire imprese nel settore dei media tradizionali, digitali e dell’entertainment su territorio europeo –  ha comunicato lo scorso lunedi diverse operazioni, tra cui negoziazioni esclusive per l’acquisizione di Lagardère Studios e la creazione di una nuova holding, al fine di diventare uno dei leader europei nella produzione di contenuti audiovisivi.

Xavier Niel, Matthieu Pigasse, Pierre-Antoine Capton

Xavier Niel, Matthieu Pigasse e Pierre-Antoine Capton ©Frédéric Stucin

Per l’acquisizione di  Lagardère Studios, controllata dal gruppo  Lagardère, sono stati messi sul tavolo fino a 100 milioni di euro. La società opera nei mercati francese, spagnolo, finlandese e olandese e vanta un ricco catalogo che va dalle soap opera alle serie tv.

E’ stata inoltre formalizzata l’acquisizione da parte di Mediawan di una quota di maggioranza del produttore televisivo spagnolo The Good Mood Productions (specializzato principalmente in serie tv) e una partecipazione di minoranza in Leonine, uno dei principali gruppi audiovisivi tedeschi.

La società prosegue quindi nel suo obiettivo di riunire i migliori talenti audiovisivi in Europa e rafforzare le sinergie europee in termini di coproduzione e codistribuzione.

Inoltre, grazie anche al sostegno finanziario del fondo KKR, è stata creata la holding Mediawan Alliance, tramite la quale verrà lanciata il prossimo luglio un’offerta pubblica di acquisto di tutti i titoli Mediawan non detenuti dai fondatori del gruppo (Xavier Niel, Pierre-Antoine Capton e Matthieu Pigasse) e uscire così dal mercato azionario.

“Fino ad ora avevamo il 20% delle azioni di Mediawan e nessun controllo esclusivo. Se l’offerta pubblica avrà successo, sarà così”, ha affermato Xavier Niel.

Mediawan Alliance acquisirà anche la società di produzione di Pierre-Antoine Capton, “Troisième Oeil”. Tutte queste operazioni dovrebbero concludersi entro il prossimo settembre/ottobre (anche perché alcune dovranno avere il via libera dall’autorità garante della concorrenza) e consentiranno a Mediawan di raddoppiare di dimensione e diversificare.

Mediawan conta in soli cinque anni di vita più di 20 acquisizioni, tra cui quella dell’italiana Palomar (di cui conosciamo alcune produzioni di successo, come Il Commissario Montalbano e la recente miniserie televisiva “La guerra è finita“) avvenuta nel 2019.

Come ricordato anche dallo stesso Xavier Niel: “Abbiamo fatto più di 20 acquisizioni dalla creazione di Mediawan, il nostro desiderio è quello di continuare in questa direzione. Siamo guidati dalla forte domanda da parte delle varie piattaforme e le nostre dimensioni ci permettono di fornire loro contenuti per tutti i paesi in cui operano”.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta...