Antitrust: 500.000 euro di sanzione a TIM per ritardi nel rendere disponibile la domiciliazione verso conti di banche UE



Giornata di sanzioni quella di questo lunedi 13 luglio: dopo quelle del Garante per la protezione dei dati personali nei confronti di WINDTRE e iliad (qui il nostro articolo), l’Antitrust si è mossa invece nei confronti di TIM, con una sanzione da 500.000 euro, per non aver reso disponibile la domiciliazione verso conti correnti di banche in area UE.

TIM multa Antritrust

La questione riguarda il mancato rispetto da parte di TIM degli impegni presi con l’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) in merito al divieto di discriminazione per le domiciliazioni bancarie a svantaggio delle banche estere all’interno dell’Unione Europea.

Tra gli impegni vincolanti presi da TIM c’era quello di implementare entro giugno 2019 le funzionalità necessarie – sui propri sistemi informatici – ad abilitare e accogliere le richieste di domiciliazione su conti correnti di banche residenti nei Paesi EU.

Su segnalazioni di Fastweb tra settembre e dicembre 2019, è emerso che in questi mesi il sito web aziendale di TIM continuava a non rendere possibile l’inserimento online della domiciliazione di IBAN esteri non aventi gli standard degli IBAN italiani, rimandando sempre lo stesso errore “Il campo iban non è valido”.

Nei mesi successivi sono arrivate anche diverse segnalazioni di consumatori che riscontravano lo stesso problema, con TIM che nella memoria difensiva ha dichiarato:

a partire dal luglio 2019, TIM consente la domiciliazione delle utenze di telefonia fissa e mobile sia su conti italiani che su conti esteri in ambito UE .. per la telefonia fissa, la domiciliazione bancaria per i già clienti può essere attivata, da luglio 2019, anche su conti esteri dell’area SEPA, attraverso il canale telefonico.

La domiciliazione bancaria può essere attivata, a partire dal 27 ottobre 2019, anche sul sito, sia direttamente compilando i vari campi con i propri dati e l’IBAN nella sezione dell’Area Dedicata (“My TIM”), sia accedendo alla sezione “Assistenza” ed alla pagina “moduli” e compilando, quindi, un apposito form on line.

Per i nuovi clienti della linea fissa, la domiciliazione on line su Iban sia italiano che estero segue – a partire dal 3 febbraio 2020 – un processo che richiede l’intervento di un operatore. Tuttavia, a partire dal 27 febbraio 2020, sarebbe stato lanciato anche per i nuovi clienti un processo di domiciliazione on line completamente automatizzato.

per la telefonia mobile (con riferimento a un ridottissimo numero di clienti consumatori in regime di abbonamento e, quindi, con esclusione degli utenti con SIM ricaricabili), TIM ha deciso che la domiciliazione bancaria, sia su conti nazionali che su conti esteri Sepa, possa essere effettuata solo attraverso il “canale fisico” (negozi TIM) compilando l’apposito modulo.

A causa del ritardo nell’ottemperare al provvedimento n. 27644 del 10 aprile 2019 “in maniera precisa, completa, puntuale e con le dovute tempistiche, sino alla data del 27 febbraio 2020”, l’Antitrust ha quindi deciso di irrogare a TIM una sanzione di 500.000 euro.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Marco ha detto:

    Ciao, perché non riesco a mettere a iliad l’iban del mio conto Revolut? È in valuta euro.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: