CDA di TIM e CDP: via libera a FiberCop e rete unica



Come da aspettative, il consiglio di amministrazione di TIM ha votato a favore su quelli che erano gli ordini del giorno più importanti: FiberCop e rete unica.

Rete unica

Stando a quanto riportato pochi minuti fa dal quotidiano la Repubblica, è stato dato il via libera unanime al memorandum con Cassa Depositi e Prestiti e l’ok alla creazione di FiberCop, la società che gestirà la rete secondaria di TIM (quella che va dai cabinet in strada fino alle abitazioni dei clienti).

Stesso via libera  arrivato anche dall’altro consiglio di amministrazione, quello di CDP (che detiene il 50% di Open Fiber), alla lettera d’intenti con TIM.

A questo punto, si procederà con la creazione di FiberCop, con TIM socio di maggioranza, l’ingresso del fondo americano KKR (al 37,5%) e la presenza anche di Fastweb (al 4,5%).

Un ulteriore passo successivo sarà quello di creare la società della rete unica, che si chiamerà AccessCo, dove entrerà anche la rete in fibra ottica di TIM e quella di Open Fiber.

I tempi per arrivare all’unione delle due reti sono comunque lunghi: sempre secondo la Repubblica, l’integrazione totale non avverrà prima del 2022.

Intanto bisognerà attendere il via libera anche dell’Antitrust, non così scontato (soprattutto se, come immaginabile, coinvolgendo il fondo americano KKR, servirà l’ok anche dell’Antitrust europeo, sicuramente meno indulgente di quello italiano).


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta...