Tutta la verità sul 5G raccontata da Xavier Niel (Iliad), in una parodia contro i complottisti (video)



Tesi complottiste, teorie pazze che vedrebbero il 5G come causa principale della pandemia di Covid-19, nel tempo di cose assurde sulla rete di quinta generazione ne abbiamo lette tantissime. E spesso hanno anche portato a problemi seri, come incendi dolosi ad impianti di telefonia e situazioni simili che vi abbiamo raccontato più volte su queste pagine.

Free Mobile, l’operatore mobile francese controllato dal Gruppo Iliad sa bene cosa vuol dire avere a che fare con cittadini che non vogliono impianti 5G nella propria zona, così come accade in Italia con tutti gli operatori nostrani e con iliad, che più volte ha dovuto negoziare per accontentare un po’ tutti e poter installare una nuova antenna o un traliccio.

In occasione del lancio del 5G in Francia l’operatore ha pubblicato per diversi giorni una serie di tweet che hanno visto protagonista Xavier Niel in un’insolita parte, quella del “cospirazionista” (nella formula dell’intervista).

Oggi è stato pubblicato il video integrale di quella che è a tutti gli effetti una parodia e in cui Niel si è messo in gioco in prima persona, scherzando sulle tante teorie assurde che ancora oggi circolano intorno al 5G.

Nel video (che nel momento in cui scriviamo ha ricevuto quasi mezzo milione di visualizzazioni), dal titolo “Tutta la verità sul 5G”, tra cospirazioni, manipolazioni e bugie, una voce fuori campo intervista Xavier Niel, che risponde in modo davvero inaspettato.  Lo abbiamo tradotto per voi.

Il 5G provoca insonnia?

È stato dimostrato.

Il 5G è stato creato a Tchernobyl (no non è un errore ortografico)?

Allora, è molto probabile.

Il 5G rende impotenti le persone calve?

È vero. 

Il 5G rende le persone impotenti calve?

È così. È normale, funziona in entrambi i sensi.

Il 5G non funziona se indossi le infradito?

Assolutamente, il 5G non funziona se indossi le infradito, perché c’è un effetto Weber che impedisce il funzionamento del 5G… a causa delle infradito.

Il 5G fa crescere un terzo capezzolo?

Ho un amico dei servizi segreti nordcoreani che mi ha fornito questa informazione.

Il 5G fa scattare anche gli allarmi antincendio?

Questo mi stupirebbe.

Xavier Niel la verità sul 5G

E dopo una bella doccia in diretta (d’altronde se il 5G fa scattare gli allarmi antincendio…), Xavier Niel torna ad essere se stesso e alla domanda se il pacchetto 5G sarà più costoso di quello attuale (in 4G), risponde determinato:

Niente scherzi! Con Free il 5G è incluso allo stesso identico prezzo.

Ma chi è Weber che Niel cita nel video? È un fisiologo e anatomista tedesco del XIX secolo. L’effetto Weber è, in breve, la soglia alla quale una persona percepisce una differenza tra due oggetti. Weber lo aveva inizialmente applicato al peso tra due oggetti (la percezione dell’incremento di peso è tanto meno accentuata quanto più pesante era l’oggetto) e poi anche ad altri fattori.

Nel marketing, è la differenza di prezzo per lo stesso prodotto, una differenza che influenza le scelte del consumatore (per cui nota una differenza). Basti pensare a Free in Francia o iliad in Italia, dove l’effetto Weber è più che noto.

Ora se avete amici o parenti che credono che il 5G faccia crescere un terzo capezzolo, beh, potete inoltrargli questo video e il nostro articolo con la traduzione.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel Gruppo Facebook dedicato agli utenti iliad).

iliad community

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta...